25 maggio 2020

Banana bread



Il cibo è sempre una soluzione. Per le gioie e per curare afflizioni. Oggi mi son detta ‘esci, vai in uno spazio aperto e sicuro, metti le mani prima nella farina, impasta, cuoci, inforna un dolce e poi passeggia nell’erba tagliata, controlla l’orto, allontana i parassiti, anche dalla mente, raccogli un po’ di ciliege, poi torna, apparecchia, togli il dolce dal forno, respira, è pronto da mangiare, ringrazia Dio per tutto questo e mangia con gusto, senza pensare a niente se non al momento che stai vivendo!’.
E così è arrivato il mio banana bread di oggi. L’ho desiderato per tanto tempo ma a casa piace solo a me e ho sempre rimandato ma oggi ... non ho più potuto resistere. E

E' un dolce buonissimo, da tenere sempre in dispensa perchè ti fa le coccole e ti sazia. Puoi aggiungere anche tante spezie, cioccolato, uvetta, cioccolato bianco. Uno alla volta o nessuno proprio, perchè anche da solo è buonissimo. Basta già il profumo delicato della banana e la sua soffice e tenuta consistenza a renderti felice.

Qui la ricetta per voi che me l'avete chiesta.



_____________________________________________________________________________

Banana bread

Ingredienti

250 gr di farina 00
150 gr di zucchero
4 gr di bicarbonato
Un pizzico di sale
3 banane mature
3 uova piccole
100 gr di Vallé, o burro o olio di semi di arachidi
100 gr di cioccolato fondente
Un vasetto di yogurt bianco (in mancanza anche il succo di mezzo limone)
(Ingredienti facoltativi)
Un cucchiaio di gherigli di noci tritati
Un cucchiaio di mandorle tritate 
un cucchiaio di mandorle a scaglie

Procedimento

In una ciotola mescolare la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il sale.
Tagliare il cioccolato fondente in piccoli pezzi e aggiungerlo agli altri ingredienti della ciotola.
Schiacciare con una forchetta le banane.
Sbattere le uova e aggiungere le banane, lo yogurt (o il limone), il burro (o l'olio di semi di arachidi o la Vallé ammorbidita).
Unire tutti gli ingredienti solidi e liquidi e amalgamare.
Versare il composto in uno stampo per plum cake rivestito con carta da forno e distribuire sulla superficie la granella di noci e mandorle o le scaglie di mandorle.
Cuocere in forno a 170°/180° per circa un’ora, fino a quando lo stecchino immerso ne uscirà pulito.
___________________________________________________________________





SHARE:

22 maggio 2020

Muffin salati ai peperoni, formaggio e timo


Ecco i miei muffin salati ai peperoni, formaggio e timo.

Io mi porto avanti e comincio a pensare a quando non avrò più paura di stare con la gente e telefonerò ai miei amici dicendo ‘sto preparando un cesto di cose buone da mangiare, che ne dite andiamo a mangiare sugli scogli? Voi portate da bere...’.
SHARE:

8 maggio 2020

Formaggio primo sale

primosale
E qui faccio outing. Sono stanca. Direte ‘tanto piacere, chi non è stanco?’- Si ma io sono stanca di cucinare. Accorruomoooo! Se una che ha un blog di food dice questo è finita. E invece trattasi di revisione delle proprie priorità. E si… perchè il cibo è una compagnia meravigliosa, un mezzo di comunicazione, di amore, di consolazione vabbè … ma quando o per motivi di … rotondità, o per ragioni di blog comincia a creare ansia allora bisogna ridimensionare la cosa.
SHARE:

6 maggio 2020

Confettura di fragole



Finalmente sono arrivate le fragole.
Io amo questo frutto, perchè lo associo al mese di maggio, che amo anche per il suo profumo di rose. Mi donano la primavera e la speranza di una stagione sempre più piena di luce e tepore. E' un sapore che mi accarezza per la sua delicatezza.

E poi come non pensare alle confetture assaporate in Trentino durante le mie magiche colazioni con il burro di malga spalmato sul pane di segale al finocchietto selvatico?
Insomma un piccolo e semplice frutto che nella mia vita ha un posto d'onore.

Poco tempo fa mi hanno chiesto una ricetta per una confettura di fragole, ma ho dovuto ammettere che non ne conoscevo una da consigliare. Ne ho provate tante e mai ho ottenuto un dignitoso risultato. Quindi ho chiesto aiuto alla rete e ho trovato una ricetta consigliata da Morena sul suo sempre affidabilissimo blog, che ha attirato la mia attenzione. L'ho scelta fra mille ed è stato come vincere alla lotteria.
Evviva evviva, ho trovato la mia ricetta per la confettura di fragole. 
Come potete vedere io l'ho assaggiata su un pane semi integrale generosamente imburrato. Un piccolo pezzo, una grande emozione.
Se la provate fatemi sapere quanto vi è piaciuta. Perchè vi piacerà tanto, lo so lo so.


--------------------------------------------------------------------------
Confettura di fragole (di Morena Roana, leggermente modificata nelle dosi)

(Ingredienti per 6 vasetti da 250 gr)

2 chili di Fragole già pulite
gr 1000 di Zucchero 
1 bottiglia di vino bianco
1 limone e mezzo


- Togliere il picciolo alle fragole e lavarle nel vino bianco.
- Tagliarle a pezzetti.
- Metterle in una pentola bassa e larga in rame o antiaderente e mescolarla allo zucchero e al succo di limone (conservate la buccia e i semini del limone e chiudeteli in un sacchetto di garzina).
- Lasciare macerare per mezz'ora circa.
- Legate la garzina con i semi e la buccia del limone con uno spago alimentare, immergetela nelle fragole e legatela al manico della pentola.
- Mettere sul fuoco con un coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio/basso..togliere il coperchio e lasciare ancora un paio di minuti, vedrete che si formerà uno sciroppo..

Ora seguite attentamente questi passaggi e non vi spazientite, è più semplice di quanto si possa immaginare.

- con un mestolo forato scolate le fragole e mettetele in un contenitore (magari tenuto al caldo)
- Far bollire lo sciroppo per 5 minuti a fuoco medio e schiumando se necessario.
- Aggiungere di nuovo le fragole e farle bollire per 5 minuti. 

- ripetere ancora  queste tre operazioni.

- ripetere ancora queste operazioni ma facendo sobbollire per 10 minuti anzichè 5.
Però, attenzione, solo se state preparando questa quantità di frutta, altrimenti riducete a 5 minuti anche qui.

- eliminare il sacchetto dei semini/bucce

- Anche se vi sembra liquida è pronta. 
Per sicurezza fate la prova 'piattino freddo' (che consiste nel mettere qualche goccia su un piattino da caffè tenuto in freezer). 
Se nonostante tutto scivola, fate cuocere per qualche altro minuto.
Se si ferma è pronta.

- versatela ancora bollente in barattoli sterilizzati (o in acqua bollente o in forno a 120° per 30 minuti). Chiudete e capovolgete. 
--------------------------------------------------------------------------


SHARE:

4 maggio 2020

Crostata di frolla Milano con confettura di fragole e limoni


Giorni pieni, o forse no, è la mente ad essere piena.
Da oggi si riparte con cautela. Mi sento senza equilibrio. Non avendo un punto fermo sul calendario per pianificare, tutti i tentativi di organizzare progetti, pulizie, riordino, sono risultati vani, quasi dovessi rimanere chiusa in casa per sempre e quindi non valesse la pena fare granchè.
Per fortuna che almeno la cucina non si è mai fermata e ora mi ritrovo tante ricette da pubblicare e non so quale scrivere prima.
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI