2 aprile 2013

Tripudio di ricette della mia Pasquetta al trullo

a1

Eccomi qua, che mi regalo un momento di stop e, come vecchie amiche davanti ad un caffè, vi racconto com’è andata. Com’è andata? Come avevo previsto e raccontata due post fa. Il tempo è stato clemente, 20 gradi fino alle 12,00. Poi ha cominciato a rinfrescarsi un pò, ma si stava bene tra dentro il trullo e fuori all’aria aperta, in un viavai di gente indaffarata e cose da fare. Allegria, scherzi, battute e tante cose buone da preparare. Volevamo sperimentare il forno a legna e così abbiamo cucinato tutto, tutto al forno. Che se andava male l’esperimento dovevamo mangiare solo finocchi crudi e basta. Invece le pagnotte di pane son venute benissimo, croccantissime fuori e soffici dentro. Il casatiello, prima volta per me, è fantastico, assolutamente NON DA DIETA (un pezzo corrisponde a due giorni di pasti di dieta), ma si potrebbe morire felici con il pezzo di casatiello in bocca…. Poi la torta pasqualina (prima volta anche quella, ma, si sa, io improvviso!) ha stupito tutti. Le cicorielle e le bietole erano della mia campagna, assolutamente biologiche (per i puristi), le uova del contadino (come dicono i cultori, uova di galline felici), la ricotta di un caseificio artigianale che se non arrivi presto la mattina e la compri ancora calda, non ne trovi più e lo devi prenotare per il giorno dopo. E Poi abbiamo mangiato sul pane appena uscito dal forno, le acciughe salate, dissalate e lavate con l’aceto e condite con olio (dei miei uliviiii!!!) e prezzemolo (della mia aiuolaaaaaaaa). Scusate se grido, ma ero orgogliosa di tutto ciò. E c’era anche altro….

a2a4a6

E questi erano solo gli antipasti. Il primo era un tegame di coccio di orecchiette con mozzarella e ragù di polpette, cotte al forno a legna.

a7a8 Secondi: marretto con alloro, lampascioni e cipolle bianche a gogò. Carne arrostita sulla brace. contorni di Ratatouille di verdure colorate e patate al rosmarino. Latticini. C’era una persona che ha detto prima di mangiare che stava per convertirsi alla religione ‘contro i mangiatori di agnello’ ma poi ha rimandato al prossimo anno. Per favore non rompete con il fatto dell’agnello a pasqua. Rispettate le scelte.

Macedonia di fragoloni, banane, ananas con zucchero limone e menta.

a9

Colomba di pasta di mandorle (di mia cognata pasticcera, yummm), colomba normale ma speciale, ciucciarelli con glassa fatti dalla mia mamma e da me.

Caffè e…. basta.

Pomeriggio con memorial per Jannacci e Califano. Passeggiata e via….

a5

SHARE:

23 commenti

  1. Direi che avete trascorso una giornata bellissima, in allegria e amicizia!
    Io mangio l'agnello e mangio anche il coniglio :)), quindi non mi faccio assolutamente problemi.

    RispondiElimina
  2. anna e pensare che io sono abbuffata di casatiello pasqualina verdura maritata lasagne agnello ...colombe colombine pastiere e pastarelle ma questo post madooooo mi hai fatto morire verissimo si potrebbe morir felici a bocca e panza piena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che ci posso fare se mi piace molto preparare e mangiare in compagnia? viene fuori tutto nelle parole!!!
      ciaoooo

      Elimina
  3. Mi sembra che "abbiate dato"...in tutti i sensi!!Notte cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che dato abbiamo preso eheheh

      Elimina
  4. Quest'anno ho barattato una mia pastiera con il casatiello della.mia amica napoletana. sicuro ci ho guadagnato io. peró cosa avrei dato per una di quelle alici salate con il pane....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le alici sono facilissime da fare, basta sceglierle di ottima qualità... ma mi piace molto l'idea del baratto
      Ciao

      Elimina
  5. Che bella festa! In ottima compagnia! Mi fa gola tutto, soprattutto le orecchiette con mozzarella e ragù!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella bella davvero....
      che soddisfazione!

      Elimina
  6. Che belle immagini primaverili! e quante buone cose! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse troppe.... naaaaaaaaa.... non è avanzato niente!!!

      Elimina
  7. Caspita che banchetto....e beati voi che avevate il sole, noi Pasqua e Pasquetta sotto l'acqua :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti può consolare la sera ha piovuto, ma eravamo al calduccio...

      Elimina
  8. ciao Anna
    questo post non se può guardà....c'è da morire felici!! ahahah
    smuack

    RispondiElimina
  9. Orecchiette con la mozzarella e le polpette e l'agnello...per tutto il resto c'è Mastercard...! La Pasqua in campagna è la vera Pasqua...io sono stata in Calabria da mia cognata...abbiamo mangiato nel frutteto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastico! anche questo è un desiderio che prima o poi realizzerò... magari a maggio appena son pronte le ciliege
      :)

      Elimina
  10. Sono arrivata al tuo blog per caso e mi è piaciuto moltissimo. Se vuoi passa a trovarmi a http://lacucinaeconomica.blogspot.it/.
    Un saluto da Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ale, sono passata anch'io dal tuo ed è davvero simpatico e interesante.
      Sei la benvenuta!

      Elimina
  11. più che le ricette io mangerei un pochino di quest'atmosfeta. mi sfamerebbe dove serve.
    bacianna

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI