26 maggio 2011

Acquasèl o Ciallèdd


C'è una pentola che bolle e che sprigiona odori buoni. Sembra quasi un calderone non di strega  ma di fata.
In questo periodo la natura è benigna e ci sommerge di cose buone.
C'è un cesto delle fragole del mio giardino e altro..... ma questo sarà il prossimo post.....

Ora un piatto antico, merenda/cena che rinfrescava i caldi pomeriggi d'estate.
Immaginatevi allora al fresco di un grande albero, intorno silenzio e solo le cicale, tante, che cantano, la stanchezza di un giorno di sole e tanta fame che puoi mangiare di tutto in quel momento e ti sembrerà sempre sicuramente un piatto speciale.
Quindi ecco a voi.... 

Acquasèl o Ciallèdd

- Cocomeri ciangiuff (barattieri), ma siccome sicuramente non li avete metteteci i cetrioli
- una cipolla rossa
- uno spicchio d'aglio
- una costa di sedano con tutte le foglie
- pomodorini rossi profumati, la specie decidetela voi
- origano
- pane raffermo, anzi raffermissimo
- sale
- olio extravergine di oliva
- acqua freddissima

In una grande coppa tagliare a pezzi il cocomero, i pomodorini, il sedano, e il pane.
Tagliare a fettine sottilissime la cipolla rossa e a pezzettini l'aglio (per chi non lo gradisse, può tagliarlo in due o tre pezzi e poi eliminarlo).
Aggiungere l'origano, il sale e l'olio.
Riempire la coppa di acqua freddissima e aspettare che si 'spònzi' il pane, cioè che si ammorbidisca un pò.
Ma poco però, perchè quando si mangia si deve ancora sentire sotto i denti qualche pezzo duretto.
Mangiare con il cucchiario, per accompagnare anche con l'acqua condita.
SHARE:

17 commenti

  1. praticamente la mia infanzia!!!! <3

    RispondiElimina
  2. Buonissima! Mi piacciono tutti questi ingredienti freschi e croccantosi! Ma il cocomero ciang....qualche cosa, ha lo stesso sapore del cetriolo??
    Baci Annina, ora corro a comprare il mensile per leggerti ;-)

    RispondiElimina
  3. Una ricetta assolutamente affascinante soprattutto proposta da te :-) Ho giusto il problema del cocomero e adesso devo scoprirlo! Buona serata

    RispondiElimina
  4. Un poco di estate nel mio inverno australe,con un post gentile e sapori antichi...grazie, Simonetta

    RispondiElimina
  5. Deve essere buonissima! Non l'ho mai assaggiata! Devo assolutamente provarla!bacioni!

    RispondiElimina
  6. che bello, il ciangiuff come mi mancaaa!!Che me ne mandi una vagonataaa!!baci alla mia amata Puglia!

    RispondiElimina
  7. @ fiori... bellissimo il tuo blog. Ci ripasserò con calma... ma quanti siamo noi del sud, in giro per il mondo? taaaaaaaaaanti....
    @ Rosalba... diciamo che è la cosa che si avvicina di più
    @Edda... appena torna Patrizia da qui (lo sai che viene in vacanza qui vicino a me no?) te lo mando...
    @Glu.fri... estate pienissima in questi sapori...
    @Titti... è un piatto povero, ma delizioso, te lo assicuro
    @amichecuoche... vedi primo commento... ma quanti siamooo? tutti spalmati dappertutto...
    Magari te li spedisco se ti mancano così tanto.

    RispondiElimina
  8. tu pensa che mia moglie ricorda ancora quel sapore di quei cocomeri che avevamo mangiato a casa tua, mille anni fa..........
    questa ricetta sarà il leit motiv della mia estate e la ricerca dei cocomeri sarà un grande divertimento.
    GRAZIE!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. quanto amo questi piatti... che emraviglia e che bella foto! un bacione! :)

    RispondiElimina
  10. premessa gigantesca: sono allergica ai cetrioli, che ci metto??

    RispondiElimina
  11. Fortunatamente a giugno qualcuno verrà in mio soccorso...però se dovessi essere disperata terrò presente..GRAZIE!Ma noi siamo taaantii e stupendi!!Baci!

    RispondiElimina
  12. Una panzanella goduriosa o sbaglio? Foto superlativa.

    Buon week end

    RispondiElimina
  13. l'albero mi sembra essenziale...così come le cicale...il caldo..... magari una sola ciotola e due cucchiai ...una intimità che sa di vita pulita.

    RispondiElimina
  14. Mi piace... mi piace questo piatto, mi piace il suo essere antico, mi piacciono gli ingredienti, mi piacciono le tue foto, mi piace passare da te! Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Non conosco questa ricetta..grazie è bellissima ciao

    RispondiElimina
  16. Mi sa di....sano e gustoso. Questo piatto pugliese lo conosco per mezzo di mia madre. E' appetitoso e fresco, adatto per rinfrescare quelle giornate luminose e assolate che dalle tue parti sono meravigliose. Grazie dell' idea!!! E' sempre un piacere passare dal tuo blog.

    RispondiElimina
  17. una preparazione molto appetitosa, dovremmo aspettare un po a farla da noi, hanno requisito tutti i cetrioli, nulla toglie a questa ricetta appetitosa e poi ho imparato ciangiuff

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI