10 giugno 2011

Passeggiata in Terronia


Ci sono un sacco di cose che mi fanno inc... arrabbiare scusate.
Soprattutto quando vedo la televisione, quando leggo i giornali e quando leggo le notizie sul web.
L'ultima notizia che mi ha fatto sorridere con aria di sufficienza prima, e subito dopo mi ha fatto imbufalire, è stata l'affermazione della miss verdolina leghista, secondo la quale non devono assolutamente partecipare candidate TERRONE al concorso.
Avete presente un vulcano con tappo che vuole proprio esplodere? Bè, devo dire (e chi mi conosce lo sa) che sarei stata mooooooolto contenta di poter essere li al momento di quell'annuncio.
Penso che avrei reso memorabile quel giorno.
Chi mi conosce sa che una volta, in previsione di un mio trasferimento al nord, in zona verde, durante il boom della Lega e della Pivetti che con capello riccio e taglio carrè e faccia incazzata andava per programmi in tv e ne diceva di cose perfide.... non l'intellettuale chicvestita di oggi...... bè insomma dicevo che, sapendo di andare in zona di guerra, mi dissi 'e guerra sia', e mi stavo organizzando per stampare magliette con su scritto 'Southern pride' dietro e per gli ignoranti verdi che sicuramente non parlavano inglese 'ORGOGLIO TERRONE'  sul davanti, che si nota di più.
Poi, buon per loro, e forse anche per me, saltò il trasferimento.

Bene, perchè ho fatto questa premessa?
Perchè oggi guardando il mio pranzo veloce e fresco, mi son resa conto che c'erano delle cose semplici, buone e che esistono solo qui, almeno gli originali.... perchè le copie ci sono ovunque..
E allora ho fatto foto qua e là, senza impegno, senza ricetta, solo per farvele vedere e sperare di farvi sentire la sensazione di freschezza e morbidezza e croccantezza  che ho provato io.....

Eccovi quindi i 'ciangiùff', barattieri o cocomeri come li chiamiamo noi. Forma di meloncino, sapore più leggero e fresco del cetriolo. Quando un meloncino non sa di niente noi diciamo che è 'com nù c-co-mr'.
Quando un cocomero è dolce diciamo che è 'com nù m-lòn'.
Qui, in Terronia, si mangia per accompagnare tutto il pasto, ma in particolare i primi con sugo, come cavatelli integrali con cacioricotta, bucatini e fagiolini, ecc....
E se ne possono mangiare tanti, non sono indigesti e sono fortemente dissetanti.

Poi ci sono i fioroni, che NON sono i fichi, ma la prima fioritura che lo stesso albero fa a giugno.... poi ad agosto settembre fa i fichi....
E i fioroni sono come .... fichi acquosi, freschi, ciccioni, poco zuccherini e dissetanti e morbidi...

Vogliamo parlare delle Burratine?, involucro di pasta di mozzarella che contiene pasta di mozzarella e panna e burro..... una cosa divina....
Ovviamente noi, QUI, avendo i caseifici a 500 metri di distanza da casa, le compriamo e le mangiamo solo se sono di giornata e  sdegnamo quelle del giorno prima.... c'è chi può....

E i taralli li volete? Ma non quelli delle buste da 200 g. dei supermercati...... ma quelli che arrivano ogni giorno nel negozio di sotto e che sono freschissimi e croccanti e 'sprizzilend', cioè friabili....

Ecco, vi ho fatto fare una passeggiata in Terronia, terra amata e infuocata soprattutto nel mio cuore.....
E dicessero pure che sono attaccata al trullo, ma io qui ci sto benissimo..... e quando vengono qui quelli verdi, quelli gialli, quelli di tutti i colori insomma, si trovano benissimo anche loro.... sempre.
E sono i benvenuti ... sempre.
Alla prossima....
SHARE:

36 commenti

  1. Grandissimi ingredienti, che spesso non hanno bisogno di una ricetta: grazie dell'assaggio, mi mancavano proprio! (da una napoletana in terra "nebbiosa", fra i verdolini..)

    RispondiElimina
  2. bene..... dopo il lodevolissimo"cantico delle terroni di terra di terronia"......mi hai fatto venire immediatamente in mente...........siamo a metà giugno quasiiiiiii e quindi......tempo di " c'lumm d' SantAntuono" ...cioè tradotto per chi non è del luogo: i fioroni di Sant'Antonio!!!!!
    ....devo organizzarmi e andare in campagna a raccoglierli!!!

    baci...belle foto.....

    RispondiElimina
  3. Sorrido (vorrei anche assaggiare, però).
    Io di tipico al momento potrei fotografarti degli involtini primavera, al momento ;D, come li fanno a dalle mie parti non li fa nessuno...
    La Pivetti vestita similsciuretta la prendevamo in giro, ricordo i professori all'Università in Cattolica quanto prendessero le distanze, ghignando. Anche lei era un prodotto locale, ma pochi ne andavano fieri.
    Di quel periodo ricordo le pause al bar con i taralli. Industriali però. Cacchio.

    RispondiElimina
  4. ahh ehhh che sono taaaanto fiera della mia terraaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ehehe mia cara Anna ma tu non devi ascoltare quella, sai che da che mondo e mondo sono belle senza cervello!..di cattiverie se ne dicono tante e ti assicuro che ne sento molte al contrario e piuttosto cattive, l'unica è non badarci..
    ammetto che avete una grossa fortuna, il sole, il mare l'aria diversa ed ovviamente tanti prodotti che qui non ci sono!..magari un giorno riuscirò a fare un giretto da quelle parti, ho sempre voluto vedere i trulli, mi attirano proprio!..
    ciao belessa!!
    Da una Terrona dell'Europa ahaha!

    RispondiElimina
  6. Piu' che cattiveria oserei dire che certe persone sono dotate di ignoranza all'ennesima potenza...ma dico io, siamo tutti cittadini intanto italiani, poi d'Europa e per finire del mondo...ogni luogo e paese ha le sue bellezze e peculiarità ed è bello saperle aprezzare indipendentemente da dove si trovino, a nord o a sud, a est o a ovest...te lo dice una che è nata in Sardegna ma ha vissuto dalla tenera età di 2 mesi sino a 3 anni fa in una ridente località verde del nord e che adesso vive all'estero :) è splendido esere cittadini del mondo, questo è il mio pensiero ^_^
    Lascia perdere e non arrabbiarti per le affermazioni della miss verdolina..servirebbe solo a darle importanza e non la merita!
    Un bacione e buon fine settimana..
    p.s. ma che spettacolo le immagini delle bontà che avete li :))

    RispondiElimina
  7. QUesta è una cattiveria bella e buona...per me che sono lombarda al 100% ma..mi sento terrona dentro!!!!!L'Italia non sarebbe tale senza il sud ed i suoi tesori!Le testine di vitello, sono ovunque invece.No comment sulle butade leghiste...bacione!

    RispondiElimina
  8. Se mai ci incontreremo questo convivio è a mio avviso delizioso :)bravissima
    .. e per il resto meglio non ascoltare
    felice fine settimana ciao

    RispondiElimina
  9. Viva la tua prima reazione... il senso di superiorità, non rispetto al nord, ma all'ignoranza ;))
    Barattieri ne sto mangiando a quintali, ma fioroni ancora no.. :(( me ne passi uno?

    RispondiElimina
  10. Bellissimo questo post... che invidia le burratine. Ammazza quanto devono essere buone ;)

    Agnese

    RispondiElimina
  11. ecco, con post come questi.... mi sciolgo.. che meraviglia ^_^

    RispondiElimina
  12. Passerei sopra certe affermazioni incattivite...e direi di farsi una bella vacanza in Puglia, perchè come ho mangiato lì io non ho mangiato da nessuna parte..non me ne vogliano gli altri.
    La tipica e sana cucina Mediterranea (la m maiuscola è proprio d'obbligo)
    Io mi rimpinzo spesso di taralli ahimè industriali, ma come si fa, sennò?
    Mi mancano i profumi e i colori, mi mancano le burrate, le mozzarelline, i pomodori, le fave in umido, la pasta fatta in casa...e non finisco più, mi manca l'olio d'oliva...
    e basta.
    stop

    RispondiElimina
  13. Che dire, sono nata a Bologna, che amo moltissimo, ma le mie vere origini sono pugliesi, per la precisione Modugno. Il tuo post è stato per me un viaggio meraviglioso ricco di ricordi e di sapori che conosco bene sin da quando avevo il pannolino!! ;-) Capisco bene tutto cio' che scrivi, non so dirti quante volte mi sono scontrata con la realta' della terronia!! Quante ne ho sentite, alcune veramente molto brutte. Il mio cognome è moooooltoooo terroneeee, ma ne vado fiera, e ancora vedo smorfiette quando qualcuno lo sente, peggio per loro. Ma parliamo di cose serie, ;-) mi mancano da morire i ghimmiriddi!! Ho voglia di scupatizz, della focaccia pugliese con i pomodorini appena uscita dal forno e del fior di latte preso fresco fresco dal caseificio di fiducia!!! Be' basta....mi è venuta troppa nostalgia!! Ah dimenticavo, a quella poveretta che ha vinto miss padania, possiamo solo augurarle di mangiare per tutta la vita risotto alla milanese, perchè i cavatelli con la ricotta dura ce li godiamo noi!!!! A lei verrebbe la cellulite poveretta!!!;-p

    RispondiElimina
  14. Lascia stare non conviene perdersi con questa gente, tanto si tagliano il ramo sotto i piedi da soli, non vedi sono già in confusione. P.S. Comunque non mangiamo male neanche in Toscana eh. Ciao Zanzino

    RispondiElimina
  15. Bellissima la passeggiata!! Grazie! Ma rimane l'amaro in bocca per non averle qui tutte queste meraviglie! :D Mia madre, i cucumr, li fa in insalata con i suoi carciofini sott'aceto e i pomodorini, un pò di aglio, olio e menta. Quante volte da ragazza ho snobbato quel piatto!!...
    E i fioroni... Di quelli ne facevo scorpacciate sotto l'albero di casa di nonna a Rutigliano. Il mio cuore resta là, sotto quell'albero dove da bambina si giocava con tutti i cugini e la nonna con le sue gote rosse ci sgridava affinchè non calpestassimo i suoi fiori preferiti e ci guardava, come a chiedersi come sarebbe stato il nostro futuro....
    Ci pesava!... L'odore mi riporta a lei ogni volta...
    Qui in polentonia non sanno nemmeno cos'è il fiorone e nemmeno la burrata! :(
    Mi manca la mia terra!
    Ciao Anna

    RispondiElimina
  16. ti dovrebberio fare Assessore di Terronia, bella mia...non fai che attirare gente in Puglia come mosche con il tuo ben di diio
    o ben di annina!!!

    RispondiElimina
  17. Viva la Terronia! Ed i terroni come noi!:)

    RispondiElimina
  18. NON SAI COME SONO DACCORDO CON TUTTO QUELLO CHE HAI RACCONTATO E QUANTO MI MANCA LA MIA TERRA,IO CHE SONO AL NORD DEL NORD.SIAMO FORTUNATI NOI TERRONI IL SOLE CI ACCOMPAGNA SEMPRE,ECCO PERCHE'SIAMO DELLA BELLA E BRAVA GENTE.UN ABBRACCIO......

    RispondiElimina
  19. scusa ho dimenticato di firmare ,un abbraccio é della parte di Antonella

    RispondiElimina
  20. Bellissimo post! Buona serata

    RispondiElimina
  21. anna, il tuo post è bello e la tua rabbia comprensibile, ma trovo che l'orgoglio meridionale possa essere pericoloso quanto l'orgoglio settentionale, sono solo due facce di una stessa medaglia, io sono orgogliosa di essere italiana e basta, mi piace l'italia tutta intera e vorrei che ci mischiassimo di più senza dividerci perchè ne guadagneremmo tutti quanti, se tu ti fossi trasferita avresti probabilmente scoperto che non andavi in zona di guerra ma in una italia civile quanto la tua, non necessariamente "verde", la padania non esiste e non è mai esistita, è solo l'invenzione di gente ignorante cui molti (anche meridionali) danno retta per motivi che non ho mai capito, il punto non è se le ragazze meridionali abbiano o meno il diritto di partecipare a miss padania, il punto è che miss padania non ha ragione di esistere, tutto qui, come non ha senso una squadra di calcio della padania... amo pensare che posso essere orgogliosa della burrata pure io e che tu possa essere orgogliosa dellle 13 dop di formaggi bergamasche, ci sarebbe tanto da dire, magari un giorno ne parleremo in città alta mangiando polenta e funghi porcini :-) se ci vieni non partire armata di maglietta, mi ricorda quel libro di camilleri dove due vecchietti veneti vanno in sicilia in vacanza con la pistola perchè pensano di andare nel far west :-)
    buona domenica
    ps - i fioroni ci sono anche qui, si chiamano fiure

    RispondiElimina
  22. ORGOGLIOSA DA MORIRE di essere terrona!!!Il prossimo w.e.scendo in Puglia e farò scorpacciata di barattini e fioroni e burratine e ecc.....:-))

    RispondiElimina
  23. Grande Anna!!!! Purtroppo il mondo e' pieno di gente che parla senza collegare il cervello! Io ho letto la nostizia nel web e dopo un momento di vergogna per le parole della miss, mi sono resa conto che per fortuna non la pensiamo tutti come lei! Come dice stella di sale, il movimento a camicie verdi e' una buffonata, l'italia siamo noi, con le tante differenze che invece che separarci ci arricchiscono, con la burrata che io mangio uno o due giorni dopo la preparazione perche' prima non la trovo, ma mi sembra divina comunque,con i fioroni che invece abbiamo anche qui, con un piatto di cassoela che la mia mamma sarebbe felice di cucinarti se fossi qui...
    Ti abbraccio e...mi hai fatto venire voglia di burrataaaaa!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Ciao!! Ma i ciangiuff sono quelli che hai portato a Sorrento! che bel giro...nn dar retta agli stolti...nn ti curar di loro...! w la terronia, la gente e i prodotti e tutto!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  25. Cara Anna, intanto impara a selezionare i programmi televisivi, poi ricorda che la mamma dei cretini è sempre incinta, infine rammenta che una delle tue migliori amiche vive nell'algido nord con grandi soddisfazioni e ottime relazioni, perchè la dignità e il decoro sono l'ombelico del mondo!La lariana

    RispondiElimina
  26. ma quante bontà!! siamo così fortunati ad essere in italia: ogni paese ha le sue specialità gastronomiche, oltre che naturalistiche e paesaggistiche! come si può denigrarne una parte così importante...

    RispondiElimina
  27. Sottoscrivo in pieno tutto il tuo articolo. Le terre del sud sono uno scrigno di storia, arte, cultura e...last but not least (e qui i verdolini cascano come l'asino) di giacimenti gastronomici. Quindi viva il sud con la sua centenaria cultura dell'accoglienza !!!

    Un piccolo memo : fra 10 g circa scade il concorso Gustoshop in fiore, che fai passi e lasci una tua ricettina "terronica" ? Ne sarei orgogliosa !!!

    Ciao Anna
    Marilì

    RispondiElimina
  28. x tutte.... ragazze, ha ragione Simoff quando dice che più che un post sembra un manifesto ....
    non avevo intenzione di sembrare razzista, anzi, deprecavo proprio questo.
    e chi mi conosce lo sa, che non c'è niente di più aperta di casa mia e della mia mente e della mia voglia di socializzare.
    Mi dispiace solo che gente così abbia posto in parlamento per esprimere queste idee.
    Comunque anche questa è libertà.
    E poi io, man mano che mi allontano da casa mia dico, 'che bello il mio quartiere...che bello il mio paese... che bella la Puglia.... che bella l'Italia.... che bella l'Europa....
    Quando andrò sulla luna dirò..... che bella la terra....
    E così via.
    E' solo una questione di prospettiva...e di punto di vista.
    Un abbraccio a tutte voi.
    anna

    RispondiElimina
  29. e va beh, tu stai in Puglia come si fa a competere... ;) Saluti ai trulli

    RispondiElimina
  30. Li ho mangiati l'altr'anno i barattieri (sono stupendi, e se ne possono mangiare tanti), eppoi le burrate, la stracciatella, i nodini, risopatateecozze, il calzone di cipolle... VOGLIO RIANDARE IN PUGLIA.
    Hai ragione, tutti sono benvenuti e quando fai la spesa ti chiamano Signò (potrei mordere quando succede) ma poi ti danno del "tu".
    Fantastico, ci tornerò.

    Ti volevo anche invitare a partecipare al mio contest "copiemabuone".
    L'idea è copiare e risparmiare calorie.
    Mi piacerebbe che partecipassi.

    Un grande abbraccio.
    P.S. C'è poco da essere orgogliosi.
    Io sarei STRAFIERA (poi Roma è Sud e io sono fierissima di essere romana - anche se odio profondamente i romani strafottenti).
    Secondo me chi parla male del sud è solo invidioso.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  31. Mia nonna era di "terronia" e ne son così fiera che un pò del suo sangue scorre anche in me...assaggio ogni singolo prodotto mi ci vuol proprio per comicnicare bene la giornata :)

    RispondiElimina
  32. Ho una novità:
    ieri mi hanno portato da Castellana Grotte (la mia amica Giusy e il marito Enrico) le ferrovie (ho ricordato bene il nome??).
    Buonissime.
    Ciao.
    P.S. Mi sa che su al nord non ce le hanno così buone!
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  33. ciao Anna, volevo ringraziarti per la bella passeggiata nella nostra Terronia...non hai idea di cosa darei per una bella menuncella (ciangiùff)!
    un abbraccio, Antonia

    RispondiElimina
  34. Grande Anna!!! Bellissimo post e grazie per avermi fatto conoscere qualcosa in più! ;-)
    Baciiii

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI