3 giugno 2009

marmellata di ciliege


Innanzitutto desidero ringraziare di cuore tutti coloro che mi hanno fatto gli auguri per il mio compleanno..... Mi sono sentita avvolta davvero da un grande calore e mi questo mi ha fatto sentire davvero bene. Il blog per me è stata una bellissima scoperta, poichè mi ha fatto conoscere tante persone speciali con le quali, pur provenendo da percorsi diversi, si è creata un'intesa. Provvederò quanto prima a preparare un dolce, anche perchè il 6 giugno festeggio il primo compleanno del mio blog. Quindi ne approfitto e facciamo un'unica festa. Un abbraccio a tutti e ancora grazie.

E ora veniamo ad oggi.....

Finalmente una temperatura ideale per rilassarsi un pò. Le ciliege sono pronte e mature e allora ci si da fare per raccoglierle e preparare la marmellata. Infatti questo tipo di marmellata non può mancare a casa mia, visto che il mio dolce preferito è proprio la crostata di marmellata e ricotta....
Ho conosciuto degli amici che mi chiedono ricette e procedimenti per i dolci e anche per la marmellata.
Quindi questo post è un ... appuntino per chi volesse imparare a fare la marmellata di ciliege (ma si scriverà indifferentemente ciliege o ciliegie? boh!) con poco zucchero.

Marmellata di ciliege

- 1 kg di ciliege mature
- 200 g di zucchero

Lavare le ciliege ed eliminare il picciolo. Togliere anche tutti i noccioli e metterli da parte (per una sorpresa finale (*)), possibilimente con le mani e non con la macchinetta, altrimenti si rischia di far saltare un dente per qualche nocciolo dimenticato.


Mescolare ciliege e zucchero e lasciarle riposare per 1 ora circa, in un tegame di acciaio, con i bordi alti.


Metterle a cuocere a fuoco lento. Schiumare di tanto in tanto e lasciar cuocere, possibilmente senza girare mai.


Non far asciugare molto il liquido perchè si rischia di ottenere una marmellata dura come la pietra, anzi lasciarla abbastanza liquida, poichè a freddo si rapprende.
Farla quindi raffreddare e valutarne la consistenza. Se la si desidera ancora più densa far continuare la cottura, altrimenti versarla in barattoli piccoli e sterilizzati. Tappare e farli bollire a bagnomaria. Mettere l'etichetta con la data e decorare a piacere.

(*) Ho trovato un sito dove si vendono dei cuscini di tutte le misure pieni di ... noccioli di ciliege. Ho scoperto che mettendoli nel microonde si riscaldano e sostituiscono la borsa dell'acqua calda, oppure mettendoli nel freezer, rinfrescano al bisogno. Non è incredibile? Magari come al solito tutti lo sapevano ed io sono l'ultima.....
E allora ho lavato abbondantemente i noccioli e li ho messi ad asciugare al sole, così mi faccio anch'io questo cuscino ... termico. Vedremo un pò...


Però io non ho aspettato... come si fa a resistere davanti alla marmellata calda? E allora l'ho provata subito, su una fetta di pancarrè integrale tostato, con un bel pò di burro.
Mamma miaaaaaa.......


SHARE:
TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI