12 marzo 2010

I germogli e la pioggia

La pioggia porta con se non solo malinconia. Evoca anche emozioni e si allinea perfettamente a questo che è il tempo della Quaresima. Durante l'ultimo infinito temporale che ha allagato tutta la mia terra ho trascorso un pò di tempo dietro la mia finestra ad osservare attraverso la cascata del cielo, il mondo di fuori.
Un passerotto ignaro della mia presenza, ma intirizzito dal freddo e rincuorato dal mio davanzale, si è fermato per un pò con me. E all'improvviso mi son ritrovata a pensare alla Settimana Santa e alla Pasqua che per me, forse più del Natale, mi comunica una fortissima emozione. Un senso di rinascita. E ripercorro con la mente quello che fin da bambina la mia mamma mi ha insegnato. Tra le tante cose, la piantina di germogli cresciuti al buio, da offrire al Sepolcro.
E così ho raccolto in una ciotola bianca l'acqua che cadeva dal cielo, e ho posato su un letto di ovatta bianca dei legumi che, al buio, diventeranno bianche piantine da offrire in dono.


SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI