23 febbraio 2019

Capelli d'angelo in brodo di carciofi


Stamattina al mio risveglio fuori dalla finestra nevicava e sembrava ci fosse una vera bufera.
Sai quando pensi, anzi speri, di essere fuori dall'inverno e non vedi l'ora di ammirare i primi rami in fiore e invece ti ritrovi a 0 gradi, in mezzo allo spettacolo del vento gelido?
Mi veniva quasi da piangere. Io che ho sempre desiderato il freddo, quest'anno ho cominciato ad odiarlo dopo l'influenza, con le sue tre ricadute, con i suoi dolori alle ossa, perfino i capelli mi facevano male... 
E questa tosse che non mi abbandona dal 2 gennaio. Insomma non ce la faccio.
Allora ho fatto OOOMMMM e mi son detta, 'vabbè godiamocelo questo ultimo sprazzo di inverno e facciamo tante foto, tanti video e tanta roba calda da mangiare'.

Ho convinto mio marito ad andar insieme per commissioni, imbacuccati come pupazzi di neve e alla fine decidiamo comunque per un brodino di pesce. Andiamo in pescheria e li troviamo un'amica con la quale come al solito cominciamo a parlare di ricette.
Dai dai accettiamo suggerimenti e al mio 'e tu cosa mangi oggi?' lei risponde 'capelli d'angelo in brodo di carciofi'... apriti cielo, letteralmente.
Dovevate vedere gli occhi di mio marito che son passati dallo stupore, alla meraviglia, all'invidia, alla tristezza e infine alla delusione, indirizzata, quest'ultima a me.

E vi spiego il perchè.
Lui ama alla follia i 'capelli d'angelo', alias spaghettini sottilissimi.
Io li odio.
E per questo non li cucino quasi mai. A dire il vero glieli ho preparati solo una volta e poi basta.

Io amo gli spaghettoni ruvidi, di quelli che catturano il sugo e il condimento e quando li mangi ti danno una soddisfazione unica. Invece secondo me gli spaghettini scivolano in bocca e non catturano un bel niente. 
E poi come si fa a mangiare gli spaghettini in brodo? col cucchiaio o con la forchetta?

Insomma ne è nata una diatriba animata tra lui, la mia amica che parteggiava ovviamente per lui e me che difendevo la mia posizione.

Alla fine ho detto ' e mo ti devo perdere per due capelli d'angelo? vabbè, andiamo a comprarli e te li cucino oggi stesso'

E cosi prima siamo andati a comprare i carciofi, poi siamo andati in campagna a far due foto e a prendere un pò di fiori e poi tornati al calduccio glieli ho preparati.

E devo riconoscere che erano davvero buonissimi. Un vero comfort food.
provate anche voi 






_____________________________________________________________________________
Capelli d'angelo in brodo di carciofi

Ingredienti 
5 carciofi
un limone
un mazzetto di prezzemolo
due spicchi d'aglio
olio extravergine di oliva
formaggio (a piacere)
200 g di spaghettini finissimi

Procedimento
Spuntare i carciofi eliminando le foglie esterne, tagliarli a spicchi e metterli i una ciotola con acqua e limone. 
Lavare il prezzemolo e sbucciare gli spicchi d'aglio.
Mettere tutto in una pentola alta e coprire di acqua. Aggiungere tre cucchiai di olio extravergine di oliva, salare e mettere sul fuoco. Far bollire fino a quando i carciofi saranno diventati morbidi. Versare nel brodo la pasta e aspettare tre minuti. Quindi servire in piatti fondi e aggiungere se gradito il formaggio grattugiato.


_____________________________________________________________________________






SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI