21 maggio 2010

Festival delle Letterature 2010

ore 13,00
In mio viaggio inizia in compagnia solo della pioggia e della musica. Il piano e le emozioni di Giovanni Allevi mi accompagnano lungo la strada lunga 5 ore. Ogni tanto è bello restarsene da soli con i propri pensieri e lasciarsi accarezzare l'anima dalle mille sensazioni che ti arrivano dai paesaggi che la nostra meravigliosa terra ci regala, anche se immersi nella pioggia, da una strada percorsa con calma, assecondando il proprio bisogno di rilassarsi alla guida, dalla gioia di un viaggio appena iniziato e che nasce sempre pieno di speranze e di desiderio.
E' bellissimo mettersi in viaggio ed essere accompagnati anche dal sole che fa il giro verso l'orizzonte e ti dona colori caldi che ti rassicurano e ti invitano a gioire di ogni momento e di ogni cosa che illumina.
E poi l'ora più bella per arrivare a Roma è sempre il tardo pomeriggio, quando la città si illumina di una luce meravigliosa e si offre generosa a chi la sta guardando.
Tempo di un bacio e la gioia di una vacanza che inizia e ci dirigiamo verso uno dei posti che amo di più di Roma. E verso una manifestazione che ormai seguo da tre anni e a cui non vorrei mai rinunciare. Potessi seguirla dall'inizio alla fine lo farei con tutto il mio cuore ed entusiasmo perchè è capace di regalare delle emozioni fortissime.
Il Festival delle Letterature da diversi anni ormai riesce a veicolare la cultura e ad attirare grande attenzione su di essa, attraverso brani inediti, letti da bravissimi attori, filosofi e accompagnati dalle note di musicisti ispirati.... si svolge in diverse serate e ogni anno viene proposto un tema conduttore, un filo leggero che ispira gli autori a comporre brani inediti e che magicamente si intrecciano con la musica e il tramonto di Roma, in uno dei posti più magici di questa città, la Basilica di Massenzio .
La bravura dell'organizzatrice, piacevolissima da ascoltare nella sua timida e pacata presentazione, la bellezza e la professionalità di Lucrezia Lante della Rovere, la sensazione che il tempo torni regalandoci ancora fortissime emozioni grazie a Raffaele La Capria,  il ritmo incalzante dell'umorismo di Filippo Timi, con la sua mimica irresistibile e le pagine sfogliate, il tutto sottolineato dalla splendida musica di Rocco De Rosa sono stati uno dei regali più belli che io abbia mai ricevuto da questa magica Roma.
Il tema di quest'anno è 'La Vita Dolce. Il ritmo del pensiero'.   Ma cliccate qui e leggete la splendida presentazione della manifestazione.   Io vi regalo le mie immagini della serata.
Immaginate .... il tramonto di Roma, l'aria fresca, il pubblico silenzioso, la musica che parte e ... la serata che comincia......
Buona visione....

 

SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI