15 settembre 2016

Strudel di fichi

IMG_8551

Mi son svegliata e c’era la nebbia. Mi sono avvolta nello scialle turchese leggero e sono uscita per respirare l’aria fresca e umida che comincia a profumare di un’altra stagione, che però ancora non è qui. Si sta solo affacciando e sa che la sto aspettando. Mi son goduta i primi brividi di freddo e son tornata in casa perchè il caffè era già pronto e mi aveva avvertito con il suo profumo.

L’estate sta andando via e porterà con se la mia spossatezza, la mia indolenza e la sensazione perenne di disagio che mi accompagna quando c’è caldo.

Sbrigo le faccende in casa perchè ora si, col fresco, che ho voglia di uscire e passeggiare nell’erba bagnata e raccogliere quello che la mia campagna comincia a regalare.

Arrivo in campagna e vado nell’orto, mentre una pioggia finissima comincia a scendere. Mi stupisco nel vedere quante melanzane e peperoni e pomodori ancora ci sono sulle piante e quante ne spunteranno ancora, ora piccole ma promettenti. Ovunque odore di menta, basilico ormai fiorito, salvia e rosmarino. E’ spuntata anche la mentuccia che se la calpesti diffonde un profumo selvatico e antico. Un albero di fichi dimenticato, perchè non ha mai portato frutti, ora è pieno di fichi spaccati e aperti che sembrano fiori rossi.

IMG_8520

E piove….

Lumachine lente mi consigliano di rallentare e io mi perdo in questo pensiero. vorrei tanto fermarmi un pò, ma non è nella mia natura.

IMG_8527

Raccolgo nel cesto quello che posso, erbe aromatiche, cicorielle tenere e ‘sivoni’ appena spuntati, 3 zucchine con un fiore grande, due melanzane viola e una bianca, qualche pomodoro già rosso, peperoni verdi, qualche fico maturo, poche more e anche due lilium e una rosa profumata spuntati a sorpresa nel giardino. Ormai diluvia e non posso più restare. Torno a casa con una bella energia addosso.

IMG_8546

Ci sono i miei nipoti a casa e decido di preparare con loro un dolce. Uno strudel veloce con i fichi da mangiare con la crema pasticcera calda. Insomma ho voglia di autunno anche a tavola. E con loro cominciamo la lezione. Devo combattere con la loro golosità. Rubano pezzi di fichi e cucchiaiate di crema pasticcera calda. E salterebbero volentieri il pranzo per mangiare direttamente il dolce.

strudel1

Ingredienti per lo Strudel veloce di fichi

° un rotolo di pasta sfoglia

° fichi a piacere

° due biscotti da sbriciolare

° una mela

° scorza grattugiata di un limone

° pinoli e uvetta ammorbidita in acqua calda

 

Ingredienti per la Crema pasticcera

° 500 ml di latte

° 2 cucchiai di farina

° 2 cucchiai di zucchero

° 2 tuorli

° la scorza di un limone tagliata sottile senza la parte bianca

 

Stendere la sfoglia sulla propria carta da forno. Sbriciolare i biscotti. Tagliare a pezzi i fichi, sbucciare la mela e tagliarla a fettine sottili e distribuire il tutto sui biscotti. Aggiungere la scorza del limone, i pinoli e l’uvetta. Arrotolare la sfoglia come se fosse un fagotto. Bucherellare la superficie e infornare a 180° fino a doratura.

Preparae nel frattempo la crema pasticcera. Mettere a scaldare in una pentola di acciaio 400 ml di latte e la scorza del limone. In una ciotola amalgamare benissimo, senza grumi, la farina, lo zucchero, i tuorli e 100 ml di latte. Quando il latte sul fuoco comincia a fumare, prima dell’ebollizione, aggiungerlo piano piano, sempre mescolando, nella ciotola degli altri ingredienti. Rimettere il tutto nella pentola e continuare a mescolare finchè si addensa.

Servire lo strudel a fette, spolverizzato di zucchero a velo, su una base di crema pasticcera calda.

 

 

strudel2

SHARE:

9 commenti

  1. Annina mia, stamattina che mi è partita la giornata lenta leggerti é il regalo più bello. Riconosco quelle manine che in questi anni son cresciute assai. Che tenerezza. Mi manchi.
    Tua Pippi

    RispondiElimina
  2. Annina mia, stamattina che mi è partita la giornata lenta leggerti é il regalo più bello. Riconosco quelle manine che in questi anni son cresciute assai. Che tenerezza. Mi manchi.
    Tua Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lentona, come me... ma sarà vero? e quando mai? ma se corriamo sempre come pazze... magari di più con la mente... ma corriamo sempre.
      E ho anche paura di fermarmi..
      Quel giorno mi preoccuperò.
      Mi manchi anche tu...
      Anna

      Elimina
  3. Adoro il tuo strudel! ho una passione sfrenata per i fichi, amo la crema pasticcera.. non potrei mai e poi mai resistere davanti ad un dolce simile! Complimenti anche per le foto, sono stupende.
    Sono d'accordo al 100% . Detesto il caldo afoso dell'estate- detesto la gente esasperata dal caldo (ma dice di amare l'estate..) con tutto quel che ne consegue. Amo l'autunno. I colori, gli odori, i cibi. Buona giornata carissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è la stagione migliore e da qui ricomincio a vivere, dopo il letargo dell'estate.
      E di questa stagione amo tutto, come te.
      un abbraccio e grazie per essere passata di qui.
      A.

      Elimina
  4. Anna cara
    leggerti è sempre un affondare l'anima nelle tue parole!
    le tue foto sono disarmanti tanta è la bellezza, quasi a poter toccare gli oggetti protagonisti!
    bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Anna, e per me è sempre un piacere ritrovarti, sempre così vicina.
      C'è sempre meno tempo per scrivere e per continuare questo percorso virtuale... ma continueremo così, piano piano....
      spero di rivederti presto..
      un abbraccio
      Anna

      Elimina
  5. allora, dev dirtelo, ho gli occhi a cuore per quanto questo post mi è piaciuto!
    le ispirazioni d'autunno sono in assoluto le mie preferite, e tra fichi e sapori prettamente settembrini, questo tuo dolce mi toglie il fiato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patalice, sono contenta... sono passata dal tuo blog.... e mi è molto piaciuto. Mi piacciono le persone che aprono discussioni....
      Brava.
      un abbraccio
      anna

      Elimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI