12 settembre 2012

Coniglio con melanzane e peperoni ripieni

Oggi ho voglia di scrivere un post sulla buona educazione.
La buona educazione credo sia un'utopia. Perchè ognuno ne fa quello gli pare e ne vengono fuori delle interpretazioni originali.
Esempio: in che categoria inserisco la domanda che mi fanno tutte le persone gentili che mi incontrano e che, dopo avermi squadrata da capo a piedi, con lo sguardo che sembra uno scanner con incorporata bilancia pesapersone, aggiungendo un sorrisetto che non ho ancora capito se è ironico, comprensivo, timido, amichevole, materno o cavolo ne so, ma decisamente irritante questo si,.... mi chiedono, anzi affermano con punto interrogativo finale 'Ma hai preso qualche chiletto eh?'.
Premesso che i quarant'anni segnano una linea di demarcazione tra quello che si era e quello che si comincia ad essere, dal punto di vista fisico e .... hai voglia che lotti, indietro non si torna.
Escludendo magrezza e obesità legati a patologie specifiche, ci sono persone che per costituzione (fisica e non politica) possono essere magre o in carne. E da quel momento in poi cominciano a somigliare inevitabilmente a uno dei due genitori. 
Se si tende alla magrezza si diventa pian piano delle mazze di scopa, se si tende alla rotondità, la parola linea diventa 'ovale'. 
Quindi, a meno di rischiare di morire o di fame o di depressione, contro natura non si può andare.
Se poi a dirlo sono persone magrissime e asciuttissime, di quelle che per natura (e non per patologie!) tendono alla mazza di scopa, o che per volontà o deformazione mentale tendono alla fame, e che non si accorgono che lentamente tendono anche all'avvizzimento, credendosi bellissime, bè allora farei volentieri a meno della loro considerazione che ancora non so cosa vorrebbe essere..... una battuta? ( non fa ridere), una cosa detta senza pensare? (bè allora pensaci), una frase detta tanto per dire qualcosa? (a volte il silenzio sarebbe prezioso), un consiglio per dimagrire perchè dalla faccia sembra che io sia disgustosamente grassa? (io ti consiglierei di mangiare perchè le rughe ormai ti si vedono tutte)....
Volevo solo approfittare di questo spazio che sembra essere letto da molte persone anche nel mio paese, per comunicare che.... 
1)  io mi voglio bene così come sono
2) io preferisco le persone con qualche filo di carne in più.
3) i miei abbracci hanno, pare, un effetto pranoterapeutico e la sensazione di morbidezza rilassa e da sicurezza
4) Gesù mi ha fatto così e non posso farci niente.
5) Non continuate ad ammiccare al mio blog dicendo 'eh? ti piace cucinare eh? e poi mangi...', perchè significa che non leggete attentamente le mie ricette che, a parte qualche eccezione, sono tutte leggere... 
6) non sfruculiate, perchè la prossima volta vi rispondo male.
7) una sana manciata di c...avoli propri e di uno specchio vero a casa propria non farebbero poi tanto male.

E, visto che ancora non sono diventata una fashion blogger, anche oggi vi propongo una ricetta gustosa che, se mangiata nelle giuste quantità, è anche dietetica.
buon appetito.


Coniglio con melanzane e peperoni ripieni
(per 4 persone)

- 8 pezzi piccoli di coniglio
- 2 melanzane piccole
- 2 peperoni carnosi
- 2 spicchi d'aglio
- olio extravergine di oliva
- 2 uova
- una fetta di pane raffermo
- due cucchiai di pane grattugiato
- un pugno di formaggio piccantino
- prezzemolo e basilico

Mettere in ammollo in acqua la fetta di pane.
Tgliare a metà le melanzane, svuotarle e tagliare la polpa a pezzettini, lasciando la buccia quanto più sottile possibile. Mettere la polpa a pezzi in una ciotola piena di acqua e poco sale.
Versare un pò d'olio in un tegame, aggiungere uno spicchio d'aglio a pezzettini piccoli e uno intero (se invece vi piace un sapore più deciso spezzettare anche l'altro).
Strizzare i pezzi di melanzane per eliminare l'acqua nera e metterla a soffriggere nel tegame.
Salare leggermente e portare a cottura.
Far raffreddare e aggiungere il pane strizzato, il pane grattugiato, le uova, il formaggio, e il prezzemolo e il basilico abbondanti spettezzati.
Amalgamare il tutto.
Tagliare a metà i peperoni nel senso della lunghezza.
Riempire con il ripieno sia i peperoni che le 4 bucce di melanzane.
In una teglia da forno versare dell'olio e disporre ad incastro i pezzi del coniglio, i peperoni e le melanzane ripieni.
Infornare a 220° e portare a cottura, rigirando solo una volta i pezzi del coniglio.
Saranno pronti quando si formerà una calotta compatta e croccante sulle melanzane e i peperoni.

SHARE:

47 commenti

  1. aspè che scendo giù e vengo a stringerti la mano. a roma si dice: quanno ce vo' ce vo'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^___^ grazie, mi hai fatto ridere....
      Anna

      Elimina
  2. ecco, brava. null'altro da aggiungere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mi sono anche un pò trattenuta, perchè se mettevo per iscritto tutto...
      Anna

      Elimina
  3. come detto su fb io queste gentili persone le frego sul tempo e me lo dico da sola, il dialogo è suppergiù questo:
    ciao, come stai?
    insomma, bene, a parte che ho messo su qualche chilo!
    ma nooo, ti trovo beniSSSimo!!
    ma nooo, che dici? guarda qui che panza e che tette!
    ma nooo, ti trovo in formiSSSima!!

    tiè, fregate sul nascere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me mi fregano sempre gli altri, perchè io perdo tempo prima a fare a loro i complimenti...
      ma prendo nota e mi alleno d'ora in poi.
      un abbraccio
      A

      Elimina
  4. Che tristezza "le mazze di scopa" ;) I kg in più ( se poi di kg in più si parla, al giorno d'oggi purtroppo il concetto di magrezza/bellezza rasenta l'anoressia)fanno la donna bbona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me fanno tristezza le mazze di scopa volute, di quelle che non mangiano volutamente e appena possono infilarsi nella 38 sembrano aver raggiunto il paradiso, a dispetto magari di chi è magro per natura davvero e si dispera per prendere qualche chilo per sentirsi meglio.
      e a dispetto di chi nonostante mangi pochissimo assimila anche l'aria....
      grazie per la partecipazione.
      Anna

      Elimina
  5. Anna io che sono molto più ovale di te ti capisco eccome! :))) Quello che non capisco è perché si permettono certi commenti quando io mai direi: "certo che ti sei riempita di rughe eh?" o "ma le orecchie sono più a sventola del solito o sbaglio?" - Possibile che non si capisca che un commento del genere ferisce e offende? Io mi sono sempre battuta per evitare commenti sul fisico, compreso dire che una persona magra è un "manico di scopa" o - peggio che mai- se non ha le curve "non è una vera donna" (!!!) Sono commenti atroci, che giudicano una persona senza conoscere la sua storia e la giudicano in modo sommario. Conosco persone estremamente magre a causa di patologie che le fanno soffrire enormemente e un commento come quello del "manico di scopa" mi fa contorcere dalla rabbia, tanto quanto i commenti sulla mia ciccia. E' così dura considerare la poca o tanta carne come una caratteristica fisica come i capelli biondi o neri, l'essere alti o bassi etc? Una cosa che fa parte di come appariamo e non "significa" nulla su cosa siamo, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mia adorata kuri, a parte che tu lo sai che ti adoro così come sei e te lo dico sempre.... e mi piaci dentro e fuori tutta.
      Ad avercene delle persone spiritose e intelligenti come te!!!
      io ho una mamma che pesa pochissimo e sembra un uccellino, e che si dispera perchè dice che 'con qualche chilo in più prima si sentiva meglio, e poi la roba addosso scivola, invece se fosse più robusta le starebbe su meglio'...
      Io ho l'eredità di mio padre e della sua famiglia e ancora ricordo i suoi morbidi abbracci e le sue mani grandi e calde.
      E io mi sento bene così e voglio essere così...mi piace.
      Purtroppo l'insensibilità colpisce chi ha più o anche molto meno chili del suo ipotetico peso forma....
      La strada dell'indulgenza è lastricata anche di queste sopportazioni...
      pazienza.
      un abbraccio morbido
      Anna

      Elimina
  6. Brava Anna! non avresti potuto esprimerti meglio!
    io ne so qualcosa di tutto questo...da novembre sono passata da 93 kg ai 68 attuali e siccome faccio un lavoro a contatto con il pubblico ... non te ne dico e non te ne conto...prima quando ero ingrassata, mi guardavano e mi commentavano con compassione...ora che sono dimagrita (ma non diventata un fuscello, anzi in base alla mia altezza e costituzione dovrei perdere ancora 8\9 kg) mi guardano con invidia (soprattutto le donne tocca dirlo!) e me ne dicono di tutti i colori "sei sciupata, sicura di stare bene?" "mò basta dimagrire sennò te ne 'scendi' tutta" una è rimasta memorabile "sei incinta?" (ho perso 25 chili dimmi dove c.... la vedi stà gravidanza!!!!) "uè ma non hai perso troppo in fretta? stai attenta che ti puoi ammalare!" "stai facendo la Dukan??? per carità quella fa male!!!" quindi di buona educazione in giro ce n'è davvero poca! io non faccio mai commenti sull'evidente accunulo di peso di una persona anche perchè, proprio per il lavoro che faccio, su uno studio medico, so che purtroppo spesso il dimagrire o l'ingrassare possono essere sintomi di varie patologie anche gravi e quindi non mi permetterai mai di sottolinearlo alla persona ma tolto questo la stessa cosa vale per i figli, io ne ho uno e allora "ma quando lo fai un altro?-e la compagnia a questo bimbo?-a quando la femminuccia?-nooo il figlio unico è brutto (io sono figlia unica!!!)-ti viene viziato-quando si farà grande te lo rinfaccerà-lo lascerai solo su questa terra(!!!)..." insomma di tutto di più! Ora direi che sto diventando maleducata anche io per l aprolissità di questo commento ma scusami...ho letto il tuo post in momento in cui mi stavano proprio assillando a lavoro!
    Per quanto riguarda la ricetta grazie davvero perchè posso tranquillamente prepararmelo anche stando a dieta..tiè!!!
    ti abbraccio
    dida
    p.s.
    ricordo il nostro veloce incontro a Gente del Fud e se non posso confermare che il tuo abbraccio è terapeutico per non averlo constatato di persona posso sicuramente affermare che lo è anche il tuo sorriso dal vivo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara per le tue parole....
      a quanto pare è davvero storia comune....
      la prossima volta che ci vediamo ti tengo mezz'ora abbracciata e poi mi dirai...
      un bacio
      A

      Elimina
  7. Anna sei grande! Sei una persona bella dentro e fuori, coraggiosa e sicura di sé, che dire... continua ad essere te stessa e a darci le tue preziose ricette che hanno un sapore di "famiglia". Per me, custodire tutto questo è molto prezioso! Un abbraccio Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Rosa,
      prometto di non cambiare mai allora.
      un abbraccio
      Anna

      Elimina
  8. Extra-large addict e allora?Dedico il tuo post a tutti gli imbecilli che dopo il mio secondo parto mi guardavano schifati dicendomi:ma che hai preso qualche chilo?Si venti,no qualche.E nessuno mi chiedeva della bimba.mah...
    I quaranta sono il traghetto verso l'altrove.Si cambia,si cambia mentalmente,fisicamente...ma io non tornerei per niente indietro.E poi sti fianchi rotondi mi tengono così compagnia!!!!!
    Brava Anna!!!
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono andata già oltre i quaranta e quante cose più importanti si apprezzano strada facendo.
      MI sa che siamo tutti in ottima compagnia...
      un abbraccio
      A

      Elimina
  9. Anna bella bella...hai fatto bene a dire quello che avevi dentro...le persone che aprono la bocca e parlano però io le compiango...non sono mai vicine agli altri nè gli altri si avvicineranno a loro se non formalmente... l'aspetto fisico qualunque sia riguarda la persona e l'importante è sentirsi bene... lo sai io ho perso vari chili, ma perchè mi sentivo pesante pesante...adesso mi sento leggera ed è quello che volevo, cammino senza fatica. Ma certo che quando mi guardo il collo pieno di rughe e le ciccette cadenti nelle braccia ...ma è necessario accettare i cambiamenti dovuti al passare degli anni prima di tutto...anche la mente cambia ...migliora specie se si sono coltivate educazione, affettività, rispetto per gli altri, empatia...tutto quello che porta gioia nel cuore. E mi dispiace per le persone sempre scontente...saranno molto sole....


    RispondiElimina
    Risposte
    1. io condivido le diete solo se fanno stare meglio le persone, o se devono curare un malessere.
      Ma per il resto sarebbe bellissimo se si facessero dei complimenti piuttosto che delle sottolineature.
      Meno male che a volte si incontrano persone sensibili e belle e speciali come te...
      un abbraccio
      A

      Elimina
  10. Domenica ora di cena , il cibo sui fornelli ed io e il mio Principe che sfogliamo un giornale di accessori moto , non ricordo una cosa e decido di fare una telefonata certa che quella persona mi darà il nome che mi serve . ....ma che m'è venuto in mente !!!!!....due indicazioni date e poi non so come si finisce alla pasta sul fornello e la maleducazione in persona esce dalla cornetta del telefono . Inizia a ripetere in modo continuo , fermo ed aggressivo " devi mangiare hai capito ! devi mangiare , tutto ! anche se i dottori ti tolgono qualcosa tu devi mangiare il doppio di quello che puoi , devi mangiare ! " Chi mi conosce bene sa che dietro ai miei tratti delicati c'è una persona capace di difendersi e con una risposta sempre pronta , se necessita anche iena , ma credetemi così tanta aggressività in relazione all'argomento mi ha spiazzato . Senza parole . Ho salutato educatamente e sono caduta in crisi per 4 ore con pianti , insicurezze , rabbie , tristezze e un continuo chiedermi cosa posso fare ???? Non si fa ! no ! è una violenza entrare nella vita di una persona con certe critiche , inutili , ognuno di noi ha una storia che agli altri non è data di sapere e non siamo nemmeno tenute a giustificare ogni volta il perchè della nostra magrezza o grassezza . SE poi come nel mio caso , la persona è a conoscenza di un intervento fatto e di cui faccio fatica a riprendermi fisicamente , allora la chiamo cattiveria .
    Ci sono due cose per la quale non ho tolleranza : la maleducazione e la cattiveria , passi l'ignoranza ma non la maleducazione, non la cattiveria . Così succede che ti elimino . Cancellato il n dal cell e quando la vedrò cambierò strada perchè certe persone hanno energia inquinante ed entrano dentro noi lasciando la stessa sporcizia di che se entrassero a casa nostra con le scarpe sporche . Generalmente poi ci ripuliamo piangendo ed io ho voglia di sorridere e ridere a crepapelle . cara Anna guardano i tuoi chili perchè se guardassero la tua poetica e la tua creatività morirebbero di invidia , loro non ce l'hanno altrimenti le argomentazioni sarebbero più interessanti . non ce l'hanno e non te la perdonano . Dovremmo munirci di buona curiosità : creativa e non da portineria , fosse solo per scoprire che intorno alla ciccetta di Anna ( garantisco fantastica , io e lei ci siamo conosciute in un abbraccio morbido e meraviglioso ) e intorno alle mie ossicine si genera ogni minuto vita fatta di tanta poesia . Grazie Anna per questa denuncia . Ovviamente un abbraccio . Sei una grande Donna ! ann...a.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ann..a, ormai nella nostra amicizia entrano in ballo continuamente gli abbracci...
      ovviamente non c'è bisogno di spiegare che anche nel tuo caso, opposto al mio, i commenti 'da portineria' possono ferire.
      come fa la gente a vedere solo questo e a non sentire le mille cose che sono in te? Troppa confidenza data alle persone sbagliate dice mio figlio.
      E ha ragione. A volte bisogna essere decisi nel tagliare i rami inutili dell'albero della nostra vita.
      un abbraccio
      A

      Elimina
  11. Brava! Così si fa! Mi chiedo come fanno le simpatiche che per deformazione mentale tendono alla fame, come dici tu, a gestire la cucina per i propri famigliari! Che tristezza. Sai quante ne ho viste di queste "taglia 38" sulla spiaggia: tutte rughe e marroni da abbronzatura estrema. Bleah! E chissenefrega (e meno male!) se non sono come loro: infatti io ho il sole nel cuore. Tiè!
    Abracciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai quante ne conosco io taglia 38 che fanno morire di fame i familiari, arrangiandoli con la mozzarella o la frisella o il latte a pranzo? praticamente tutte.
      A parte mia madre che invece mangia e non ingrassa per costituzione.
      Ma in generale chi non mangia per non ingrassare non ama perdere tempo nemmeno a cucinare e non desidera farlo nemmeno per gli altri.
      E sarà per questo che invece io amo cucinare?...
      anna

      Elimina
  12. ... E poi... A me piaci cosi'.... / L'Innominabile

    RispondiElimina
  13. non ho potuto fare a meno di telefonarti appena ho letto questo post ... :-)

    i maleducati tempestano il mondo, Gesù invece ti ha fatto benissimo e noi tutti lo dobbiamo ringraziare!

    Annina 'chissenefrega' noi domani sera ce ne andiamo a cena in qualche bel posticino alla moda milanese alla faccia degli invidiosi maleducati!

    tié

    tua adorata Pippi

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aritiè...
      quando ti acchiappo domani... eheheheh
      Annina tua ^__^

      Elimina
  14. Ciao Anna, era tanto che non venivo sul tuo blog.Visto che parlo ad una foodblogger, conoscerai le proprietà delle padelle antiaderenti. Presente quando le cose ti scivolano addosso? detto questo io ho 39 anni e sono della categoria "mazze da scopa", cerco di tenermi in forma, mi trucco mi curo e inevitabilmente le persone che mi incontrano mi dicono: ma sei dimagrita??'stai male?c'hai 'na faccia!!PS: nella tua ricetta c'è il pane: attenta che ingrassi eh:-)baci

    RispondiElimina
  15. accidenti, allora come la fai la sbagli...
    mi piace la teoria della padella antiaderente... ci provo.
    (ne ho mangiato mezza fetta, perchè non era quello fatto da me, ma comprato, e non lo digerisco...).
    un bacio
    Anna

    RispondiElimina
  16. vogliamo parlare di quante volte mi chiedono "sei incinta"!!?? ok non sarò un fuscellino, ma uno non può permettersi il lusso di avere un po' la pancetta nemmeno dopo 3 ragazzini!!?? guarda, hai tutta la mia solidarietà,meno male che ce ne sbattiamo e abbiamo la forza di riderci su! un abbraccio corposo!!

    RispondiElimina
  17. Come ti capisco .....non si puo' andare contro natura sarebbe come farsi violenza

    Il Principe di ann....a

    RispondiElimina
  18. ciao Anna, passo spesso a leggerti e mi piace da matti. Bellissima la tua ricetta e mi ritrovo con il tuo pensiero. Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. quanche annetto fa ho fatto una gaffe enorme...incontrando una mia cugina che non vedevo da tempo, mi son complimentata calorosamente con lei per essere splendente in viso, tonda al punto giusto, luminosissima e quasi senza rughe, nel senso che le guanciotte belle paffutelle e rosee minimizzavano quasi del tutto le rughe dell'età matura (matura come io e te per intenderci) dicendoglielo molto apertamente e sinceramente che quei kili in più le stavano a meraviglia, poiché con l'avanzare dell'età, io ritengo, siano necessari, al suo fianco c'era la cognata molto più anziana di lei ...magrissssiiiima...l'ho guardata e...imbarazzatissima, ho cercato di riparare come meglio potevo, divendole che lei, a prenscidere era comunque sempre bella e splendente...Mia carissima amica, chi se ne frega degli sguardi dalla testa ai piedi...siamo belle dentro ed anche fuori se siamo le prime noi ad accettare questi meravigliosi cambiamenti della vita....ricordiamoci l'aneddoto di Anna, quella bellissima e bravissima attrice che io adoro, la Magnani....al suo truccatore: non mi toccare le rughe che c'ho messo una vita a farmele ;-) Un bacio grande!!!

    RispondiElimina
  20. ahhh il coniglio non lo mangio molto facilmente, ma i peperoni anche una teglia intera :-)

    RispondiElimina
  21. Anna non cambiare mai! Mi piacciono le persono come te belle dentro e fuori! E chi se ne frega delle opinioni altrui?? Mentre certe persone si scervellano per capire piuttosto la loro vita (forse per renderla un pò più interessante??) tu ti stai godendo la tua alla grande! Un'abbraccio

    RispondiElimina
  22. E la ricetta è ottima :-P

    RispondiElimina
  23. Carissima, La maleducazione e' una bestia che non risparmia nessuno e purtroppo per me e' un sinonimo diretto di stupidita'. Spesso e volentieri va a braccetto con l'invidia e manca totalmente di autoironia! Detesto quelli che mi incontrano e la prima cosa con cui esordiscono e' " sei sciupata, lavori troppo" il che e' sinonimo di " hai una faccia che fa paura" , oppure io che ho una carnagione che fa invidia al Dash, da una vita mi sento dire " Dio come sei pallida, ma stai bene?" e giù a toccarmi dove vorrei avere quegli attributi che non mi danno il coraggio di ribattere. Per educazione e rispetto. E onestamente da quando sono entrata in menopausa purtroppo troppo presto, ho deciso che la forma che prendera' il mio corpo, sara' quella che la natura mi ha destinato, cercando di godermi le cos'e buone e fanculeggiando in silenzio chi si diverte a farmi notare che ho preso qualche chilo. Ti adoro e vorrei abbracciarti anche io! Pat

    RispondiElimina
  24. anna, come ti capisco: la soglia dei quaranta, l'eredita' familiare... temi sui quali proprio in questi giorni mi trovo a meditare anch'io, mentre assisto ai progressivi - e finora inarrestabili - arrotondamenti del mio corpo. eppure e' come dici tu: va bene cosi'.
    un abbraccio stramorbido

    RispondiElimina
  25. Annaaaaa ma ti hanno davvero fatta inc...avolare questa volta!!! Dai lascia perdere queste persone avvizzite e insensibili evidentemente badano alla forma e non alla sostanza!!! Ti adoro così come sei ( e dalle foto mi sembri perfettamente amabile)....non cambiare mai!!!!!!
    baci

    RispondiElimina
  26. Oh Anna.....per me che ti conosco dal vivo ( e come ne vado fiera!) sei una delle pochissime donne con un fascino da vendere. La tua voce, i tuoi occhi, il tuo sorriso...Non sarò mica innamorata?? Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Concordo su tutto!
    E la ricetta è ottima!

    RispondiElimina
  28. Ciao Anna girovagando nei blog sono capitata nel tuo!anche se ho un blog di genere diverso(il mio è di arredamento romantico)sono stata attratta dal tuo modo di scrivere,la solarità che emana la foto del tuo profilo,anch'io odio le cose che si fanno in estate e amo il mare d'inverno!Ti seguirò,baci,Rosetta

    RispondiElimina
  29. Mai parole più giuste, e poi cara Anna posso avvalorare il tuo punto 3, ne ha beneficiato anche la piccola Cattelina! Ti abbracciamo tutti in un abbraccio collettivo!

    RispondiElimina
  30. Ben detto!! sottoscrivo il tutto! ricetta molto appetitosa, by the way!

    RispondiElimina
  31. ma mandali a fa.......
    Digli io sono una donna bella intelligente e sensuale con tutte le mie forme e tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Gunther, detto da un uomo poi, ha un grande valore questo complimento...
      A

      Elimina
  32. e io me lo sono venuto a cercare questo post.
    Baci alla prossima.

    RispondiElimina
  33. leggendo il post sentivo la tua voce nelle orecchie e anche le risatine. Vedevo il tuo sguardo furbo e i riccioli d'oro
    sai che ho sentito anche il tuo abbraccio?
    :*
    sei favolò!
    love
    Cla

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI