10 giugno 2011

Passeggiata in Terronia


Ci sono un sacco di cose che mi fanno inc... arrabbiare scusate.
Soprattutto quando vedo la televisione, quando leggo i giornali e quando leggo le notizie sul web.
L'ultima notizia che mi ha fatto sorridere con aria di sufficienza prima, e subito dopo mi ha fatto imbufalire, è stata l'affermazione della miss verdolina leghista, secondo la quale non devono assolutamente partecipare candidate TERRONE al concorso.
Avete presente un vulcano con tappo che vuole proprio esplodere? Bè, devo dire (e chi mi conosce lo sa) che sarei stata mooooooolto contenta di poter essere li al momento di quell'annuncio.
Penso che avrei reso memorabile quel giorno.
Chi mi conosce sa che una volta, in previsione di un mio trasferimento al nord, in zona verde, durante il boom della Lega e della Pivetti che con capello riccio e taglio carrè e faccia incazzata andava per programmi in tv e ne diceva di cose perfide.... non l'intellettuale chicvestita di oggi...... bè insomma dicevo che, sapendo di andare in zona di guerra, mi dissi 'e guerra sia', e mi stavo organizzando per stampare magliette con su scritto 'Southern pride' dietro e per gli ignoranti verdi che sicuramente non parlavano inglese 'ORGOGLIO TERRONE'  sul davanti, che si nota di più.
Poi, buon per loro, e forse anche per me, saltò il trasferimento.

Bene, perchè ho fatto questa premessa?
Perchè oggi guardando il mio pranzo veloce e fresco, mi son resa conto che c'erano delle cose semplici, buone e che esistono solo qui, almeno gli originali.... perchè le copie ci sono ovunque..
E allora ho fatto foto qua e là, senza impegno, senza ricetta, solo per farvele vedere e sperare di farvi sentire la sensazione di freschezza e morbidezza e croccantezza  che ho provato io.....

Eccovi quindi i 'ciangiùff', barattieri o cocomeri come li chiamiamo noi. Forma di meloncino, sapore più leggero e fresco del cetriolo. Quando un meloncino non sa di niente noi diciamo che è 'com nù c-co-mr'.
Quando un cocomero è dolce diciamo che è 'com nù m-lòn'.
Qui, in Terronia, si mangia per accompagnare tutto il pasto, ma in particolare i primi con sugo, come cavatelli integrali con cacioricotta, bucatini e fagiolini, ecc....
E se ne possono mangiare tanti, non sono indigesti e sono fortemente dissetanti.

Poi ci sono i fioroni, che NON sono i fichi, ma la prima fioritura che lo stesso albero fa a giugno.... poi ad agosto settembre fa i fichi....
E i fioroni sono come .... fichi acquosi, freschi, ciccioni, poco zuccherini e dissetanti e morbidi...

Vogliamo parlare delle Burratine?, involucro di pasta di mozzarella che contiene pasta di mozzarella e panna e burro..... una cosa divina....
Ovviamente noi, QUI, avendo i caseifici a 500 metri di distanza da casa, le compriamo e le mangiamo solo se sono di giornata e  sdegnamo quelle del giorno prima.... c'è chi può....

E i taralli li volete? Ma non quelli delle buste da 200 g. dei supermercati...... ma quelli che arrivano ogni giorno nel negozio di sotto e che sono freschissimi e croccanti e 'sprizzilend', cioè friabili....

Ecco, vi ho fatto fare una passeggiata in Terronia, terra amata e infuocata soprattutto nel mio cuore.....
E dicessero pure che sono attaccata al trullo, ma io qui ci sto benissimo..... e quando vengono qui quelli verdi, quelli gialli, quelli di tutti i colori insomma, si trovano benissimo anche loro.... sempre.
E sono i benvenuti ... sempre.
Alla prossima....
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI