09 febbraio 2013

Crostata crumble alla ricotta

a1

Fuori nevica. Anzi nevischia strano. Anche il tempo oggi non sa decidersi ed è vittima dei suoi sbalzi di umore. Fa freddissimo e manda giù fiocchi giganti e tanti. Poi decide di trasformare il gioco in acquaneve. Si ferma. Riprende neve fina. Ora avvolge tutto in una strana fitta nebbia. Ma io mi sento al sicuro. E’ una di quelle giornate in cui sono tutti qui, chi studia, chi riposa, chi legge. Io scrivo. Di quello che ho cucinato. Cerco di fissare nelle parole e nelle immagini il calore che sento dentro il mio cuore ora. Il silenzio carico di certezza e delle presenza della domenica mi fa bene. Mi ricarica. Caccia via tutte le paure dei giorni solitari. Quando cucini perchè ti piace, ma non c’è lo stesso gusto di quando cucini per qualcuno. E appena la porta si apre, porta con se abbracci e valigie, e mi tornano le idee da sfornare, calde. Ho preparato pane, al fioretto di mais che profuma di erbe, di timo e rosmarino; e poi volevo un dolce con la ricotta, che adoro, e ho cercato una ricetta diversa e l’ho trovata qui (onestamente, l’ho modificata un pochino perchè proprio non mi riesce a farle precise le ricette…). Ho condiviso anche su fb i miei pensieri e quello che facevo. E, finalmente riconciliata con il mondo, ho sentito un pò di quiete dentro. IL lampione illumina ora la magia della neve che continua a cadere. Ed è talmente bello tutto questo che sembra di sognare. Cerco di fermare il tempo. Preparo un thè, assaggio la crostata, e scrivo.

a2

Crostata crumble alla ricotta

  • 300 g di farina

  • 200 g di burro

  • 80 g di zucchero a velo

  • 20 g di zucchero di canna

  • 1 uovo grande o due

  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata

  • 1 pizzico di sale

 

  • un fuscello di ricotta fresca

  • 3 cucchiai di latte

  • 150 g di zucchero semolato + due cucchiai di zucchero di canna

  • 2 uova piccole

  • la scorza di un limone grattugiata

  • 1/2 cucchiaino di cannella (facoltativo)

  • 60 g di gocce di cioccolato

  • amarene sciroppate (facoltativo)

Mescolare il burro freddo alla farina e formare un impasto sabbioso ‘sbriciolato’. Aggiungere lo zucchero a velo, lo zucchero di canna, il sale e la scorza di limone. Infine aggiungere l’uovo e impastare velocemente. Formare una palla e mettere in freezer per almeno un’ora.

Nel frattempo preparare il ripieno. Lavorare la ricotta e il latte con una frusta fino a creare una crema fine e delicata. Aggiungere lo zucchero semolato, le uova, metà scorza di limone, e la cannella. Riporre in frigo ad aspettare che sia pronta la frolla.

Ungere e infarinare una teglia da crostata. Grattugiare metà della palla di frolla, con i buchi per tagliare le carote julienne. E mentre cadono distribuirle su tutta la base e anche sui bordi. Quando la base sarà tutta coperta versare delicatamente qua e la la crema di ricotta e quando l’avrete versata completamente livellatela delicatamente con una spatola. Distribuite le gocce di cioccolato e le amarene (secondo il vostro gusto). Coprite la crema di ricotta continuando a grattugiare julienne la pasta frolla.

Mescolate il resto della scorza di limone grattugiato, con i due cucchiai di zucchero di canna e distribuitelo sulla crostata.

Infornare a 180° fino a quando diventerà dorata (circa 30 minuti).

A piacere distribuire zucchero a velo. Io la preferisco così, al naturale.

21 amici:

  1. ciao cara Anna, sempre bello leggere le tue parole.
    faccio spesso anche io una torta simile, che chiamo con un nome meno raffinato ...
    anziche' crumble... sbrisolina ... ma e' comunque buonissima !
    ciaooooo

    RispondiElimina
  2. Una delle mie torte, invernali, preferite. Io aggiungo il croccante di pinoli o di mandorle ma proverò volentieri questa versione con le amarene che due anni fa feci seguendo la ricetta di Lydia :)

    RispondiElimina
  3. Questa ricetta è meravigliosa!!!! La dovrò provare quanto prima!!!

    RispondiElimina
  4. che meraviglia Anna questa crostata...come ti ho scritto su fb non amo molto la ricotta nei dolci..ma potrei farcirla, come mi suggerivi, con una crema pasticcera...
    però..potrei anche farla in versione mignon per il compagno che invece va matto per la ricotta in versione dolce ;)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  5. ciao certo che la ricotta con le amarene ci sta propio a pennello non o mai provato questo tipo di crosta penso che sara l`ora di provare la tua ricotta qua fa un freddo da morire anche se ce il sole ! ciao

    RispondiElimina
  6. Per me stai divenendo una sorta di terapia culinariamente buona (e non solo) che mi appaga i sensi e mi calma l'animo.... ancora una volta ti ringrazio...

    baci e buona domenica

    RispondiElimina
  7. Ho visto scendere la neve in una giornata piena di sole con le tue parole. Dalle mie parti oggi fa freddo, ma c'è un cielo limpido e pieno di sole, le tue parole mi hanno portato altrove.
    Questa ricetta mi piace molto, spesso io la faccio la crostata con ricotta e solo il cioccolato, ma non l'ho mai fatta in versione crumble..martedì dovrebbe nevicare anche da me, magari mi coccolerò provando questo dolce!!
    Buona domenica
    Marta
    P.s le foto sono davvero belle.

    RispondiElimina
  8. Meravigliosa, hai riconciliato anche me col mondo!
    Qui in Piemonte da me c'è un sole che spacca le pietre, anche se hanno preannunciato una tempesta di neve... e quasi quasi, a vedere questa crostata e a leggere le tue parole, non mi dispiacerebbe nemmeno tanto:)
    Ciao Anna, e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  9. che crostata anna!!! ti superi sempre...naturalmente anche in quello che scrivi ( ti vedo al tavolino , con la crostata in bocca...e il dito sulla tastiera.. <3

    RispondiElimina
  10. che crostata anna!!! ti superi sempre...naturalmente anche in quello che scrivi ( ti vedo al tavolino , con la crostata in bocca...e il dito sulla tastiera.. <3

    RispondiElimina
  11. Che torta favolosa, mi piacciono i crumble e le crostate di ricotta. Non avevo mai pensato di unire queste due bontà!!!!

    RispondiElimina
  12. Cara Anna, stamattina mi sono svegliata e Siena è imbiancata. Aspettavamo il miracolo da giorni, quasi quasi arrivava marzo ed il vestito bianco sarebbe stato riposto per momenti migliori. Fiocca lentamente ma il paesaggio è già un altro e come ogni volta mi sorprendo a non capacitarmi di tanta bellezza. Devo andare al lavoro. Spero che continui a nevicare il resto della mattinata. Voglio essere parte di quel biancore.
    La tua torta è davvero perfetta per coronare un momento come questo.
    Ti abbraccio caramente, Pat

    RispondiElimina
  13. che piacere Anna, la crostata è perfetta sono contenta che tu l'abbia trovata da me, io invece ti conosco e sono passata da qui tante volte,
    grazie e ciao.

    RispondiElimina
  14. QUi a Milano semra di essere in una palla di vetro...di quelle che da bambina guardavo incantata, che anche ora riescono un po' ad ipnotizzarmi...La neve è magica, rallenta,attutisce, ovatta, calma.
    Ti abbraccio Anna, Sara

    RispondiElimina
  15. Buona la ricetta e stupende le foto!Complimenti ;)

    Chiara
    http://theradicalkitsch.blogspot.it

    RispondiElimina
  16. ciao Anna, ho un regalino per te, passa a ritirarlo:
    http://fornellifantasia.blogspot.it/2013/02/un-dolce-premio.html

    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  17. Buona questa crostata di ricotta!

    RispondiElimina
  18. Ciao Anna...ho visto tuo blog sulle pagine del blog di Andante con gusto...è meraviglioso ! E questo crumble mi ha conquistato, era l'amore a prima vista....mai visto un crumble al formaggio, proprio carino !
    A presto,
    Marina

    RispondiElimina
  19. Ciao, a quanti etti corrisponde un "fuscello" di ricotta? Grazie! Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei stata molto gentile nel rispondermi così in fretta, domani provo a farla!
      Ciao ciao

      Elimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi. Purtroppo per ragioni di sicurezza non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete....