17 novembre 2009

Risotto prezzemolato con zampina al vino bianco




 Ho passeggiato tra i blog e mi sono accorta del tempo che molte food blogger dedicano a questa passione. E' vero che si inizia quasi per gioco e poi si diventa blogdipendenti con continue crisi di astinenza se non si ha a portata di mano un pc dove controllare la posta, i commenti, le visite. E poi di ogni cosa che fai durante la giornata ti viene voglia di condividerla e fare le foto e parlarne... E' una vera ossessione. Magnifica, ma ossessione. Ho cominciato a sentire per un pò di tempo il peso della competizione. Volevo raggiungere un numero stratosferico di visitatori, volevo inventare cose sempre più nuove e complicate, mai viste , per stupire. Ma stavo perdendo piano piano il piacere che mi ha sempre accompagnato durante  questo viaggio. Addirittura ho rischiato di non scrivere più perchè ho cominciato a ritenere banali le semplici foto e le ricette che volevo proporre. Allora mi sono fermata per un pò e ho capito che in realtà non voglio che anche in questo mio spazio ci sia la fretta e la competizione e la gara a fare la 'splendida'.  Ma solo il piacere di ospitare chi avrà il piacere di essere accolto in un posto semplice, dove poter parlare di tutto, bevendo un caffè insieme.


Beh allora dopo questo sfogo andiamo alla ricetta di oggi.
Non ho l'abitudine di preparare primo e secondo in casa mia per motivi di praticità e di non abboffamento, pericoloso per lo stomaco e per i sensi di colpa. Allora un primo a pranzo e un secondo la sera, con verdura e frutta.
Il primo di oggi è stato un risotto, saporito, sostanzioso e fresco allo stesso tempo.




Risotto prezzemolato con zampina al vino bianco

- riso tipo carnaroli
- 2 pezzi di salsiccia di vitello (da noi si chiama zampina... ed è impastata con il vino bianco)
- burro
- cipolla e aglio
- prezzemolo
- brodo vegetale

- olio extravergine di oliva
- vino bianco
- parmigiano reggiano 

In una padella larga mettere una noce di burro con la cipolla tagliata finemente e l'aglio intero. Aggiungere la salsiccia a pezzetti privata del budello e lasciar soffriggere. Quando è cotta la salsiccia versare il riso (due pugnetti a persona) e farlo avvolgere dal sapore fino a farlo un pò rosolare. Quando sembra tutto un pò secco e leggermente tostato versare un pò di vino bianco e far evaporare. Quindi procedere versando poco per volta il brodo vegetale fino a quando il riso sarà al dente. Spegnere la fiamma e mantecare aggiungendo una noce di burro e del parmigiano. Frullare un mazzetto di prezzemolo con l'olio di oliva e versare il tutto nel risotto poco prima di servire e guarnire con prezzemolo tritato.





SHARE:

6 commenti

  1. Assolutamente daccordo! Il vero piacere di questa ossessione non è solo cucinare nuove ricette e fotografarle, ma soprattutto condividerle con chi ti viene a trovare apprezzando non solo cio' che prepari ma anche un po' chi sei, conoscendoti piano piano attraverso le tue foto, i tuoi racconti e i tuoi commenti.
    Un abbraccio cara Anna
    Buona serata

    RispondiElimina
  2. Ci chiedavamo cosa fosse la zampina, avevamo addirittura pensato ad un piccolo zampone, invece abbiamo scoperto che si tratta della salsiccia ed è stata una gran bella scoperta, il tuo risotto è speciale, da leccarsi i baffi!
    E' vero che il blog è quasi un'ossessione, ma come dici tu, molto molto piacevole. Per noi è un bel modo per comunicare, per fare parte di un mondo che non è solo una facciata virtuale, infatti dietro parecchie pagine abbiamo scoperto delle bellissime persone. La competitività non ci interessa invece, perchè come hai detto anche tu, toglie il piacere, toglie il lato divertente, cose per noi fondamentali.
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. Solo questo stasera: sei forte! :o)

    RispondiElimina
  4. credo di aver avuto la tua stessa crisi "mistica" ma passa! 1 bacio
    PS ottimo il risotto

    RispondiElimina
  5. ciao, quando ho letto "zampina", ho pensato "ma cosa sarà??", ed è un'ottima salsiccia!!
    che buono, io poi adoro il risotto fatto in qualsiasi modo!!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Daccordissimo con te! Io sono in un periodo della mia vita(oramai un po' troppo lungo eh...) in cui.."pensare" troppo mi fa male!! eh si...
    Così ho iniziato questa avventura per riempirmi la testa con la cosa che mi fa sta meglio, cucinare,decidere cosa preparare, comprare gli ingredienti, magari inventare qualcosa, fare una foto.. se poi è andato tutto bene lo vedete pubblicato...altrimenti mi pappo tutto io, avendo comunque raggiunto il mio scopo..tenermi impegnata! Poi i vostri commenti sono la spinta per tornare a scrivere e confrontami! Mi fa piacere avervi conosciuto! :D
    Un abbraccio Arianna

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI