4 novembre 2009

Pagnotte di semola e farina



Solo in questi giorni ho capito che non potrei mai partecipare al Grande Fratello. La reclusione obbligatoria in quattro (seppur giganti) mura mi farebbe impazzire. Siamo rimasti richiusi in casa per un pò di giorni a causa dell'influenza e siamo stati bravi, tanto bravi a gestire con calma e pazienza questo momento un pò ... turbolento. Abbiamo tranquillamente ignorato i telegiornali, seguito i consigli del nostro bravo medico e con pochi e semplici rimedi, anche naturali, abbiamo superato il momento più difficile. Onestamente non è stata una passeggiata, ma nemmeno poi così in salita. Ai primi sintomi sono uscita in fretta e furia, ho fatto la spesa per qualche giorno, poichè avevo deciso di non far venire nessuno a casa, e così ho potuto anche preparare ricette semplici e leggére adatti alla necessità. Oggi però ho deciso che bisognava far circolare in casa, oltre alla solita aria fresca e pulita, anche un profumo buono. Ma per una ricetta buona e non impegnativa ho scelto la cosa più semplice di questo mondo. Ho fatto il pane. Ho seguito la ricetta di una mia amica (vicina di casa, ex di lavoro, di blog), che tempo fa mi aveva fatto assaggiare in diretta e ne ero rimasta affascinata per la sua semplicità.
E così in brevissimo tempo e con pochissimo impegno ho preparato queste due splendide pagnotte, morbide e calde.
Buone e calde come casa mia.



Pagnotte di semola e farina

- 350 gr. acqua
- 300 gr. farina
- 300 gr. semola rimacinata
- 20 gr. sale
- 1 bustina di lievito in polvere
- 1 cucchiao scarso di zucchero

Io uso l'impastatrice per abbreviare i tempi, ma anche a mano è facilissimo.
Mescolare prima tutti gli ingredienti solidi e poi aggiungere l'acqua. Lavorare l'impasto per circa 10 minuti e far lievitare per circa mezz'ora/un'ora. Dopo la lievitazione lavorare di nuovo velocemente l'impasto. Dividerlo in due e formare due pagnottelle allungate. Sistemarle sulla leccarda coperta da carta da forno. Fare dei tagli sulle pagnotte per agevolare la seconda lievitazione. Coprirle con un panno bianco pulito e far lievitare ancora per un quarto d'ora. Quindi infornare a 180°/200° a seconda del proprio forno fino a doratura. Sfornare e coprire per una mezz'ora il pane prima di mangiarlo.

SHARE:

14 commenti

  1. Sei brava, c'è poco da fare...sei proprio brava :o)E sono fortunati i tuoi familiari ad avere una donna di casa che si prende cura di loro in questo modo meraviglioso.
    Io, oggi pomeriggio, insieme alle mie bambine, mi sono data alla preparazione di cantuccini toscani....buonissimi!:o)
    Ho ancora tanto da imparare in fatto di cucina e ho deciso: comincio da te.
    Buonanotte, dolce Anna.

    RispondiElimina
  2. Questa pagnotta è a dir poco invitante , bella soffice dentro e croccante fuori!

    RispondiElimina
  3. Buonooooooooo...lo faccio subito..subito!!!!
    un saluto

    RispondiElimina
  4. Bellissime!!! Direi che sei proprio guarita!!
    Un abbraccio :0)

    RispondiElimina
  5. Eh si....proprio un ottimo pane: saporito e profumatissimo!
    l'influenza ormai stà dilagando ed essendo abituati ad essere sempre in movimento, diventa difficile rintanarsi in casa!!
    ben guarita allora ;)
    bacioni

    RispondiElimina
  6. che buono il pane di semola..lo faccio spesso...e mi piace il tuo....

    RispondiElimina
  7. Ti è proprio mancata la cucina!!! Hai sfornato davvero un ottimo pane!!!

    RispondiElimina
  8. Bene Anna ogni tanto la "reclusione" forzata ci vuole se riesce a farti panificare così bene! però deve durare poco eh?!

    RispondiElimina
  9. mi piace molto sia il pane che la pizza con la semola rimacinata! dà un sapore ancor più "di casa". Spero che vi siate ripresi dai malanni!

    RispondiElimina
  10. Ciao Anna eccomi anche qui. Adoro il pane e anche noi a casa siamo state influenzate e costrette a rimanere in casa quindi ti capisco benissimo: appena il naso ha smesso di gocciolare ci siamo fiondate fuori a fare la spesa! Continuo a rimirare questo pane e mi sa che presto lo proverò. Buona serata ;)

    RispondiElimina
  11. No panic! Brava, è così che si reagisce...noi ancora non l'abbiamo avuta, ma è da un po che non guardo più i tg....troppi controsensi!
    il pane è una meraviglia!
    Un bacione!
    Marty

    RispondiElimina
  12. Bellissimo questo pane!!! Mi sa che in occasione della mia reclusione panificherò anche io!!
    Un abbraccio Arianna

    RispondiElimina
  13. @ x tutti ... ancora una volta grazie della vostra compagnia.... Fatelo pure questo pane e mi penserete di sicuro, perchè è buonissimo e si conserva anche a lungo. Per fortuna siamo fuori dall'influenza e speriamo che fra un pò si possa uscire anche dalla confusione che si è creata per questi virus. Ora si riparte alla grande. Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI