9 febbraio 2014

Fusilli con ricotta calda e sugo di pomodoro e porro fritto

_MG_5050

Dlin dlon. Apri la porta e trovi una cara amica con suo marito che vivono in campagna. Passando passando, si son fermati a casa mia per portarmi un pò di cose del loro orto: broccoli, cime di rapa (già pulite e lavate), cicoria, qualche cavolo. Visto che hanno anche ‘quagliato’ e fatto formaggio e caciocavalli, mi hanno portato due fuscelli di ricotta ancora calda che ‘devo tenere a scorrazzare per far uscire il siero’.

Mannaggia è calda davvero e mi ci vorrei proprio tuffare in tutta quella ricotta, ma dicono che può far venire il mal di pancia all’istante. Vabbè, l’assaggio, poco poco, piena di burro e ancora qualche pezzo di formaggio molle. Vabbè oggi si mangia presto e metto su l’acqua per la pasta. Le chiedo ‘volete mangiare qui'?’, e lei ‘ no, no, dobbiamo ancora fare il giro per le verdure sai, siamo solo di passaggio, ma magari un’altra volta dai. Ma che farai della ricotta?’ E io, la faccio con la pasta e il sugo di ‘spunzèl’. Poi mi accorgo che non ho gli sponzali e deciso di sostituirli con i porri che giacciono in paziente attesa di qualche vellutata, li nel cesto.

Questo fantastico sugo che mi fa tornare in mente quello che faceva mia nonna, che alla fine del piatto faceva una scarpetta saporita con ‘coppole e spunzel’ sul pane.

Però non resisto e mi preparo anche un antipastino veloce. Bruschetta calda e croccante con ricotta, pomodorini e capperi. Filo d’olio buono e qualche verdurina cruda per accompagnare.

Beata me!

Fusilli con ricotta calda e sugo di pomodoro e porro fritto (english version below)

per 2 persone

- 1 porro

- 4 cucchiai di olio extravergine di oliva

- un barattolo di pelati

- 200 g di fusilli (o altro tipo di pasta a piacere)

- 300 g di ricotta freschissima

Versare l’olio in una pentola. Pulire il porro e ricavare delle rondelle dalla parte bianca. Farlo rosolare velocemente nell’olio e versare i pelati, che schiaccerete con una forchetta. Salare quanto basta e far cuocere per circa 10 minuti.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Quando mancano un paio di minuti per scolarla, in un’altra pentola versare mezzo bicchiere dell’acqua di cottura della pasta e la ricotta. Far sciogliere la ricotta e farla riscaldare. Scolare la pasta e versarla nella pentola con la ricotta. Amalgamare il tutto. Servire con il sugo caldo.

fusilli2

Fusilli with warm ricotta and tomato sauce and fried leeks

for 2 people

- 1 leek

- 4 tablespoons of extra virgin olive oil

- 1 can of peeled tomatoes

- 200 g fusilli (or other type of pasta to taste)

- 300 g of fresh ricotta

Pour the oil into a pot. Clean the leek and cut only the white part. Quickly pour in the oil and sauté the tomatoes.  Add salt to taste and cook for about 10 minutes.

Cook the pasta in  salted water. When missing a couple of minutes to drain it,  into another pot, pour half a glass of water from the pasta and ricotta. Melt the cheese and let it heat up. Drain the pasta and pour into the pan with the ricotta. Mix all together. Serve with the tomato sauce warm.

bruschetta1

SHARE:

15 commenti

  1. Invitante la pasta... Anche semplice da fare.... grazie del suggerimento.

    RispondiElimina
  2. con una pasta cosi, a tavola, guai a chi fiata...

    RispondiElimina
  3. Ricordo che da piccola mio padre ci portava da un pastore che ci preparava la ricotta davanti agli occhi e poi se ne mangiava tanta, lì appena fatta, calda col pane...questo per rassicurarti: sono sopravvissuta, la prossima volta puoi andare tranquilla! Ottima interpretazione un bacio cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana,
      infatti la tentazione è forte. Poi vuoi mettere quella sensazione di caldo che fa tanto bene al cuore? consola per davvero!
      baci a te
      Anna

      Elimina
  4. Mi sembra una gran bella ricetta!!!
    http://duecuoriinpadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Gran bel piatto povero ....ma tanto ricco di sapore e di tradizione. Le bruschette poi sono la fine del mondo!!!un caro saluto,Peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peppe ormai la nostra è una scelta. Quella della povertà, o meglio della semplicità!
      Chissà com'è che si ritrovano tutti prima o poi, almeno quando vengono a casa mia
      Un saluto a te
      Anna

      Elimina
  6. C'è poco da fare, pasta e bruschette battono ogni altra cosa. Brava!

    http://langolodellacasalinga.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. farei una gara.
      Piatti elaborati contro questi.
      Secondo me non c'è storia
      Anna

      Elimina
  7. E' meraviglioso avere amici che passano a portarti i doni della terra appena raccolti o come in questo caso la ricotta ancora calda... Bellissima la tua ricetta Anna, così mediterranea e gustosa!
    E' un piacere leggerti :-)
    Ciao
    sandra

    RispondiElimina
  8. bene ho un sacco di porri….gnam
    l'altro giorno ho rifatto i tuoi frollini al cacao sempre eccezionali...

    RispondiElimina
  9. bene ho un sacco di porri….gnam
    l'altro giorno ho rifatto i tuoi frollini al cacao sempre eccezionali...

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI