27 settembre 2010

Tiramisù


Il figlio maggiore è ormai sulla sua strada che, spero, lo porterà verso le mete del suo cuore. 
E' difficile spezzare il legame quotidiano che lega una madre a suo figlio. Un legame fatto dalle mille sensazioni di cuori che palpitano, di occhi che seguono ogni loro movimento, di orecchie allenate ad ascoltare i rumori di tutta la casa per sapere dov'è, cosa fa, se va tutto bene, fin da quando nascono. E braccia che accolgono, soccorrono, confortano, trattengono, e a malincuore lasciano andare. E labbra che stampano mille baci e non ne hanno mai abbastanza e che sussurrano parole che speri restino impresse nella loro mente. E mani che accarezzano, ammoniscono, aiutano, insegnano e creano per loro. E l'attenzione che nasce con loro e non muore mai anche quando vanno via. Il pensiero di una madre è costante, vigile, onnipresente.
A detta loro anche troppo. In effetti è vero.
Ma il vuoto che lasciano è pari allo spazio che loro stessi riempiono con le loro parole e i loro movimenti e la roba lasciata in giro e gli abbracci veloci e profondi nel corridoio di casa, o mentre prepari il loro dolce preferito. Quindi immenso...
Prima che partisse avevo cominciato a scrivere due libri, per la sua 'sopravvivenza' (uno per la gestione della casa e uno di ricette)... pensando che continuare a ronzargli nelle orecchie i miei soliti suggerimenti, insegnamenti, consigli ecc.. sarebbe stato utile.
Mi sono immedesimata nella sua situazione e ho capito che tutto ciò sarebbe stata solo una immensa rottura di p.... come un ronzio di zanzara fastidiosa che non smette di girarci intorno. E così ho desistito. 
Sicura però che un giorno mi avrebbe chiesto almeno una ricetta.
E ho fatto bene, perchè non solo mi sono accorta che i consigli sono stati già tutti assimilati e si è sentito perfettamente a suo agio nella sua nuova casa e poi perchè ieri è arrivata la prima richiesta. 
'Mamma, per favore puoi preparare e fotografare il procedimento per il Tiramisù?'....
E anche se il web ne ha fin sopra i capelli di Tiramisù fotografati e preparati nello stesso modo, io non potevo sottrarmi al richiamo di mio figlio.
Quindi .... abbiate pazienza, ma a volte d'ora in poi, a gentile richiesta filiale troverete i piatti che son banali e facili per noi mamme, ma che sono un territorio inesplorato per i nostri figli neo 'indipendenti'.
In fondo ci sarà pure una soddisfazione ad avere una mamma foodblogger no?



Tiramisù

- 400 g di savoiardi (una confezione intera)
- 4 uova
- 4 cucchiai di zucchero
- 400 g di mascarpone
- circa 8 tazze di caffè
- cacao amaro in polvere

Il procedimento è fotografato e riassunto qui di seguito.




 

Per ulteriori informazioni o chiarimenti.... chiamare la mamma.
SHARE:

18 commenti

  1. Ricetta tenera, cremosa e cioglievole come solo l'amore di una mamma sa essere! Bello, ho quasi un piccolo lacrimotto salato, ma lo lecco via più che volentieri :) un abbraccio di buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. ottimo ! è bellissimo vedere le ricette con i passaggi per la realizzazione.
    Tutto vero quelloche scrivi sui figli, basta che escano di casa per una giornata per far regnare il vuoto ! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Sei riuscita a farmi commuovere, e poi ho pensato che in effetti hai ragione, sai Anna?
    Vorremmo essere sempre presenti, aiutarli, consigliarli...ma non possiamo farlo all'infinito!
    Devono volare con le loro ali, e se qualche volta sbirceranno sul nostro blog, per leggere una nostra ricetta, magari quella che a loro piace tanto, beh...vorrà dire che sono veramente cresciuti!
    Ben vengano le ricette di "casa", ben venga il tuo tiramisù.

    RispondiElimina
  4. A parte il fatto che sei diventata una vera professionista nel gestire i tuoi blog (^_^)..a parte questo dicevo, ora potrai capire il perchè che mi ha spinta ad aprire un blog..si certo mia figlia è sempre vicina (ad un isolato) , ad oggi ho un po' assimilato il vuoto che ha lasciato, ma sapere che in qualunque momento può consultare il diario delle mie ricette mi da quasi tranquillità...è un filo conduttore del mio affetto perchè, come spesso ho ripetuto, la cucina è per me dimostrazione di amore .
    Così il tuo ragazzo aprirà con te quel filo invisibile ma indistruttibile che vi farà sentire vicini ogni giorno.....anche se rompip... la mamma è sempre la mamma!! *_^
    bacissimi carissima

    RispondiElimina
  5. Mi piace molto come hai ripreso il prcedimento... in modo chiarissimo ed essenziale. Le tue parole ad inizio post mi hanno commosso.

    RispondiElimina
  6. Annina... sarà la pioggia, sarà un filo di nervoso dovuto alle corse e arrabbiature del quotidiano, sarà che io ho avuto la fortuna di conoscerti di persona... Ma mi stai stritolando il cuore. So quanto ami i tuoi figli e la tua famiglia, posso solo immaginare quanto amore e quanta dedizione e quanta anche sofferenza mista a felicità. Che dire, se non che i tuoi bimbi sono nati sotto una stella davvero unica? Ti abbraccio tanto, ti scrivo presto in via privata che ti racconto un po' di cosette. Ti voglio bene, Chiaretta

    RispondiElimina
  7. Mio Dio Annaaaaaaaaaaaaaa!!! mi scendono le lacrime..... che tenerezza infinita, che amore avvolgente !!! Tu hai cresciuto dei figli meravigliosi io posso dirlo perchè li ho conosciuti entrambi, forti e teneri nello stesso tempo, autonomi ma con tanto bisogno di te. Stanno 'diventando' uomini nel modo più giusto e più bello e il Tiramisù è un 'must' che prima o poi bisogna affrontare nella vita altrimenti che vita è? :-) farà scintille questo ragazzo me lo sento, e la luce.......gliel'hai data tu :-)
    un bacio un abbraccio
    tua Pippi

    RispondiElimina
  8. GNAMM GNAMM GNAMM per la ricetta per le foto e per il post:-)

    RispondiElimina
  9. Questo è il post più tenero che io abbia letto da tempo. Grande mamma-amica.

    RispondiElimina
  10. Che fortuna avere una mamma così, che silenziosamente e discretamente ti acompagna e poi ti lascia andare, pronta a prapararti un tiramisù di cui anche il web aveva bisogno!! Ciao e grazie!

    RispondiElimina
  11. Questo ragazzo è davvero fortunato, addirittura la fotoricetta farcita d'amore!

    RispondiElimina
  12. Meravigliosa idea...non guasta nemmeno alle 'un pochino esperte' confrontarsi con i diversi modi di cucinare le cose ritenute assimilate e banali...Sai cosa vorrei aggiungere?!? Quando inzuppo i biscotti nel caffè faccio in modo che l'immersione sia veloce, quasi accennata. Se si lasciano per troppo tempo i biscotti nel caffè, il risultato finale sarebbe un composto troppo cremoso, perchè i biscotti, stando a contatto con il mascarpone, anch'esso liquido, lo assorbirebbero ulteriormente e diventerebbero troppo molli (come quando si lascia un biscotto nel latte per troppo tempo). Se si fa attenzione al dettaglio immersione il risultato finale sarà un'armoniosa interazione fra le sottili differenze, cremoso e all'occorrenza presente attraverso la presenza del biscotto, del gustosissimo tiramisu'!!! :-)

    RispondiElimina
  13. Bello questo modo di proporre la ricetta!

    RispondiElimina
  14. mmmmm...cremosissimo, golosissimo...in una parola fantastico!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Utili, vero, le nostre ricette ben documentate????
    A proposito grazie per il bellissimo commento che hai lasciato sul mio ultimo post.
    Mio figlio invece prepara i piatti impegnativi con il telefono incastonato tra l'orecchio e la spalla.... magari 3 o 4 telefonate di seguito.
    Mia figlia invece apre il pc e lo mette sul tacvolo della cucina e ...procede.
    Una bella soddisfazione l'ho avuta di recente quando la mia amica archeologa..quella con cui ho lavorato negli USA, ha preparato una cheese cake seguendo passo passo la ricetta e le foto pubblicate..
    Insoma cara Anna siamo diventate un servizio pubblico INESTIMABILE cosa ne pensi????
    Il tiramisù?
    UNO SPETTACOLO""!!!
    Quando vieni a Torino per il Salone?...fammi sapere!
    Un bacio grande così!

    RispondiElimina
  16. John Lennon aveva ragione : l'Amore è la risposta.

    ann....a.

    RispondiElimina
  17. complimenti per la ricetta e la presentazione.. è carinissima l'idea di fotografare tutte le fasi con le istruzioni! Anche io e le mie amiche nel nostro blog cerchiamo di mettere più foto possibili in modo che la ricetta sia chiara... se hai voglia vieni a dare un'occhiata! http://whitedarkmilkchocolate.blogspot.com/

    RispondiElimina
  18. Le parole che hai scritto per tuo figlio sono dolcissime, molto più del tiramisu'

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI