18 aprile 2012

Quiche patate al prezzemolo e pancetta


E' tempo di liberarsi, liberare la mente e lo spazio intorno.
E' tempo di trovare tempo.
Sono stanca di dire sempre 'non ho tempo', 'non ce la faccio a fare tutto'.
Ho cominciato poco tempo fa a buttare via roba mai usata in attesa implorante di essere riutilizzata. Ma di cui  poi alla fine, quando l'ho buttata via, non ne ho sentito per niente la mancanza.
Ho continuato ieri sera, buttando via cose che servivano (a me???)  come promemoria sul blog....
Via via... ho fatto pulizia. Spero piaccia l'essenzialità perchè è li che mi sto dirigendo.
Voglio fare anche piazza pulita delle paure, delle insicurezze, delle incertezze quando guardo al futuro.
E togliere tutte le nostalgie che mi fanno camminare con la testa rivolta alla strada percorsa.
Voglio guardare avanti e imparare a vedere di nuovo i colori.
E se questo richiederà di rallentare e fermarsi un pò per ritrovare il proprio tempo, un ritmo nuovo, allora lo farò.
Confido nella nuova stagione che spero arrivi presto. E nell'aria profumata di erba che sentirò la mattina appena sveglia, nel fresco dell'alba,  nell'azzurro di un mare in cui mi immergerò per eliminare i rumori di fuori e finalmente ascoltare il suono di dentro, e nei nuovi occhi con cui voglio imparare a guardare quello che ho e a stringermelo al petto, e poi lasciarlo andare.
Confido, spero, voglio.
E che cominci la strada della nuova stagione.

Cominciando con il realizzare tutte le cose, ricette comprese, che ho appuntato su un post it.
E questa e la prima.




Quiche di patate al prezzemolo e pancetta

(per la pasta brisè)
- 250 di farina
- 150 di burro
- sale q.b.
- pizzico di zucchero.
- 100 g circa di acqua ghiacciata da dosare poco per volta, dipende dalla farina)

(per il ripieno)
- 2 patate medie
- 2 fette di pancetta tesa
- 150 di emmenthal
- 200 ml di panna
- 1 uovo
- prezzemolo
- noce moscata


In un mixer versare la farina, il sale, lo zucchero e il burro freddo tagliato a cubetti.
Ne risulterà una 'sabbia' da amalgamare e impastare con l'acqua ghiacciata fino ad ottenere un impasto elastico e morbido.
Stenderlo nella teglia per crostata e metterla in frigo per mezz'ora almeno.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.
(ma questa è una scelta personale, perchè io poggio la teglia direttamente sulla placca da forno già calda senza farla cuocere prima senza ripieno)

Nel frattempo sbucciare le patate, tagliarle a fettine sottilissime, coprirle d'acqua, aggiungere un pò di sale e metterle a bollire, finchè diventeranno morbide. Raffreddarle sotto un getto d'acqua ed asciugarle.

Disporre quindi le patate sulla base di brisè, aggiungere il prezzemolo tritato, la pancetta tagliata a cubetti, l'emmenthal grattugiato julienne.
In una ciotola amalgamare l'uovo, la panna, la noce moscata e aggiustare di sale.
Distruire nella teglia e infornare a 200° fino a quando si formerà la crosticina dorata.

Servire con insalata fresca al limone.
SHARE:

49 commenti

  1. ..pensavo che come con la pasta sfoglia anche con la pasta brisé potremmo realizzare dei simpatici cilindri con ...

    :P E cmq facendo spazio ti sei liberata di un paio di tacco 12 che mi hanno resa felice! :*

    I love U!

    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice di averti reso felice...
      faccio esperimento con la brisè e te faccio sapè

      Elimina
  2. hai ragione..condivido appieno..bello il tuo discorso..devo trovare il coraggio di liberarmi anche io di varie cose..intanto ti libero da una fetta di quiche..hihihi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio il momento adatto per liberarsi, per poter volare in alto senza zavorre

      Elimina
  3. Avrei voglia anch'io di fare una bella ripulita.... anche se sto vivendo un periodo di pace con me stessa...!!
    Questa ricetta è fantastica: avvolgente, gustosa!!
    Baci, baci,
    Franci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puliamo puliamo, liberiamoci anche l'anima.... ci sentiremo più leggere

      Elimina
  4. voglia di pulizia e freschezza? interiore ed esteriore.... già
    parti bene.
    ciao carissima anna, un bacino
    b

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chissà se arriverò lontano però... spero di si..
      bacioni

      Elimina
  5. ...mi devi dire come fai a trasferire in parole semplici e chiare quello che a me si arruffa nella testa e che condivido totalmente. anche io sto cercando di cambiare ritmo e di farmi pulizia intorno di quelle cose che in mezzo secolo mi si sono ammucchiate. mi sembra di dare più' fiducia al futuro se mi stacco da cose che non uso più' del passato.
    hai di sicuro una marcia in più' .. complimenti
    io commento poco, ma leggo sempre
    grazie di permettermelo
    un abbraccio
    angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille, i commenti come il tuo mi fanno capire che in realtà siamo tutti simili e abbiamo gli stessi bisogni, ma qualcuno ci riesce a metterli fuori e altri no.
      E questo ci fa capire che non siamo mai soli...
      un abbraccio

      Elimina
  6. che bel post e stupende parole!!! liberarsi di cose vecchie aiuta a sentirsi più leggere, è vero,l'ho sperimentato, funziona!
    e la ricetta è da acquolina! un abbraccio grande
    ester

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ester carissima, che piacere ritrovarti.
      Il nostro sguardo è sempre stato rivolto ai nostri figli, ma arriva il momento in cui, dopo averli accompagnati per un lungo percorso, bisogna ritornare alla leggerezza interiore....
      Ne abbiamo bisogno.
      un abbraccio

      Elimina
  7. Anna che ti devo dire... mi piace tutto in questo post: la ricetta, le foto, i colori. Bravissima!
    PS vedo che anche tu sei alle prese con le grandi pulizie :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tentativo si fa sempre, l'importante è perseverare.
      ;)

      Elimina
  8. Brava, questo è lo spirito giusto. Qualcosa di simile la sto facendo anche io. Troppi traslochi, cambi di lavoro e rivoluzioni sentimentali. Ora serve essenzialità. La tua ricetta mi riporta a un paio di settimane fa, quando assaggiavo qualcosa di simile in coda all'ingresso del Louvre. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedo che ho toccato tasti di esigenze comuni...
      ne son contenta...
      Anche a me ha fatto pensare alla Francia.
      Che coincidenza!

      Elimina
  9. questi sono i miei pranzi preferiti, a volte le faccio e poi adoro mangiarle da sola in pace e quiete e gustarmele.buona la tua versione!io non riesco a buttare cose vecchie e inutili mi sa che dovro'aspettare altre stagioni per decidermi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la quiche è un lusso vero!
      secondo me approfitta di qualche giorno che ti alzi un pò storta...
      quest'anno stesso.
      un abbraccio

      Elimina
  10. La TUA essenzialità mi piace eccome, perchè non è "mancanza" ma tanta ottima sostanza! Come questa ricetta e come sempre sono le tue parole...profonde!

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, contenta che ti sia piaciuto tutto...
      un bacione anche a te

      Elimina
  11. essenzialità.. semplicità.. pulizia.. spazio.. tutte parole di cui avrei bisogno ora! bel post.. ottima ricetta! baci
    luisa

    RispondiElimina
  12. Buone le quiche, se poi ci sono le patate tra gli ingredienti mi conquisti completamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti questa è proprio azzeccata nella scelta degli ingredienti

      Elimina
  13. ah...guarda...io è da circa un anno che ho fatto ...piazza pulita!!! siiii...pulizia interiore ed....esteriore! e come mi sento beneeeee! anch'io ora guardo all'essenziale....mentalmente e anche in casa per esempio! via via...tutto il superfluo! ho le idee più chiare e meno indecisioni!
    ecco...la tua quiche è una delle cose a cui direi subito....siiii....buonaaaa!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io faccio le quiche e poi, mannaggia, mi dimentico che mi devo liberare anche di qualche chiletto....
      acc

      Elimina
  14. che gran bella quiche, mi piacciono quelle che sanno fare la brise a mano :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembra quasi una dichiarazione....

      Elimina
  15. Cara Anna,

    sono passati +/- 14 mesi da quando decisi di fare la mia "pulizia". Mi sono liberata da alcuni pesi mentali, da superfluo in casa ecc. E la vita è diventata un'altra.

    A volte la vita infatti percorre delle strade che a guardare indietro rimani un pò così... Ti chiedi come avrai mai fatto ad arrivare fin quì, come mai nessuno ti abbia mai rivolto una sola parola sincera... O forse non hai voluto sentire, capire... Mai poi all'improvviso cambia tutto. Sei pronta a cambiare strada perchè sei tu a volerlo e non il resto del mondo. Ed è quì che puoi essere fiera di te perché hai fatto il primo passo e ce ne vorranno altri. Ma poi la felicità sarà tua! In bocca al lupo!

    E la quiche: È una delle mie preferite. A quest'ora mi hai fatto venira una fame ;-)

    Un'abbraccio
    Gina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, la pulizia bisogna farla a tutto tondo, non solo in casa, nella mente, ma anche tra le amicizie a cui comunque regali il tuo tempo....
      Giusta riflessione.
      un abbraccio

      Elimina
  16. Ciao Anna, mi sa che la devo fare anche io una bella pulizia.. a volte è difficile, ma mi devo impuntare. Magari col tuo esempio mi butto :-) Ciao! A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggendo i commenti, mi sa che i mercatini dell'usato quest'anno faranno affari... eheheh

      Elimina
  17. Questa quiche e' una meraviglia! Deve essere buonissima!

    RispondiElimina
  18. Un bel repulisti ogni tanto ci vuole. Io purtroppo riesco a farlo solo nell'armadio. Per il resto mi trascino fardelli vecchi di anni e anni. Per i cambiamenti ci vuole coraggio e adesso non ce l'ho proprio :(((
    Ho bisogno di certezze e cose rassicuranti, come questa bella quiche di patate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora forza a fare quiche di continuo!!!

      Elimina
  19. La leggerezza è vertigine, paura di cadere scriveva Kundera. Il volo è invece il meraviglioso viaggio che intraprendiamo quando ci stacchiamo dalla ringhiera e andiamo incontro al vento. E allora la vertigine diventa trasparenza e s'inizia di nuovo a vivere.

    Tra un volo e l'altro rubo la tua ricetta!

    RispondiElimina
  20. Scusa, fra la roba che hai buttato e che non serviva ( a te!!!)... hai visto i miei cari blue jeans?.

    the Nameless

    RispondiElimina
  21. Domenica 27 Maggio: Grande Festa di Cà Versa, dove si può trascorrere una giornata immersi nella natura fiorita con pranzo all'aperto (inclusi pic-nic), banchetti con specialità gastronomiche locali e hobbistica!
    Riesci a partecipare? visita il nostro blog per maggiori informazioni! www.agriturismocaversa.blogspot.it
    Un caro saluto da tutta la Cà!

    p.s. se sei una o un creativo e intendi esporre da noi puoi in una location da favola e gratuitamente, basta contattarci!

    RispondiElimina
  22. Ciao Anna, grazie per le tue emozioni, pensieri e sensazioni, sono dei doni preziosi che ci fai. Anche le tue ricette però sono dei bei doni. Sai, ho preparato due torte salate: una ai carciofi (tua) e una alla ricotta e salame col tuo procedimento e dosi... spettacolari !!! (si può dire?)

    Un caro saluto Rosa dalla prov. di Ba

    RispondiElimina
  23. Non passavo da un po' ed ho trovato la tua casa cambiata, essenziale e luminosa. Si vede che hai fatto spazio dentro di te ed anche intorno a te per accogliere il nuovo. Io adoro farlo. E' faticoso perché sembra di dover rinunciare a qualcosa, ma in realtà non si rinuncia a nulla, anzi, ci si prepara a d accogliere. Ogni tuo post mi scombussola dentro e mi fa pensare. Per questo ti ringrazio. La quiche, fra parentesi, e' un colpo al cuore! Pazzesca. Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  24. Una gran quiche rica combinación ,elaboración y lindas imágenes es adorable ,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  25. Le tue ricette mi emozionano dentro l'animo più profondo,sono un orgasmo dei sensi,tutti questi sapori che si combinano con poesia e leggiadria fanno risvegliare in me quell'amore per il cibo e la letteratura.Complimenti

    RispondiElimina
  26. Ciao ANNA ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina
  27. brava Anna...la strada sono certa sia quella giusta ... e andiamo avanti di pari passo ( tu però sei già parecchio avanti...ma cercherò di raggiungerti :-)
    Ho visto la semplicità comincia dal template...essenziale ( forse c'era ed io non me ne ero accorta...? ) le tue ricette sono sempre apparentemente facili , ma è la tua rapidità e sicurezza nel preparare le paste di base che mi incantano sempre... torno ai miei pacchi da elimninare ..un bacio

    RispondiElimina
  28. cara Annam anche i post ...ritornano...a ricordarci le nostre buone intenzioni..quanto è difficile metterle in pratica davvero... ci provo a piccoli passi a fare ordine, ad alleggerire la mente...che subiito si riempie di tantissime altre belle cose.. e la casa. A volte mi arrendo e cerco di amarmi così arruffatella... Per fortuna riesco comunque a volare.
    Credo che dovrei iniziare ad alleggerire prima di tutto il mio corpo... ma perchè sono tanto golosa? e poi...ti ci metti anche tu a tentarmi!!!
    Bentrovata in questo tuo blog rinnovato luminoso ancor più di prima.. con te...divina! <3

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI