3 aprile 2017

Zucchine tonde ripiene






Oggi mi vien voglia di scrivere solo la ricetta.
Ma poi mi lascio trascinare dal turbine di pensieri che mi passano per la mente. 

E' sempre tempo di tirare le somme. Direi che io lo faccio con cadenza quasi giornaliera, e ogni volta i conti non tornano mai. Perchè le regole per farli cambiano a seconda dell'umore che trovo al risveglio. E così mi ritrovo con tante cose che vorrei fare, senza fissare mai il momento di inizio.

La curiosità è una gran bella cosa. Alimenta l'entusiasmo, sposta gli obiettivi sempre più in la nel tempo, illudendosi di garantirsi la longevità per poterli realizzare.
E così segno sulla mia agenda 24 mesi i miei buoni propositi.

Voglio, anzi vorrei:

1) scrivere un libro. Di storie da raccontare ne ho tante, molte regalate, alcune attinte dalla famiglia, altre osservate da lontano.

2) leggere leggere e leggere. Ho già acquistato due pile di libri dai vari mercatini e dalle librerie. Altri me li hanno regalati col cuore. Ho fatto una montagnetta che mi guarda ogni giorno, rimproverandomi di preferire il cellulare. E si che sono brava a rompere le scatole a chi fa altrettanto.

3) Cucinare almeno una ricetta per ogni libro di cucina che mi sono regalata o che mi hanno regalato. Non basterà tutta la vita. Ma questo dovrò iniziare a farlo presto.

4) Finire quella collana bellissima di pietre e fildiferro, che regalerò alla mia amica del cuore. Ho bisogno di far muovere le mani. Temo possano perdere la loro abilità.

5) creare le mie meravigliose buste da lettere con i giornali colorati che ho conservato all'uopo. Per scrivere poi lettere e lettere, da spedire col francobollo. Per lasciare qualcosa di scritto e non di effimero come le mail.

6) Riprendere in mano ago e filo. Imparare a cucire a macchina.
Quando è mancato il mio papà, avevo una tessera con tanti punti pazientemente accumulati da lui. Potevo cumularli ai miei. E così decisi di regalarmi una cosa che desideravo da tempo. Una macchina da cucire. Per divertirmi a creare i miei sacchetti di noccioli o di riso. Per inventarmi abiti che forse non metterò mai. Ma ho voglia di provarci. E ogni volta che la vedo, che mi aspetta pazientemente, penso a quello che rappresenta. Il suo ultimo regalo.

7) Andar presto a comprare i fiori che coloreranno il nostro trullo e fissare subito le date dei miei bei corsi. E questa volta comprare anche semi che pianterò nei vasi piccoli di coccio, che non voglio più vedere vuoti e abbandonati. Voglio vederli rinascere di vita e colori nuovi. Poco per volta.

8) Stampare le foto più belle.  Temo che il tempo possa cancellare all'improvviso quello che ho conservato gelosamente sul mio computer. Non credo ci sia una cosa più volatile ed effimera dei ricordi lasciati li.

9) prendermi cura della mia pelle. Butterò via tutti i trucchi che ho. E comprerò dei nuovi prodotti per la pelle e per il trucco. Io che ho fatto sorridere molte mie amiche quando mi vedevano davanti allo specchio, ma anche senza, per truccarmi. Un pò di crema, poco fondotinta, un pò di grigio con il dito sulle palpebre, mascara, lucidalabbra rosa e via.
Trucco fatto anche 'a memoria' senza lo specchio. Da ridere, anzi da sorridere.
Ma dovrò comprare dei prodotti buoni. Promesso.

10) smettere di perdere tanto tempo sul web e abbracciare di più le persone.

E i vostri buoni propositi quali sono?
Se scriverli è già un primo passo, perchè non cominciare a prenderne nota?

E ora la mia ricetta facile e buona, venuta al volo a Roma, quando mio marito ha portato a casa, la spesa 'curiosa', piena cioè di prodotti mai assaggiati prima e che avevano stuzzicato la sua attenzione.
E che mi ha fatto guadagnare un bacio di approvazione.

Ovvio che se non avete proprio queste, non è la forma che conta, potete farla anche con le zucchine normali, quelle verdi, o quelle bianche.


_____________________________________________________________________________
Zucchine tonde ripiene (per 2 persone)

Ingredienti
due/quattro zucchine (dipende dalle dimensioni e dalla fame)
uno spicchio d'aglio
quattro cucchiai di olio extravergine di oliva
qualche rametto di timo (o prezzemolo)
una confezione di stracchino (*) oppure due cucchiai di parmigiano (36 mesi) o di pecorino 
uno o due uova
Pangrattato q.b.

(*) usare il formaggio che desiderate o a seconda delle vostre esigenze o gusti.

Procedimento
lavare le zucchine e tagliare la calotta come da foto (se usate le zucchine lunghe, tagliatele per la lunghezza). 
Svuotarle con un cucchiaio e tagliuzzare la parte bianca. 
In una padella versare due cucchiai d'olio, lo spicchio d'aglio e la polpa delle zucchine. Far rosolare e salare. 
Far raffreddare, aggiungere il formaggio preferito, le uova, il timo o il prezzemolo, e se è troppo liquido, aggiungere un pò di pangrattato.
Riempire le zucchine svuotate e disporle in una pirofila dopo aver messo sul fondo gli altri due cucchiai di olio. Poggiare di lato le calotte, e cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti, o fino a quando si vede la superficie dorata. 
Servire tiepide.
_____________________________________________________________________





SHARE:

1 commento

  1. Beee tantissimi buoni propositi... alcuni anche miei ... alcuni già portati a termine come i vasi di fiori... e altri sicuramente da cui prendere spunto (io magari prendermi cura dei miei capelli!)!!!! Ma vogliamo parlare di queste zucchine... una delizia... bellissime! A presto LA

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI