12 luglio 2012

Tramezzino tacchino e mela verde


Esco da una notte calda e afosa. Come le ultime trenta notti, trascorse a cercare una bolla d'aria per respirare. 
E ti aggiri la notte con i pensieri ovattati e ti costringi ad una rassegnazione che non ti appartiene.
'E' frutto di stagione' dicono, ma io non lo voglio, e come quando ero bambina vorrei battere i piedi per terra e stringere i pugni e cercare di prendermi con la prepotenza quello che desidero.
Ma, appunto, sono capricci di bambini.
E cerco distrazioni per la mente. Di solito funziona. Ma la cucina non è ispirata, il mare sembra così lontano da casa tanto da temere di morire liquefatti o lessi strada facendo. E ti ritrovi bradipo piazzata davanti ad un ventilatore che ti porti dietro come l'asta di una flebo, ovunque, in giro per casa.
Idea. 
Considerato il mio tempismo perfetto.... so come fare la magia per cambiare questo cielo infernale.
Compro e monto in giornata un condizionatore, nonostante la mia avversione storica per l'aria fresca finta....
Scommettiamo che entro sera comincia a piovere?

E intanto una ricetta senza forno e senza fuoco di nessun genere.... solo colori tenui e sapori freschi. 
E sarà pranzo, sarà cena, sarà dolce ..... ma solo questo per oggi.
Vado....


Tramezzino con tacchino affumicato e mele

- Pan carrè ai 5 cereali
- tacchino leggermente affumicato
- limone
- mela verde
- olio extravergine di oliva
- pepe

Lavare la mela e tagliare delle fette sottilissime in senso orizzontale. Disporle in un piatto.
In una ciotola spremere un limone e versare un filo d'olio. Aggiungere una macinata di pepe senza esagerare. Amalgamare con una forchetta e versare il tutto sulle mele.
Disporre su un piatto una fetta di pancarrè ai cereali, e alternare una fetta di tacchino e due fette di mela, e ancora una fetta di tacchino e due fette di mela.
Coprire con un'altra fetta di pancarrè. Sedersi comodi in un luogo fresco e gustare lentamente ad occhi chiusi.
SHARE:

15 commenti

  1. solo tu riesci a rendere un tramezzino poetico e quasi romantico nella sua semplicità!!!

    buon fresco Annina!!

    :-*

    la tua Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti è proprio come dice Pippi,
      la poesia senza fornelli :)
      *
      Cla

      Elimina
  2. Buono Buono ! Mi piace !

    RispondiElimina
  3. Freschissimo tramezzino! Proprio ieri ho acceso il forno per un tortino irresistibile! Ma oggi si mangia insalatina e cous cous

    RispondiElimina
  4. sono capitata per caso qui...
    sto scrivendo un blog su cibo e mente e stavo cercando ricette semplici,poco caloriche ma attaenti per il palato..e questa mi sembra davvero una poesia!
    Voglio assolutamente provarla!
    ti farò sapere...
    P.S. ti lascio il link del mio blog...
    http://vivereamarsinutrirsi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Adoro il tacchino!
    E questo tramezzino è davvero invitante ed originale.
    Ho un po' di mele, quindi posso provarlo sicuramente!
    Sono capitata qui e questo blog mi sembra davvero interessante.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  6. Ecco il succulento tramezzino che ti eri preparata durante la nostra conversazione dell' altra sera su fb!! Lo avevo visto anche lì ma qui fa sicuramente molto più effetto!! Doveva essere delizioso!! Un bacione cara!!

    RispondiElimina
  7. Non amo molto il tacchino, ma questa ricetta la trovo veramente fresca, pratica e gustosa. Per non parlare delle foto che ti fanno venire un sano languorino. Brava Anna. Un abbraccio e un bacio. Paola.

    RispondiElimina
  8. una avventura in cucina come solo tu potevi disegnarla...l'afa qui è o effetto bagno turco o effetto sauna...se non avessi il condizionatore (ma sempre usato come deumidificatore) sarei in ospedale collassata...quest'anno la mia pressione ha deciso di voler fare un viaggio al centro della terra e non ascolta nessuno. Un abbraccio non caldo e non afoso, ma comunque caloroso

    RispondiElimina
  9. Hai reso perfettamente il quadro dell'estate torrida!
    Il tuo tramezzino così fresco aiuta a sentirla un po' meno!

    RispondiElimina
  10. Ho letto un pò qua e là qualche tuo post ed ammetto che quelli sul tuo papà mi hanno visibilmente emozionata. Mi sento così vicina a te, quando parli del trattamento da principessa e degli insegnamenti di bontà e purezza. Penso che siamo fortunate, dei valori così dolci e profondi li porteremo dentro per sempre, in ogni modo. Ti mando un abbraccio forte.
    E per quanto riguarda la tua capacità in cucina, bè, non c'è che complimentarsi davvero con te. Questo tramezzino poi è davvero super!
    Un bacio, Alice.

    RispondiElimina
  11. Alla ricerca di piatti freddi, che non richiedano l'uso di alcuna fiamma, mi imbatto nel tuo tramezzino, in te e nei tuoi pensieri. Piacere di fare la tua conoscenza..

    RispondiElimina
  12. Cara Anna, è un po' che non passo, tra ferie e incasinamenti lavorativi. Ho letto i tuoi ultimi post e non ho avuto il coraggio di commentare. A volte mi sembra che le parole non siano sufficienti ed il pudore per il dolore altrui mi impedisce di esprimermi come vorrei. Ma sappi che ti ho pensata, tanto, con grande commozione. Perché nonostante io non ti conosca, se una persona che vorrei avere vicina come certi amici che si immaginano ma che non incontriamo mai. Il mio abbraccio ti avvolge e spero che tu stia bene, per quanto si possa star bene dopo una perdita così grande. Grazie per le emozioni che condividi con noi. Un bacio grande, Pat

    RispondiElimina
  13. Che bella idea questo tuo tramezzino ... lo provo presto
    ciao

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI