4 dicembre 2019

Swap La mia Scatola di Natale


Eccomi qui, un pò di corsa perchè il Natale è vicino e ho il timore di non fare in tempo, ma anche felice perchè mi sono finalmente decisa.
Pensavo fosse finito per sempre il tempo degli swap, ma dopo essermi iscritta con gioia allo swap di Juls' Kitchen, mi è tornato il desiderio di riorganizzarne uno.

Mi sono chiesta perchè?

Appena finisce novembre inizia il ballo delle feste e delle luci di Natale.
E soprattutto appare in tutte le case il ... Calendario dell'Avvento.
Addirittura c'è chi ne ha a decine, uno per il cioccolato, uno per i trucchi, uno per le sorprese eccetera.
Io non ne ho mai avuto uno, semplicemente perchè a casa mia... non esisteva.
I regali si ricevevano, anzi IL REGALO, che era uno solo, si riceveva alla Befana.

Natale  era l'Attesa. Era Gesù Bambino che nasceva, povero e tu, che non avevi moltissimo, ti sentivi ricco rispetto a lui. Poi c'era un'atmosfera di casa, di famiglia, di fiato sospeso, di dolci buoni, di pranzi da organizzare con i cugini, le zie e i nonni, che rendevano tutto semplice ma meraviglioso.

Come siamo arrivati a tutti questi miliardi di luci, di led, di effetti speciali? Dove sono finiti i piccoli regali, semplici, le poche preziose palline, i dolci da preparare con le proprie mani, i bigliettini luccicanti di porporina con le promesse?
Io rivoglio almeno per questo Natale tutto questo ancora una volta.
E per questo metterò nella mia scatola che spedirò a chi verrà a me casualmente abbinato, quello che vorrei fosse per me il Natale.

E voi cosa vorreste trovare nella scatola che riceverete? e soprattutto cosa mettereste in quella che spedirete?
Ecco il mio swap. Mettete il Natale del vostro cuore in una scatola, preparatela e io vi dirò a chi spedirla.


Come funziona?

1) ENTRO DOMENICA 8 DICEMBRE  Inviatemi una mail al seguente indirizzo --> annagentiledg@yahoo.it
con il vostro Nome, Cognome, Indirizzo, num. di cellulare (da dare al corriere per la consegna), il vostro Blog (se ne avete uno), il link del vostro account su instagram (se ne avete uno) o su Facebook.

2) scrivete qui di seguito un commento per annunciare la vostra partecipazione.
Se avete un account su Instagram o su facebook parlatene e taggatemi. usate gli hashtag #lamiascatoladinatale e #mychristmasbox

3) cominciate a preparare la scatola da spedire.
Mettete nella scatola che preferite quello che per voi è Natale.
Per me Natale è fatto di dolci profumati, vincotto di fichi, cartellate, libri, ricette, tagliabiscotti, profumi di spezie, lana calda, lettere e tanto altro a sorpresa.

4) entro lunedi 9 mattina saranno pronti gli abbinamenti casuali fra due persone e riceverete una mia mail con gli abbinamenti.

5) spedite subito la scatola e date conferma a me e alla persona a voi abbinata, dell'avvenuta spedizione, affinchè si possa sapere chi ha già spedito. Purtroppo nelle scorse edizioni alcune persone non hanno ricevuto il dono e non si è mai capito il perchè.

6) quando riceverete il vostro dono, se vi fa piacere condividetelo sui social, taggandomi, o parlatene nei vostri blog, cosi che tutti possano gioire della vostra gioia.


Bene, ora possiamo davvero iniziare.
Vi aspetto.


SHARE:

29 novembre 2019

Muffin integrali confettura di ciliege e limone

 

Beh, stasera me lo dico da sola. Sono stata proprio brava. Questi muffin integrali con yogurt e marmellata di ciliegie sono venuti benissimo. E pensare che li ho preparati solo perché avevo dello yogurt da consumare. Ma quando c’è la pioggia, guardi fuori e ti viene la malinconia. Ma quella dolce non quella triste. All’improvviso sentì dentro di te tanta gratitudine. Perché hai una casa, calda e sicura, un divano morbido dove sdraiarti, hai un amore a cui chiedere ‘mi abbracci?’ ogni volta che vuoi, hai un telefono che squilla e senti la voce dei tuoi figli che ti dicono da lontano ‘mamma ti voglio un mondo di bene’. Hai amiche sul web che ringraziano perché hanno incrociato la tua strada e tu vivi ogni giorno col desiderio di poterle rivedere quanto prima, perché le magie tra donne che si riconoscono al primo sguardo esistono. 
E allora basta poco, ma davvero, per sentirti bene.
SHARE:

23 novembre 2019

Maritozzi


Roma nel mio cuore, sempre. Sempre più spesso mi sveglio desiderando di essere ancora li, con le persiane della mia mansardina a Monteverde, che lasciavano filtrare la bella luce dell'alba romana e con una giornata tutta da riempire con la spesa al mercato di San Giovanni di Dio, o al Testaccio. I miei appuntamenti con le amiche e le corse nei mercatini dell'usato per comprare libri. E le mie lunghe letture nelle librerie e le mostre con Simonetta.
Insomma mi manca, soprattutto quando preparo ricette romane, come questa che mi è venuta bene, anzi strabene e mi ha fatto venire una dolce malinconia per la città che amo più di tutte al mondo.
Non so se voi avete mai vissuto in un posto diverso da quello in cui siete nate. Io ho sempre evitato i trasferimenti, ma solo una volta mi sono concessa e lasciata andare, ed è stato per lei, Roma. Poi sono tornata ad abbracciare il mio trullo. Ma questa è un'altra storia.
Lascio qui di seguito la ricetta che in tanti mi hanno chiesto quando ho cominciato a pubblicare sui social queste foto. 
Purtroppo non riesco più a seguire un ritmo continuo qui sul blog ma giuro che mi impegnerò ad essere più costante.

_____________________________________________________________________________
Maritozzi

Ingredienti 
 
(per il lievitino)
50 gr di farina 00
Mezza bustina di lievito di birra disidratato
Un cucchiaino colmo di zucchero
scorza di un’arancia biologica
100 ml di acqua tiepida

(per l’impasto)
250 gr di farina Manitoba
20 ml di latte
50 gr di zucchero
60 gr di Vallé + Burro
1 uovo intero

1 tuorlo + 2 cucchiai di latte per spennellare
Panna montata per farcire
Zucchero a velo per decorare 

Procedimento
Preparare il lievitino mescolando farina, zucchero, lievito, scorza d’arancia grattugiata e acqua. Lasciar riposare per almeno mezz’ora, finché si forma una schiuma.
In una ciotola unire la farina Manitoba, lo zucchero, il latte, Vallè, l’uovo e il lievitino e lavorare energicamente fino a quando l’impasto diventa liscio ed omogeneo. Se usate la planetaria lavorare prima con la foglia e poi con il gancio per gli impasti per almeno 6 minuti.
Mettere a lievitare in una ciotola la palla dell’impasto così ottenuta, per almeno 4 ore.
Dopo 4 ore circa l’impasto avrà triplicato il suo volume.
Su una spianatoia infarinata sgonfiare l’impasto e ricavarne tante palline uguali che metterete, distanziate tra loro,  su una teglia da forno, coperta con carta da forno. Far lievitare per una mezz’oretta ancora.
Spennellate con tuorlo e latte mescolati.
Cuocere in forno a 170° per circa 15 minuti, avendo cura di non farli scurire troppo.
Far raffreddare completamente, praticare un taglio e farcire con abbondante panna montata.
Prima di servire spolverizzare con zucchero a velo.
_____________________________________________________________________________







SHARE:

21 novembre 2019

Torta di mele integrale con mandorle e cannella




Non c'è un solo motivo per cui si decide di preparare una torta, ma sicuramente non la si prepara a caso. E quasi sempre questo rito diventa la soluzione ad una pena di cuore, ad una giornata grigia, ad una malinconia improvvisa.
SHARE:

16 ottobre 2019

Tortini di verdure


Partendo dal fatto che adoro le verdure invernali, cavoli, cavoletti di bruxelles, broccoli, verze ecc...,; che odio gli sprechi e per questo utilizzo tutto di queste verdure, torsoli compresi; che amo l'ikea e  che andare a mangiare al suo ristorante per me è come fare un viaggio dalle loro parti, dove tutte le idee sono semplici e naturali.... eccomi qui a preparare una delle mie ricette veloci, di quelle che 'apri il frigo, vedi cosa c'è, immagina la ricetta e accosta mentalmente i sapori e...procedi perchè sarà sicuramente buona.
SHARE:

3 ottobre 2019

Tiella di funghi e patate


Da una teglia estiva a quella autunnale.
Dopo il successo della tiella con zucchine e verdure della bella stagione, rilanciata con la mia amica Barbara (La Panificatrice Folle !) rieccomi qui pronta per gli ingredienti della stagione che amo di più.

Benvenuto autunno, con i suoi colori e profumi. Mi da tanta felicità questa stagione che mai come quest'anno porta con se doni incredibili. Ancora una coda di estate, calda al punto giusto tanto da poter fare ancora il bagno al mare e rimanere seduti sulla sabbia senza ombrellone, ma anche i primi venticelli freschi che ti ritemprano e ti danno una grande energia.
Le passeggiate sono più belle perchè intorno il mondo si è già colorato di rossi e gialli e se vai nei boschi muschi e funghi profumano l'aria.

Insomma è un momento di gioia per me.
SHARE:

25 agosto 2019

Zucchine ripiene




Abbiamo avuto un orto negli ultimi anni, che ci ha dato tante soddisfazioni. Ho cucinato fotografato condiviso e gioito ogni mattina, quando andavo a vedere cosa mi offriva.
Quest'anno non ci siamo riusciti per condizioni climatiche un pò sballate, per la mia non voglia di percorrere km e km solo per andare ad innaffiare e anche perchè l'umore era instabile e continuamente distratto da altri pensieri.

SHARE:

30 luglio 2019

Tiella di riso e verdure del mio orto




Da quando è venuta a trovarmi la mia amica Barbara Fontanel (La Panificatrice Folle), si è portata con se un pò del profumo della mia Puglia e l'amore per le nostre ricette. Appena tornata ha preparato una mia ricetta pubblicata ben 10 anni fa: la tiella di riso e verdure. Un piatto semplicissimo ma ricco di profumi e velocissimo da preparare.
Ha avuto tanto successo anche tra le sue follower. Oggi lo ripubblico sul mio blog, con le stesse foto e le stesse parole di allora, a grande richiesta. Felice e grata di questa curiosità suscitata.

Mollemente seduta sulla sdraio nel balcone, in una serata d'estate finalmente fresca e silenziosa, mi dedico un pò al mio passatempo preferito. Ogni tanto un'auto interrompe la magia dell'assenza di rumore. Voci rassicuranti di donne che parlano e si godono la frescura, aspettando solo che il tempo passi. Da lontano si vedono bagliori delle case di campagna dove immagino i mille profumi delle erbe e delle piante appena innaffiate alla fine della giornata, prima della cena. Fra un pò ci si siederà a tavola e si parlerà di oggi, di quello che si è fatto e appena concluso e di domani, di quello che ci aspetta. E quasi sempre nelle nostre case di vacanza in campagna si pianificherà il pranzo con le verdure e le erbe del proprio orto. Cose semplici e profumate che richiamano al cuore e alla mente antichi e semplici sapori.
SHARE:

8 luglio 2019

Penne integrali fredde con crema di zucchina bianca e menta



Fa caldo e, come un mantra, ripeto in continuazione che mi fa male.
E' come se fosse una richiesta di aiuto o almeno di comprensione per un disagio che provo. Non sono la sola.
Dell'estate apprezzo le albe e i tramonti. Soprattutto i tramonti sul mare. Sapete quando la gente comincia ad andar via, stancamente, con gli ombrelloni sotto il braccio e gli asciugamani bagnati nella borsa. Dopo la doccia c'è chi preparerà la cena con spaghetti con le cozze, chi si spalmerà la crema per lenire il rossore della prima abbronzatura, chi si preparerà per andare con gli amici a mangiare un gelato, sempre sul mare e li aspettare l'alba.
Ho diversi ricordi del mare, tutti diversi per ogni età. Tutti belli.
SHARE:

19 giugno 2019

Esami di maturità e un dolce per festeggiare


Esami di maturità.
quando penso ai miei, ricordo notti lunghissime per recuperare tutto il non fatto durante l'anno, tante risate, sigarette senza filtro e caffè con un'amica. Studiavamo strategie per memorizzare cose che non avremmo mai potuto ricordare in una sola notte e, rassegnate, ripiegavamo sugli argomenti a piacere.
Parlavamo del vestito da indossare. La mia amica che come me aveva sempre messo jeans e magliette, diceva che il giorno dopo avrebbe messo l'ultimo vestito comprato per un matrimonio. Voleva essere elegante e stupire con la sua scollatura generosa i prof. Era un vestito di seta blu elettrico a pois bianchi, ancora lo ricordo, perchè effettivamente lo indossò e decisamente sembrava molto fuori luogo, ma  probabilmente le fece guadagnare due voti in più alla fine. Partivamo dagli stessi voti (la sufficienza) e l'esame andò più o meno nello stesso modo (sufficiente), ma lei ebbe 2 voti in più. Io il mio coerente e orgoglioso 36 e lei un ruffiano 38.
SHARE:

12 giugno 2019

Celestina e l'amore di una mamma


Ritorno ora.
Da un lungo periodo di assenza, iniziato qualche mese fa, ma forse anche prima, pieno di tante cose da raccontare, ma che non ho avuto nè il tempo nè la voglia di raccontare in verità.
La mia mamma non c'è più e, come successe anni fa per il mio papà, dopo il grande abbraccio di chi mi vuol bene, è seguito un momento in cui il dolore è diventato intimo e privato, solo mio.
Bisogna rimettere insieme i pezzi di una vita che deve riassestarsi e creare un nuovo equilibrio.

E' un grande cambiamento e per un pò ti senti come una sedia a cui manda una gamba, senza alcuna possibilità che possa reggersi. Spero di imparare presto.

Ho sempre parlato di lei a tutti, qui sul blog, sui social, abbiamo riso tanto e lavorato tanto insieme.
E' diventata la mamma di tutti coloro che abbiamo incontrato e tutti l'hanno amata.

Tanto mi ha insegnato e quello che ora so lo devo a lei.
SHARE:

23 febbraio 2019

Capelli d'angelo in brodo di carciofi


Stamattina al mio risveglio fuori dalla finestra nevicava e sembrava ci fosse una vera bufera.
Sai quando pensi, anzi speri, di essere fuori dall'inverno e non vedi l'ora di ammirare i primi rami in fiore e invece ti ritrovi a 0 gradi, in mezzo allo spettacolo del vento gelido?
Mi veniva quasi da piangere. Io che ho sempre desiderato il freddo, quest'anno ho cominciato ad odiarlo dopo l'influenza, con le sue tre ricadute, con i suoi dolori alle ossa, perfino i capelli mi facevano male... 
E questa tosse che non mi abbandona dal 2 gennaio. Insomma non ce la faccio.
Allora ho fatto OOOMMMM e mi son detta, 'vabbè godiamocelo questo ultimo sprazzo di inverno e facciamo tante foto, tanti video e tanta roba calda da mangiare'.
SHARE:

26 gennaio 2019

Tortini limone e mirtilli


E buongiornoooo.
Qui il bollettino meteo annuncia diluvio e non sbaglia. Da due giorni vivo combattuta tra la voglia di restare in casa per godermi la sensazione di essere al sicuro a casetta mia, e la necessità di uscire per fare la spesa. Ovviamente vince la seconda, anche se, per quello che ho in dispensa, potrei cucinare almeno per un mese secondo me...
La verità è che io ho bisogno di aria e luce. Sempre. 
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI