24 gennaio 2009

Gelatina di arance

Per rinascere dal grigio c'è bisogno di colori. Ma anche di profumi e di sapori.
Per emergere dal buio della notte, ogni mattina metto la sveglia mezz'ora prima di quanto servirebbe per creare un momento solo mio. Preparo un thè caldo, prendo il libro del momento, ancora nella luce soffusa del mattino, mi siedo comodamente e leggo. Stamattina avevo voglia di qualcosa di più. Un qualcosa di dolce e profumato e morbido. E allora ho ripescato nella mente una ricetta che avevo visto tempo fa su un blog. La descrizione di una marmellata che aveva saputo evocare emozioni legate al colore, ai profumi e ai sapori. Sul tardi ho cominciato a prepararla e sono riuscita a creare la magia.


Marmellata di arance e mele

- 600 g di arance non trattate
- 500 g di mele
- 500 g di zucchero di canna
- 900 cl acqua

Lavare per bene la frutta. Mettere a bollire acqua e zucchero per ottenere lo sciroppo. Con l'attrezzo che vedete in foto ricavare tante striscioline di buccia di arancia (così non viene via anche la parte bianca) e in un pentolino a parte farle bollire per mezz'ora.
Dividere in due tegami separati lo sciroppo di zucchero. In uno spremere il succo delle arance e aggiungere le bucce bollite. Nell'altro immergere le mele precedentemente sbucciate e tagliate a fette sottili e portare ad ebollizione. Dopo circa 10 minuti di ebollizione, unire in un unico tegame e proseguire la cottura fino a raggiungere la densità desiderata.
Di solito ci si regola lasciando cadere qualche goccia su un piatto pulito e, dopo averla fatta raffreddare un pò, vedere se si è rappresa.
SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI