1 febbraio 2018

Barrette ai cereali - Granola bars


Pensierino del giorno
A me tutto questa quantità immensa, infinita di parole che leggo sui social, tutte queste immagini perfette, le millemila ricette originali, i selfie ancora col becco a papera, i pacchi aperti in diretta, gli infiniti hashtag, gli infiniti tag, i boomerang che mi fanno aumentare lo strabismo, l'ansia da prestazione che prima faceva sgomitare ora ti camminano sopra senza togliersi i tacchi.... mi sta facendo mancare l'ossigeno. Io ci provo, ma poi desisto.
L'Esagerare secondo me saturerà l'aria e farà mancare il respiro a chi legge.
Credo molto nella moderazione, come antidoto al caos.

Però ho almeno 5 buoni motivi per essere felice.
Perchè ho ripreso a leggere, e leggere e leggere.
Perchè mi sono rimessa in riga con il cibo (a parte i 5 taralli e le 10 olive di oggi, ma tant'è...). E in questo non sono sola. Tante mie amiche condividono la stessa mia scelta in questo periodo. E questo aiuta.
Felice perchè nell'aria c'è già la primavera e con la sua aria frizzante arriva anche la voglia di fare mille cose nuove. E sono già in cantiere tanti corsi tutti belli, tutti al trullo, con tante persone nuove.
Felicissima perchè sto rallentando su cose che non meritano che io sprechi il mio tempo.
E grata per questa rinnovata consapevolezza.

E con questo stato d'animo molto zen, mi sono messa ai fornelli.
Per la prima volta ho fatto le barrette ai cereali o, per tirarmela un pò, the Granola Bars.
Sono quelle barrette energetiche che dovrebbero correre in aiuto quando fai sport, quando ti senti debilitata, ma... al posto di un pasto e non DOPO un pasto o prima per tappare il buco dello stomaco.
Non sono assolutamente difficili da fare, anzi, è perfino divertente, perchè le puoi personalizzare con quello che hai e profumano la casa di cose golose.

Le versioni che ho trovato in giro prevedevano meno ingredienti, ma io mi sono sbizzarrita secondo il mio gusto e, in verità, sono venute davvero buonissime.
Provatele e poi ditemi.



 _____________________________________________________________________________

Barrette ai cereali

Quantità a piacere di

- fiocchi d'avena
- semi di zucca
- granella di pistacchi o pistacchi interi
- pinoli tostati leggermente
- sesamo tostato
- nocciole tostate e spezzettate grossolanamente
- noci
- corn flakes
- muesli
- uva passa
- cocco disidratato
- prugne secche o datteri (frullati o a pezzetti)
- mandorle 
- frutta disidratata a piacere
- miele 
- sciroppo d'agave
- tahin (io l'ho messa al posto del burro d'arachidi che non avevo)

---*---

Questo procedimento sarà un pò anomalo, perchè in realtà sono andata 'ad occhio' un pò per tutti gli ingredienti. Ho messo le quantità che desideravo e che avevo.
Ho messo in una bella ciotola capiente tutti gli ingredienti solidi e li ho mescolati.
In un pentolino ho fatto sciogliere il miele, lo sciroppo d'agave e la tahin, in quantità tali che secondo me potesse bastare per amalgamare tutti i cereali.
Quando sono diventati liquidi li ho versati nella ciotola e ho girato e girato e girato, finchè son diventati tutti appiccicosissimi.
Quindi ho messo un foglio di carta da forno in una teglia. Ho versato il tutto e con un cucchiaio l'ho livellato in maniera uniforme. Poi con l'aiuto di un altro foglio di carta ho premuto per compattare i cereali.
In forno già caldo a 160/180° per circa 10/15 minuti. 
Evitare di fare scurire troppo, come ho fatto io. Comunque il profumo di caramello, come quello delle bancarelle di mandorle zuccherate delle feste di paese, si spanderà nella cucina. Ed è fantastico.
Far raffreddare e poi tagliare a fette, a quadrati, come preferite. Quello che resta tutto sbriciolato si potrà utilizzare nel caffellatte la mattina. Vi assicuro che merita molta molta attenzione.
Per renderle 'barrette da passeggiata' o 'walking granola bars', avvolgerle in un pezzo di carta da forno. E portarle in borsetta.
Buon divertimento.
Io mi sono molto divertita.
_____________________________________________________________________________





SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI