14 giugno 2010

Laura


Eccoci qua.
Sera d'estate, sera di mondiali. Coppa di ciliegione freschissime e lavate, ventilatore a palla che per poco non decolla, un giro su facebook giusto per vedere se è deserto come le strade del mio paese stasera. 
Non c'è gusto a gridare da soli davanti alla prima partita e allora, prendo una birra freddissima, come un maschiaccio tifoso, accendo la tv e ... sfoglio le ultime foto.

Roma, martedi 8 giugno 2010.
Laura.
Com'è bella la vita che a volte sa sorprenderci. Il blog mi ha permesso di conoscere, scrivere, entrare in altri mondi, nelle vite degli altri, di incontrare gente nuova, gente speciale.
Da un pò di tempo si è creato un filo diretto, una chimica speciale con diverse persone, ma con una in particolare, Laura/Pippi. E strada facendo si è creata anche l'urgenza di conoscersi di persona, magari approfittando di un mio viaggio 'a metà strada' a Roma.
Dapprima avevamo pensato di organizzare un incontro con altre blogger, ma poi il rapporto è diventato troppo esclusivo e privato, per poterlo condividere anche solo per qualche minuto con altre persone, con le quali non si era creato lo stesso feeling.
Allora abbiamo pensato di incontrarci da sole per avere più tempo e spazio per parlare di noi e solo di noi.
E così è stato. Le magie che pensavi dimenticate, relegate all'adolescenza, regalate dall'adolescenza, son tornate.

Avere a disposizione Roma e i suoi incanti e non accorgersene, perchè ad ogni 10 metri si sente l'urgenza di fermarsi per parlare, tentare di organizzare delle uscite turistiche e non riuscirci perchè si resta bloccate davanti alle foto che parlano delle nostre vite.
Andare al 'mio' Festival delle Letterature con Laura e uscire dopo mezz'ora, perchè ormai la stanchezza ci sta uccidendo e poi restare nel letto fino alle 2,30 a ridere forte e a parlare e a gridare, temendo l'ira degli inquilini di sopra. E il giorno dopo iniziare la passeggiata attraverso e dentro Trastevere, nei mille negozietti con prodotti incredibili e gente squisita che ti accoglie come a casa propria con un sorriso, e fermarsi a parlare con tutti.

Non accorgersi di essere passate dentro al Pantheon, davanti alle meraviglie di Roma perchè i fiumi di parole avevano la precedenza.


Poi la Feltrinelli dove FINALMENTE poter scegliere gli stessi libri e parlare di fotografie, di blog, di cucina, di ricette senza la paura di annoiare qualcuno che non condivide gli stessi interessi.
Poi brindare con un prosecco freddo in libreria a noi e agli incredibili incroci delle nostre strade che ci hanno permesso di incontrarci.


E davanti al mitico piatto di tagliolini ai fiori di zucchina con cacio e pepe e pomodorini cercare di indovinare gli ingredienti e fare delle foto orribili, tanto nessuno reclama come di solito succede con chi non ha il blog e non può capire l'urgenza di documentare tutto, dai colori ai sapori, alle emozioni delle papille e degli occhi.

E poi tornando a casa scoprire il mercatino del ponte sul Tevere, che poi serviva per girare una scena di un film, come pure la strada dove abito dove si gira un altro film e dove abbiamo cercato invano di infilarci nell'inquadratura, beccandoci l'urlo di 'FUORI DAL CAMPOOOOO', distruggendo così la nostra illusione di essere scelte per il prossimo film di quel regista (se....se.....aspetta e spera, tanto 'Pranzo di Ferragosto' l'hanno già girato con le signore di 'una certa età').


Insomma, com'è possibile che due giorni siano volati così velocemente? Con Laura, dolce e delicato regalo del mondo blog, con l'accento misto di toscano,ligure,ecc... ma lieve e gentile, di modi, di suoni, di sentimenti, di segreti regalati anche se ci conoscevamo da poco. Laura, con cui non c'è stato bisogno di spiegazioni, ma solo di dare un argine al fiume in piena della voglia di stare insieme e di parlare e di ridere. Oddio quanto abbiamo riso.
Soprattutto quando abbiamo fatto il nodo con la lingua al gambo della ciliegia e proclamandoci campionesse ne abbiamo combinate di tutti i colori e deciso di sfidare le amiche e sorprendere gli amici. Meglio non aggiungere i particolari.... 
Laura che spero di incontrare presto perchè già mi mancava prima che partisse.
Che bello quando ci si accorge che la vita non smette mai di tornare su se stessa e regalarci ancora emozioni da ragazzine.
Ma il merito è solo nostro, perchè non abbiamo mai smesso di esserlo e abbiamo fatto in modo che nessuno ci impedisse di essere noi stesse per questi due meravigliosi giorni.
Alla prossima Laura..... Un bacio

SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI