16 febbraio 2009

Neve

E' arrivata la neve anche qui. Mentre tutto sembrava pronto a fiorire. E' arrivato il freddo pungente, la gioia dei figli che non vanno a scuola (perchè qui da noi bastano due fiocchi per gridare 'allarme' e le scuole restano chiuse...), le imprecazioni di chi deve mettersi in viaggio con il ghiaccio alle 6 di mattina (...), la mia paura di scivolare fuori di casa. Ma non è solo disagio la nostra neve.
E' anche ricordo di una cosa buonissima che faceva la mia mamma, raccogliendo la prima neve bianca e pulita che cadeva in un piatto messo apposta fuori, sotto la bufera.
Era il 'sorbetto' fatto solo di neve e vincotto di fichi, che sapeva di stupore e magia.
Imbacuccati con sciarpe, cappelli e guanti, si correva in quella neve che da noi durava mai più di tre giorni, per lanciarsi le palle, costruire un micropupazzo di neve, aprire la bocca e farsi cadere dentro i fiocchi che, invece, andavano negli occhi.
Oggi niente ricette, solo questo ricordo di bambina.
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI