5 aprile 2012

Pausa caffè e un'idea per il picnic: Polpettine di verdura e ricotta alle erbette


Eccomi qua, come ai vecchi tempi, quando il blog era un luogo di pace dove fermarmi la mattina presto prima di iniziare la corsa della giornata e riversare i miei pensieri o la sera tardi prima di andare a dormire, e concedermi quattro chiacchiere con chi mi legge, come con vecchi amici.
E stamattina con il mio caffè voglio fermare un pò il tempo. 
Il ritmo della vita, delle giornate, del blog stesso e di quello che mi ha portato, è diventato troppo frenetico. E sento che bisogna rallentare un pò.
Fuori oggi non c'è il sole ma un grigio velato e diffuso che invita alla calma. E' la settimana Santa ed è giusto che sia così. Siamo, sono, troppo lontana dalla spiritualità di questo periodo. Ci stiamo perdendo dietro problemi che reclamano attenzione e dietro a preoccupazioni che gridano allarme.
Viviamo come farfalle impazzite in un paese che sta crollando e ci sta buttando addosso solo pessimismo.
Ma non voglio allargare troppo lo spazio su cui riflettere.
Voglio restare qui, nella mia cucina a pensare a quello che di buono ho intorno a me, a cucinare un paio di dolci per amici che me l'hanno chiesto e a cui li farò con molto piacere, agli impegni che oggi vorrei saltare, alla rincorsa che devo prendere per forza fra dieci minuti, ai figli e al marito che fra un pò avrò con me, finalmente, ad organizzare il pranzo di Pasqua, a raccogliere i fiori di lillà che saranno già fioriti in un campo abbandonato vicino al mio.
Mi piace guardarmi e compiacermi di questa immensa vitalità a volte esagerata che mi porta a fare mille progetti e a realizzarne solo pochi. A riflettere anche sull'eterna malinconia del mio carattere, quando sono sola, che si trasforma in pura energia e sorrisi quando sono con gli altri.
Alla voglia di ridere che ho ogni volta che non mi sento bene e chiamo qualcuno per alleggerirmi il cuore delle mie angosce e puntualmente dall'altro capo del telefono mi sento dire 'aaaaaaaa meno male che hai chiamato, sai, quando sento la tua voce mi sento meglio. Sai perchè mi sento.....bla bla bla', e giù a sciorinare malanni che travolgono ogni mia intenzione di sfogarmi per me stessa.
E li che fai? ridi e ti senti già meglio.
E guardo la mia casa, sempre con mille cose da fare, che richiederebbero almeno un paio di giorni di attenzione pura, prima di ricominciare dall'inizio.... e non invidio comunque i 'mausolei' perfetti e luccicanti di alcune casalinghe perfette in cui anche se piombi all'improvviso non trovi mai una sedia fuori posto.... 
Come faranno? non avranno un blog penso....
Vabbè..... i pensieri sono tanti, e ho già preso il secondo caffè....
Posto velocemente una ricetta che potrebbe tornare utile per il picnic di pasquetta, pioggia permettendo...
Grazie per la compagnia... e buona giornata....

Polpettine di verdure, ricotta alle erbette profumate.

- un fuscello piccolo di ricotta
- bietoline e spinaci
- parmigiano grattugiato
- erbette profumate (timo, basilico, barbe di finocchietto selvatico)
- 1 uovo
- pangrattato

Cuocere al vapore o lessare le bietoline e gli spinaci. Tagliuzzateli.
Sminuzzare le erbette profumate.
In una ciotola amalgamare la ricotta, le verdure, le erbette, e il parmigiano. Aggiustare di sale.
Formare delle palline.
In un piatto sbattere velocemente l'uovo con una forchetta.
Passare le palline prima nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato.
Disporle su carta da forno in una teglia e passare in forno caldo a 180°-200° fino a doratura.

Sono buone anche fredde.
SHARE:

16 commenti

  1. Ora che c'ho preso gusto... commento! Un sorriso lo hai regalato a me leggendo le tue parole. Mi ritrovo in tante cose, sai? E poi, anche io son di corsa ma mi hai convinta, adesso faccio pausa e mi vado pure a prendere il mio secondo caffè, buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Comprendo pienamente... e ti rubo una di queste polpettine perchè voglio provarle con le erbe spontanee posso? :)
    sempre un piacere passare la domenica da queste parti... :)

    RispondiElimina
  3. Anna cara, anche io mi chiedo come facciano le altre ad avere sempre tutto lindo e pinto, mentre da me sembra che si sia abbattuto un ciclone quasi ogni giorno ;-)Ma va bene così! Ora vado a fare la spesa, pensare al menù di Pasqua, a quello di oggi ecc. ecc. Pausa caffè finita!
    Un abbraccio e Buona Pasqua, in serenità
    p.s.anche a quest'ora avrei voglia di provare le tue squisite polpettine ;-)

    RispondiElimina
  4. rido perche'anche io tra poco vado di polpette!inutile il rcihiamo delle polpette e'forte...decisamente meno anche per me quello della casa, lei chiama, chiama ma non la sento!

    RispondiElimina
  5. Boooneee le polpette! E queste così profumate ancora di più!

    RispondiElimina
  6. Io ho deciso di sorridere, che porta sempre cose buone, nonostante tutto.E riesci a vedere rosa :)
    Come te, gemellina, ho picchi di vitalità e di energia che va veicolata, ma quanto ci sentiamo vive?!
    Beh, belle e delicate queste polpettine, ti mando un sorriso ed auguri ancora di Buona Pasqua
    Bacione

    RispondiElimina
  7. Che belle queste polpettine! Devono essere morbidissime e pefette per la primavera!

    RispondiElimina
  8. Ewwiva i caratterialmente disordinati come noi ! nella nostra mentale miscela di disordine e creatività troviamo anche spunti di ottimismo che ci permettono di andare oltre a questo pessimismo che sempre imperare negativamente su tutto . Rientriamo in cucina e sediamoci ad una buona e semplice tavola con gli affetti più cari perchè nei momenti difficili stare vicini vicini è importante . Serena Pasqua a te e famiglia con un grande abbraccio . ann...a.

    RispondiElimina
  9. Penso anch'io a quelle casalinghe, e mi dico - forse per consolarmi - che siano come quelle magre nella canzone Rosalina: tristi ;)
    Le polpettine, pensavo giusto di prepararne di simili per il pranzo picniccoso - tempo permetteno - di una domenica che mi piacerebbe fosse pigra e rilassata.
    Un abbraccio lento e che sappia di buono

    RispondiElimina
  10. che bel post, come mi riconosco nelle tue parole... la ricetta voglio provare a farla domani sera: una delle tante processioni che si organizzano a madrid in questi giorni passa proprio sotto le finestre di casa mia e ho organizzato un miniaperitivo di pasqua con alcuni amici. sembrano perfette, ti faro' sapere. un bacio grande

    RispondiElimina
  11. che bel post, come mi riconosco nelle tue parole... la ricetta voglio provare a farla domani sera: una delle tante processioni che si organizzano a madrid in questi giorni passa proprio sotto le finestre di casa mia e ho organizzato un miniaperitivo di pasqua con alcuni amici. sembrano perfette, ti faro' sapere. un bacio grande

    RispondiElimina
  12. che bel post, come mi riconosco nelle tue parole.... le polpettine voglio provare a farle domani sera, una delle tante processioni che si fanno a madrid in questi giorni passa giusto sotto casa mia e ho ho organizzato un miniaperitivo alla finestra. sembrano perfette. poi ti dico come sono venute : )

    RispondiElimina
  13. Come faranno? non avranno un blog penso...

    Sì, molto probabile :D
    Bel post, Anna!
    E quelle polpette...mmm...davvero gustose :P

    RispondiElimina
  14. Ma sai come saremmo belle e come staremmo bene io e te sedute sull'erba a divorare polpette e chiaccherare??
    Avrei tante cose da raccontarti, ma sto bene ;D
    Ti auguro Buona Pasqua amica mia, un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Grazie a te per questo post, come mi rivedo...mi è sembrato davvero di averti qui vicina!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI