16 ottobre 2012

Pane e cipolla per il World Bread Day


Voglio immaginarlo così questo giorno....
Mille e mille mani che versano farina bianca e scura, sciolgono lieviti, sminuzzano ingredienti da aggiungere affidandosi alla propria fantasia.... e nuvole bianche che svolazzano intorno, mentre raggi di luce entrano per illuminare questa danza continua in mille cucine nel mondo.....
E grembiuli dove pulirsi velocemente le mani, e acqua tiepida che arriva in soccorso di impasti da rendere soffici, e squilli di telefoni ignorati perchè qui si sta creando.... e attese ansiose di sollevare un panno bianco per vedere che la magia c'è ancora, quella magia che gonfia un impasto, come una promessa che sarà mantenuta....
e il forno pronto e ... via.......
E piano piano cominciano a sprigionarsi mille e mille profumi da ogni casa,  e profumano anche il web grazie alle mille parole che sono in grado di descrivere sogni..... e occhi sgranati che desiderano quel meraviglioso pane offerto in foto a tutti....
E cuori che si aprono, pieni di speranza che tutto ciò possa aver aperto altri cuori, fino ad oggi insensibili, per portare pane e profumi a chi non ne ha....

Festeggio anch'io oggi, con tutto il mio cuore, tutto il mio impegno, alla Giornata mondiale del Pane, voluto da Zorra, fatto coincidere con la Giornata mondiale dell'Alimentazione, affinchè non possa mancare MAI a nessuno un pezzo di pane.

E per questa giornata, ho deciso di preparare  Pane e Cipolla, un pane profumatissimo, che è buono da mangiare anche da solo.


Pane e Cipolla

- 400 g di Farina 00
- 100 g. di farro
- una bustina di lievito di birra disidratato
- 2 cipolle rosse
- 60 g di burro
- 3 cucchiai d'olio extravergine di oliva
- 4 uova
- due pugni di parmigiano 
- 2 cucchiaini rasi di sale 

In una padella versare l'olio, il burro e le cipolle tagliate a fettine. Far appassire il tutto a fuoco basso e salare leggermente.
In una ciotola mescolare la farina, il farro, il lievito, il formaggio e il sale.
Sbattere le uova e mescolarle alle farine.
Aggiungere le cipolle.
Lavorare l'impasto così ottenuto, finchè raggiungerà una consistenza morbida.
Metterlo in un luogo tiepido a lievitare per almeno un'ora.
Quindi prendere l'impasto con delicatezza e sistemarlo in una teglia da forno che possa dargli una forma, come uno stampo da plumcake, per ciambella, o in una teglia dai bordi aderenti che possa 'arginare' la seconda lievitazione.
Lasciar ancora riposare per circa tre quarti d'ora.
Accendere il forno a 200° e metterci all'interno un pentolino di acciaio con acqua, per creare un ambiente umido durante la cottura.
Cuocere per circa 40 minuti, a seconda del proprio forno... e comunque fino a doratura.
A cottura ultimata coprire con un panno pulito e lasciar raffreddare prima di mangiarlo.
Servire accompagnato da formaggi morbidi, tipo brie, o con salame, o con patè di olive e un buon bicchiere di vino rosso.



30 amici:

  1. Che buono! cercavo giusto una ricetta di pane con poche lievitazioni. Proverò a farlo in versione semi dolce senza cipolle!!
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è proprio semplice, ma di sicuro effetto... Fammi sapere poi la versione semidolce ....
      un abbraccio
      A

      Elimina
  2. Mi sembra quasi di poter sentire il profumo di questo pane...sniff!! Io invece lo copierò esattamente come da tua ricetta, buonissima! Ci vediamo a Torino? :-)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che ci vediamo, ormai ci rincorriamo da una vita...
      io cucinerò per la Garofalo il 27 alle 14,30
      A presto allora
      A

      Elimina
  3. voglio festeggiare con te Annina mia...voglio stare in cucina con te a pulirmi le mani infarinate nel grembiule...e aspettare che una promessa si avveri... :-*

    tvb

    Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e dai che io porto anche il vino e i calici....
      E prometto che al prossimo incontro con le altre che tu sai, lo facciamo davvero.
      tvb anch'io
      Annina

      Elimina
  4. fantastico questo pane...grazie per la ricetta,la proverò sicuramene!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. profumo appetitoso e invitante, lo garantisco...
      A

      Elimina
  5. Wow bellissimo post e ancora più bello questo pane, copio la ricetta e l provo. Grazie e a presto! buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e fammi sapere se lo fai, quanto ti piace...
      A

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. Le tue parole sono come balsamo per il cuore e il tuo pane una meravigliosa tentazione profumata e invitantissima :)

    vista l'ora buona notte cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi scrivo parole buone come il pane? grazie a te...
      un abbraccio
      A

      Elimina
  7. mi rilasso quando vengo da te, sei capace di farmi sentire il profumo di casa tua e penso che qualche volta dovrei fermarmi più spesso....ora pero' il lavoro mi aspetta ma non posso che prenderti una bella fetta prima, sarà la mia compagna per il mio pranzo di oggi!
    un abbraccio cara Anna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. donna di corsa, sempre.... eppure sembri così tranquilla e calmina... mi sa che mi sbaglio vero?
      un abbraccio anche a te cara
      A

      Elimina
  8. Quando desidero una ricetta di 'pesce' vado da... quando desidero quella di un 'primo' vado da..., quando desidero un po' di tutto e specialmente SCALDARE IL CUORE, vengo da te! *------* ciao rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. venghino pure siore e siori, che qui c'è un caldo abbraccio per tutti coloro che hanno bisogno di coccole.
      Sono felice che il mio blog, le mie parole facciano questo effetto.
      Grazie a te Rosa
      un abbraccio coccoloso
      A

      Elimina
  9. Che buono! Pane e cipolla è la base di una cucina poverissima, quella che i pastori portavano in montagna per cercare di sfamarsi immersi nella nebbia....vedere l'impasto che lievita è sempre un bel momento magico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e in effetti ho scelto questa ricetta proprio per questo.
      Ricetta povera per i poveri, per non allontanarsi troppo dall'idea dell'essenzialità e di chi non può avere nemmeno le cipolle...
      Grazie a te
      A

      Elimina
  10. ciao Anna
    che squisitezza il pane alla cipolla!!
    Io , consapevolmente a dieta, ho voluto cmq ricordare questo giorno con un semplice pane al latte da biscottare per la colazione del capitano!!
    complimenti sempre per le tue bellissime parole che toccano il cuore!
    baci cara

    RispondiElimina
  11. grazie anna,
    pensavo non mi volessi più bene dopo l'involotario 'bidone' di Trani...
    un abbraccio
    A

    RispondiElimina
  12. sempre pensato che farina,acqua,lievito e poco altro possano creare miracoli ... e quel che stupisce ancora di piu' e' che i miracoli non finiscono mai !!! brava Anna, come sempre

    RispondiElimina
  13. sempre pensato che farina,acqua,lievito e poco altro possano creare miracoli ... e quel che stupisce ancora di piu' e' che i miracoli non finiscono mai !!! brava Anna, come sempre

    RispondiElimina
  14. Anna ma che dici!!!!!!!
    te ne voglio di più perchè hai scritto parole bellissime e tenuta la foto con sul confine la "nostra signora di pietra bianca"!!!
    ma te ne vorrò sempre....in gamba con tutti i tuoi progetti mi raccomando!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  15. ¡Qué bella propuesta me encanta ! abrazos y abrazos

    RispondiElimina
  16. Al pane, quand'è così bello, appena fatto, fragrante e profumato, si può anche non aggiungere nulla. Complimentissimi!

    RispondiElimina
  17. Ciao Anna!! ho letto il tuo profilo...e giracchiato per il blog!! Very NICE direi!!
    A presto!
    Ps: complimenti per questo pane sembra davvero delizioso!
    Buona serata!
    Elisa

    RispondiElimina
  18. Perfect crumb and crust and with chive, how tasty must it be! Yum!

    Grazie per la tu partecipazione al Word Bread Day. Spero di rivederti l'anno prossimo!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi. Purtroppo per ragioni di sicurezza non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete....