8 ottobre 2011

Cibo e amore


I pensieri vengono fuori da soli, a volte silenziosi, a volte come un fiume in piena accompagnati da sensazioni fortissime e antiche.
Immagini diverse che si accavallano e all'improvviso trovano un loro senso e una loro collocazione.
Giorni fa ero a pranzo dai miei e al momento della frutta, mentre io preparavo un piatto di pesche sbucciate, affettate e ben disposte per mio figlio, la mia mamma aveva fatto lo stesso per me. In silenzio mi porgeva fetta dopo fetta la pesca più bella, la più profumata e solo dopo aver fatto questo l'ha fatto per se.
E all'improvviso mi è tornata in mente, seduta allo stesso posto, la mia adorata nonna Domenichella, che faceva lo stesso per il marito, e con uno sguardo diceva anche a me 'pulisci la pesca per tuo marito' e io, senza capire, rispondevo stizzita 'perchè?' e mi arrabbiavo con lei per quella che consideravo sottomissione e rassegnazione e magari per lei lo era pure, ma aveva un significato diverso da quello che davo io.
E la linea del tempo sovrappone immagini e le mette al loro posto, con la loro continuità....
E un altro pensiero subito dopo, un libro che leggo di tanto in tanto per farmelo durare di più tanto mi piace, 'lo Zen e l'arte di cucinare', dove ritrovo tutte le motivazioni che mi spingono a cucinare per chi amo. 
E un altro libro che sto divorando ora 'Manna e miele, ferro e fuoco' dove antiche donne, donano serenità riscaldando la casa e preparando cibo per marito e figli.
E i miei figli che mi abbracciano contenti quando tornando a casa si accorgono che ho preparato un piatto che a loro piace tanto.
E tutto questo messo insieme ha una sua armonia nella mia mente. Come un onda lenta che porta con se sabbia, alghe profumate, acqua e conchiglie, che viene da lontano e che accoglie quello che è vicino, ma tutto insieme ti culla e ti fa sentire leggera e al posto e al tempo giusto.

E' vero, il cibo preparato con amore è veicolo d'amore. Una semplice pesca tagliata dalla mamma e presa dalle sue mani significa tanto, significa tutto quello che lei prova per te, il pensiero che ha avuto, il tempo che ti ha dedicato e donato, il meglio che ha scelto per te. E' una carezza continua che comincia il primo istante in cui ti ha vista e che non finirà mai.
E se l'amore ce l'hai dentro davvero, anche tu preparerai cibo e amore per chi ti sta accanto, preparando minestre calde che aspettano un ritorno, o focacce e pane profumato per far trovare la casa profumata di casa tua, e frutta e dolci per chi hai invitato alla tua tavola perchè ti fa piacere averlo vicino, non solo in quel momento, ma per il resto della tua vita.
SHARE:

17 commenti

  1. Cucinare per chi si ama, è tra gli atti d'amore più belli, che io conosca ...
    però a me, la pesca... non me l'hai mai sbucciata :(
    Sob...
    Bacione dal cuore <3
    mi piace...
    Aurelia

    RispondiElimina
  2. te la sbuccio appena ci incontriamo

    RispondiElimina
  3. concordo in pieno con le tue parole e ti ringrazio per la segnalazione del libro, andrò a comperarlo..Buon weekend....

    RispondiElimina
  4. Quanto amore e quanta serenità si respira qui oggi... Buona giornata dolce Anna.

    RispondiElimina
  5. Un post che tocca il cuore e lo avvolge morbidamente. Ti ringrazio sinceramente dal profondo e con occhi velati :)

    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. carissima anna, poche persone sanno descrivere una sensazione, un emozione, un sentimento come te.
    e' sempre un grandissimo piacere leggerti :)
    un abbraccio
    b

    RispondiElimina
  7. Condivido in pieno. Tempo fa lessi su un libro: mentre cucini ringrazia di avere la fortuna di avere qualcuno per il quale cucinare e fallo con amore...
    Che bel post, delicato e pieno di emozioni autentiche.

    RispondiElimina
  8. Ci sono post che non si leggono, si ASSAPORANO!

    Questo ne è un esempio straordinario.

    Complimenti Anna.

    RispondiElimina
  9. Senza parole!!! Davvero splendido ...bisognerebbe ricordarsi sempre di assaporare e dare il giusto valore a dei gesti che possono sembrare banali ma in realtà racchiudono tantissimo amore! Bellissimo post, grazie!

    RispondiElimina
  10. @ GRAZIE A TUTTI VOI PER ESSERCI.
    MAGARI POTESSI DIMOSTRARVI L'AFFETTO CHE PROVO, CUCINANDO PER VOI. SAREBBE UNA MAGNIFICA OCCASIONE DI INCONTRO, PER STARE INSIEME E FINALMENTE GUARDARCI NEGLI OCCHI E PARLARCI DI PERSONA.
    CHISSA'....
    ANNA

    RispondiElimina
  11. sei brava a sbucciare pesche e a sciorinare storie d'amore come se nulla fosse.
    Facciamo che ci sediamo attorno a un tavolo e sbucciamo e mangiamo pesche in 4 occhei? e tu racconti storie...io porto la totta, le toscanacce poi si vedrà
    :D
    :*
    Cla

    RispondiElimina
  12. felici quelli che ami ...
    felici quelli che hanno gustato il cibo da te preparato col sorriso e condiviso con affetto..sono fortunata ad essere tra questi !!! un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Cibo e amore stanno bene assieme ..è vero ma forse sono anche le stesse parole abbracciate tra loro
    felice settimana

    RispondiElimina
  14. mi sono quasi commossa leggendo questo tuo racconto. Il mio papà fa ancora la stessa identica cosa con me, anche ora che ho due bambini, a cui io faccio lo stesso. Tramandare i gesti d'amore è la cosa più bella che possiamo fare. Ho scoperto oggi il tuo blog e mi sono unita ai tuoi lettori. Sarà un piacere leggere i tui racconti. buona giornata!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI