4 novembre 2009

Pagnotte di semola e farina



Solo in questi giorni ho capito che non potrei mai partecipare al Grande Fratello. La reclusione obbligatoria in quattro (seppur giganti) mura mi farebbe impazzire. Siamo rimasti richiusi in casa per un pò di giorni a causa dell'influenza e siamo stati bravi, tanto bravi a gestire con calma e pazienza questo momento un pò ... turbolento. Abbiamo tranquillamente ignorato i telegiornali, seguito i consigli del nostro bravo medico e con pochi e semplici rimedi, anche naturali, abbiamo superato il momento più difficile. Onestamente non è stata una passeggiata, ma nemmeno poi così in salita. Ai primi sintomi sono uscita in fretta e furia, ho fatto la spesa per qualche giorno, poichè avevo deciso di non far venire nessuno a casa, e così ho potuto anche preparare ricette semplici e leggére adatti alla necessità. Oggi però ho deciso che bisognava far circolare in casa, oltre alla solita aria fresca e pulita, anche un profumo buono. Ma per una ricetta buona e non impegnativa ho scelto la cosa più semplice di questo mondo. Ho fatto il pane. Ho seguito la ricetta di una mia amica (vicina di casa, ex di lavoro, di blog), che tempo fa mi aveva fatto assaggiare in diretta e ne ero rimasta affascinata per la sua semplicità.
E così in brevissimo tempo e con pochissimo impegno ho preparato queste due splendide pagnotte, morbide e calde.
Buone e calde come casa mia.



Pagnotte di semola e farina

- 350 gr. acqua
- 300 gr. farina
- 300 gr. semola rimacinata
- 20 gr. sale
- 1 bustina di lievito in polvere
- 1 cucchiao scarso di zucchero

Io uso l'impastatrice per abbreviare i tempi, ma anche a mano è facilissimo.
Mescolare prima tutti gli ingredienti solidi e poi aggiungere l'acqua. Lavorare l'impasto per circa 10 minuti e far lievitare per circa mezz'ora/un'ora. Dopo la lievitazione lavorare di nuovo velocemente l'impasto. Dividerlo in due e formare due pagnottelle allungate. Sistemarle sulla leccarda coperta da carta da forno. Fare dei tagli sulle pagnotte per agevolare la seconda lievitazione. Coprirle con un panno bianco pulito e far lievitare ancora per un quarto d'ora. Quindi infornare a 180°/200° a seconda del proprio forno fino a doratura. Sfornare e coprire per una mezz'ora il pane prima di mangiarlo.

SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI