19 febbraio 2011

Fave spizzicate con verdure


Ieri pioveva a dirotto. E come in tutte le giornate grigie di piogga abbiamo bisogno di un abbraccio in cui rifugiarci. Che sia la nostra casa, dalla cui finestra riusciamo a vedere con occhio distaccato il freddo e il grigio, o che sia un piatto che ci porti calore dentro... l'importante è sentirsi al sicuro.

La mia mamma aveva preparato le fave spizzicate con le verdure e sono andata a pranzo da lei, e mentre pranzavamo e commentavamo il diluvio che si vedeva fuori, ho sentito nascere dentro di me una certezza sempre più definita.
Che non c'è posto al mondo dove ti senti più al sicuro che a casa dei tuoi genitori.
Mentre parli, ti muovi, stai in silenzio, se ti viene un pensiero triste o allegro, se hai sonno e vuoi appisolarti, se vuoi sfogarti o se confidi nel loro intuito nel capire le cose.... sai che li sei al sicuro. Loro sanno, ti capiscono, ti conoscono, ti confortano, ti accettano con le tue paturnie, ti osservano in silenzio.... loro ti amano.
Ti amano se rispondi male, ti amano se li abbracci o se li ignori, ti amano se vai a trovarli o se non ti fai vedere per una settimana, ti amano sempre, da sempre e per sempre. E li hai sempre trovato e sempre troverai un cuore che ti ascolta e ti coccola, che non ti tradirà mai, cadesse il mondo, mai,  li sei al sicuro.
E il sapore di un sonnellino fatto a casa dei genitori, sapendo che mentre tu riposi, ti coprono per non farti prendere freddo, abbassano la tapparella, e badano al resto del tuo mondo, mentre tu dormi, cullata dal suono delle loro parole silenziose e del rumore dei  passi delle pantofole di tua madre.. ti fa sprofondare nel più giusto dei sonni, da cui riemergi a nuova vita, come se fossi appena uscita di nuovo dalla tua infanzia. Ma pronta a dare tanto e a fare lo stesso con i tuoi figli. Perchè capisci che per questo li ami così tanto.... Perchè tanto hai ricevuto e tanto riesci a dare. E l'amore dato e ricevuto non è mai troppo....
 
Fave spizzicate con verdure

- una giumella di fave secche 'spizzicate' a persona
- una patata
- costa di sedano
- cipolla intera
- qualche pomodorino
- foglie di alloro
- olio extravergine di oliva
- verdure a piacere (zucchine, cime di rapa, cicorielle di campagna, cicorie e bietole)

Le fave spizzicate sono le  fave secche a cui è stata tolta la calotta superiore, per consentire ai liquidi di cottura di penetrare all'interno e far cuocere la fava.
Mettere le fave 'spizzicate' 'a bagno'  dalla sera precedente, avendo cura di coprirle abbondantemente di acqua per non farle rimanere 'a secco' dopo che si saranno impregnate e gonfiate.
Quindi sciacquarle e metterle a cuocere in acqua pulita in una legumiera o pentola alta.
Eliminare la schiuma che si forma e appena non se ne forma più salare e aggiungere la cipolla, il sedano, i pomodorini, la foglia di alloro e la patata.
Controllare che l'acqua superi il livello delle fave e far cuocere a fuoco lento.
I tempi di cottura variano a seconda del tipo di fave, che possono essere più o meno cottoie. Per cui bisogna assaggiare di tanto in tanto per controllare.
Servire con verdura lessa e un filo di olio extravergine di oliva.
Se potete utilizzare la 'pignata' di terracotta per cuocere questo piatto accanto al fuoco di un camino, il sapore diventerà ancora più godurioso.


SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI