29 settembre 2009

Strudel 'tiramisù'

Da un pò di giorni sembra che nell'aria ci sia il virus di quella che dalle nostre parti si chiama 'susta', cioè un nervoso latente che ti fa sentire a disagio con tutto e tutti, che ti fa scattare all'improvviso perchè ogni cosa ti da fastidio e ti senti all'improvviso giù, molto giù. Ti guardi intorno sperando di trovare un appiglio di buonumore negli amici che incontri, ma vedi che anche loro sono stati contagiati e se mai cominci a raccontare i tuoi motivi, subito ti rispondono con 'mmm, ma non sai a me cosa è successo...bla bla bla', e il tuo bla bla bla che serve come terapia per estirpare da dentro il tuo magone, ti rimane bloccato in gola. E ti strozzi di malinconia.
E allora tristemente o ti lasci andare o reagisci. E vai di corsa a casa e prendi il foglio di pasta sfoglia che sta li, che ti aspetta come sempre per i tuoi momenti di emergenza e si prepara ad abbracciare tutto ciò che fra un pò potrà mitigare la 'susta' che ti porti dentro. E allora, ma si dai, biscotti (li mettiamo integrali, ma con lo zucchero di canna, con la scusa che sei sempre, non è vero, a dieta? ma si... chissenefrega), pinoli che mi fanno impazzire, le mele che tanto quelle stanno, senza fichi che sono finiti o se stanno chi va in campagna a raccoglierli?, che ci mettiamo di profumato? una scorzetta di arancia... e anche di limone, si si , va bene cosi? che altro? nient'altro che non c'è altro davvero. Dai, veloce, che il forno è caldo, arrotola subito, pungi con la forchetta, mannaggia ora esce tutto, no, dai, ecco cosìììììì. Ecco fatto, in forno.

Finito il flusso di coscienza....e di pensiero...

E giù una nevicata di zucchero a velo.....
Eccolo li il mio strudel consolatore, caldo e profumato, che mi viene in soccorso e mi risolleva lo spirito e anche l'umore. Altrimenti non stavo qui a raccontarla......
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI