9 maggio 2013

Il mio viaggio a New York (seconda parte … fino al prossimo viaggio)

_01

E la musica continua… ovunque, oltre il rumore della città, viene fuori ovunque la voglia di far musica. E così la metropolitana offre in ogni angolo un pezzo di musica jazz per farti compagnia malinconicamente, un brano di musica classica, per farti sembrare la vita più bella, un pezzo grintoso di blues in mezzo ai due treni che si incrociano sotto, nei bui corridoi. Eppure anche li, la voce sovrasta il rumore. E c’è musica per le strade, appena il buio cala. Oppure all’improvviso in mezzo a Central Park esplode l’allegria di un’orchestra che sembra suonare solo per chi passa li. E tutti insieme, con naturalezza, cominciano a ballare, e nasce un momento magico di festa.

_02

_03

E poi stanchi si decide di fermarsi un pò nel verde. Quest’immensa area verde, piena di fiori coloratissimi, e di alberi finora a me sconosciuti che sembrano essere fioriti tutti insieme per colorare di rosa tutto intorno. A Central Park puoi riposare e dormire sui prati immensi, dove per camminare ti togli subito le scarpe per sentire l’erba sotto i piedi. Puoi allenarti, correre, pescare, giocare, leggere, portare a spasso i bambini, parlare con gli amici stando sdraiati su un plaid…. E ti sorprende perchè non ci credi di essere nel bel mezzo di una immensa città. Central Park è un sogno, visto, rivisto, stravisto nei film. Ma ora che so com’è posso dire che è molto molto di più…

_MG_9145_07  _MG_9165  _MG_9199_MG_9205_MG_9207 _MG_9810 _09 _MG_9822 _MG_9824

E ci si rimette in moto per continuare ad assorbire le meraviglie di questo viaggio.

E abbiamo attraversato mille strade, percorrendole piene di traffico, gialle dei tanti taxi, a piedi, dal pulman turistico, dal taxi, da sotto, con la metropolitana, e da sopra attraverso i meravigliosi ponti. Io conoscevo solo quello della ‘gomma del ponte’, Brooklyn, e invece ho attraversato anche quello di Manhattan, di Verrazzano, e altri. Tutti imponenti, importanti, ingegnosi e pieni di vita che scorre, da cui guardare bellissimi Murales disegnati sui tetti delle case che scorrevano accanto a noi.

_013

_012 _011 _010

E arrivando con il battello di fronte ad Ellis Island, abbiamo rivissuto con i nostri occhi quello che hanno visto tanto tempo fa i nostri emigranti che arrivavano con il cuore pieno di speranza. Una piccola isola, dall’aspetto mite, che poteva rappresentare la nuova vita o il rifiuto. E, di fronte, il panorama di mille grattacieli imponenti, a difesa del sogno americano.

_014

_015 

Torniamo con i piedi a terra. Arriviamo a Brodway, passeggiamo tra tante vetrine, che rivelano i mestieri e le idee più impensabili. Mai avrei immaginato di trovare un ciabattino e risuolatore di scarpe in questa città. E davanti alla vetrina di una libreria mi perdo. Entriamo. E’ un negozio dove si vendono comics, manga, fumetti di supereroi, e disegni di nuovi talenti. E’ un mondo fatto di disegni, di idee, di colore e tanta fantasia. E ne resto affascinata. Mi trascinano fuori e alla vetrina successiva mi blocco ancora. C’è un negozio di libri nuovi e usati ed io entro, figurati se non entravo…… E scopro un labirinto di scaffali che si sviluppa per 4 piani per un’estensione che a me sembrava meravigliosamente infinita. E volevo rimanere chiusa li, per giorni. Ma dopo un pò la fame dei miei compagni di viaggio li spinge a trascinarmi quasi con la forza fuori di li. Ma io ci tornerò, da sola, a si se ci tornerò….. vedrete.

_016_018

E ho conservato per ultimo, ma perchè è la cosa più importante, la visita a Ground Zero, dove si avverte l’abbraccio del mondo intero verso le famiglie delle vittime e una grande voglia di speranza e voglia di ricominciare.E li è rimasto davvero un pò di noi.

_019 _020

E qui forse è il caso di fermarsi.

Del cibo ne parleremo un’altra volta, magari con qualche ricetta.

Buonanotte quasi buongiorno….. mannaggia al jetlag.

SHARE:

5 commenti

  1. Mi sono persa nelle tue immagini e nei tuoi racconti. Che voglia di viaggiare mi hai fatto venire, mannaggia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me non passa mai, nemmeno appena tornata!
      un abbraccio

      Elimina
  2. Sigh sniff...che nostalgia....te lo sei fatto un giro alla Grand Central Station? Lo trovo un posto incredibile.
    Un abbraccio e grazie di queste stupende immagini.
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chissa quanto durerà a me la nostalgia!!!
      mannaggia

      Elimina
  3. Ciao a tutti! Vorei condividere con voi il mio nuovo sito che tratta di voli low cost. Oggi abbiamo messo un post con ottima offerta per New York! Dateci un'occhiata :) Grazie!
    http://bluvoli.it/ottimi-prezzi-di-voli-per-new-york-biglietti-andataritorno-da-207-euro/

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI