15 settembre 2009

Torta di mandorle

Direttamente dal quaderno delle ricette della mia mamma, che scrive aprendo a piacere la pagina e non segue alcun criterio di impaginazione (e poi ovviamente anche di ricerca)...
... Ma direttamente dal forno della mia mamma un dolce buono, ma buono che te lo mangeresti tutto e che io cerco di centellinare, ma come si fa? Il sapore delle mandorle ti entra nell'anima e vorresti continuare non tralasciando nemmeno una briciola. E allora come fare per limitare i danni alla linea (che io dico sempre non è più linea ma è diventato ovale?)
Mangiare un bel pezzettone di torta, comodamente seduti a tavola, chiudendo gli occhi e godendo a pieno di questo magico profumo. E poi un bel bicchiere di latte freddo e.... salta il pranzo, la cena, ecc per il resto della giornata.

Torta di mandorle Mansueto

- 500 g di mandorle sbucciate e leggermente tostate
- 6 uova
- 300 di zucchero
- 1-2 cucchiai di farina
- un limone grattugiato
- un bicchierino di limoncello
- una bustina di Pane degli Angeli
- zucchero a velo per guarnizione

Macinare le mandorle sbucciate e appena tostate.
Montare a neve gli albumi.
Lavorare i tuorli con lo zucchero e piano piano aggiungere tutti gli altri ingredienti (farina, scorza di limone grattugiato, il limoncello, il lievito, le mandorle e gli albumi).
Versare in un tegame da forno coperto di carta da forno (essendo molto fragile e friabile la carta da forno aiuta a ... muoverla).
Infornare a 200° circa fino a doratura.
Cospargere di zucchero a velo.
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI