4 maggio 2011

Spaghetti con cozze e seppioline, al profumi di pepe, aglio, origano e timo freschi del mio orto


Latito sempre di più, ma non per disamore per il mio blog.
Come per tutti i grandi impegni della vita (i figli, il lavoro... il blog) ogni tanto bisogna allontanarsi e staccare, per rigenerarsi.
Quando erano piccoli i miei figli non potevo (e non volevo...) allontanarmi molto, ma bastava solo andare a fare la spesa in un altro posto, un pò più lontano, o prendere un caffè con un amica, o fare un massaggio rilassante... che ti sembrava di aver fatto una gita lunghissima e mi sentivo pronta a ricominciare la battaglia.
Così per il lavoro... mezza giornata di permesso e me ne scappavo al mare o in campagna, solo qualche ora, lontana da tutto il mondo delle corse quotidiane, per guardare un pò dentro di me.
Perchè nella quotidianità si perde di vista se stessi. Lo sguardo è sempre rivolto agli altri, a chi vive con te, o il pensiero è accanto a chi è lontano. E i desideri sono protesi verso il futuro.

Ma il presente, l'istante, te stessa... spesso sono colori sbiaditi.
E allora bisogna fermarsi a... riprendersi, a riprendere il contatto non solo con il proprio corpo, guardandosi, prendendosi cura di se, anche solo con un nuovo taglio di capelli e un pò di crema profumata..., ma anche della propria anima, rilassando le tensioni e liberandosi dei pensieri negativi.
Nei giorni scorsi ho vissuto un'esperienza molto bella che mi ha dato tantissimo. Sono stata a Roma per la beatificazione del grande papa Woitila e il bagno di folla, nella comunità di intenti e di emozioni, mi ha davvero ridato carica e serenità.

Quindi ora torno al mio amato blog, alle cose buone preparate oggi per i desideri dei miei figli, e alle valigie da preparare ancora una volta, alle cose buone da infilarci dentro per far sentire casa a mio figlio quando sarà lontano.
Torno prestissimo.....

Spaghetti con cozze e seppioline, al profumi di pepe, aglio, origano e timo freschi del mio orto

- 60 g di spaghetti a persona
- cozze sgusciate e la loro acqua
- 1 seppiolina piccola a persona
- aglio fresco
- timo e origano appena raccolti
- pepe in grani e macinato fresco
- 2 pomodorini a testa
- olio extravergine di oliva

Mettere l'acqua per gli spaghetti e portarla ad ebollizione.
Nel frattempo versare l'olio in una padella larga. Aggiungere l'aglio fresco e i pomodorini lavati e tagliati a metà.
Far rosolare pochissimo e aggiungere le seppioline tagliate a striscioline.
Salare l'acqua e versare gli spaghetti.
Quando le seppioline sembrano aver raggiunto la cottura aggiungere le cozze con la loro acqua.
Schiacciare grossolanamente qualche grano di pepe nero e metterlo nella padella. Aggiustare di sale.
Quando gli spaghetti sono molto al dente toglierli con un mestolo e adagiarli nella padella con le cozze e far continuare li la cottura, affinchè si impregnino del sapore dei condimenti.
Spezzettare due o tre rametti di origano e timo freschi, tenendone da parte alcuni per la guarnizione.
Appena arrivata a cottura la pasta, impiattare velocemente aggiungendo pepe nero macinato al momento, un filo di olio crudo e guarnire con le erbe.

SHARE:

20 commenti

  1. Annina...queste nostre valigie.....sono sempre cariche di tante attese....sogni... speranze.... ti aspetto, la mia, questa volta, è piena di desiderio di rivederti e di stare insieme ancora una volta.
    a domani
    Pippi( sempre tua )

    RispondiElimina
  2. Anna questa pasta ha un aspetto gustosissimo, anch'io ogni tanto devo assentarmi ..penso sia normale per tutte altrimenti non riusciamo a gestire il resto :) ciao

    RispondiElimina
  3. anna, adesso che ci sei di meno...forse ti si apprezza ancora di più...proprio come i momenti ritagliati di cui parli...quando torni, profumata degli odori della campagna e del mare...si ha solo voglia di abbracciarti!

    RispondiElimina
  4. ..e noi sempre qui ad aspettarti con pazienza, perchè il piacere di leggerti merita anche un po' di sacrificio ^_^.
    buon tutto mia cara

    RispondiElimina
  5. Che piatto meraviglioso! Sa proprio di sole e di mare, dell'estate che già comincia a fare capolino...capisco benissimo la tua difficoltà a seguire tutto, a trovare spazio per tutte le cose importanti della tua vita: tutti noi facciamo quello che possiamo, il meglio che possiamo, e questa pasta, e la passione che metti sempre nei tuoi post, ne sono la testimonianza!

    RispondiElimina
  6. @ MA COSA HO FATTO IO PER MERITARMI TUTTO QUESTO VOSTRO AFFETTO????? GRAZIE A TUTTE, VI VOGLIO BENE ANCH'IO...

    RispondiElimina
  7. Un piatto molto invitante e profumato, grazie alle erbe del tuo orto, a uno spaghetto cosi' non si puo' dire di no!!;-)

    RispondiElimina
  8. CARISSIMA...LEGGERE I TUOI POST MI EMOZIONANO SEMPRE...
    STO PASSANDO UN PERIODACCIO...E HO ANCHE IO IL BISOGNO DI RITROVARMI E RESPIRARE ARIA PURA...RIGENERARMI!!! IL TUO PIATTO SARA' IL PRIMO PASSO....;)
    GRAZIE

    RispondiElimina
  9. è vero...ogni tanto c'è bisogno di fermarsi e regalarsi del tempo...parole sante le tue!!:)
    mmm...la pasta è proprio da provare!!!:)

    RispondiElimina
  10. Sapersi ritagliare qualche momento per se permette di migliorare anche il tempo che si dedica agli altri! Buon viaggio...

    RispondiElimina
  11. Lo starordinario profumo arriva fin quà... è sempre bello leggerti, riesci a dire molto, con una fluidità così naturale invidiabile... come acqua fresca :)

    RispondiElimina
  12. che buona la pasta così profumata!
    mi viene male al pensiero di essere in super ritardo con la messa a dimora delle erbe aromatiche

    RispondiElimina
  13. Ogni volta che ritorni porti con te tante emozioni, ogni racconto è così profondo che sembra di viverlo con te...ogni tua emozione va in visita alle mie...è un'incontro che si sente nello stomaco, nel cuore, in un sorriso, e a volte in un nodo in gola. Grazie cara per ogni parola che ci regali. Un abbraccio.ann.....a.

    RispondiElimina
  14. Ciao! non ti preoccupare per l'assenza, il blog dopotutto viene dopo la famigla ed il tram tram quotidiano!
    una ricetta per una pasta fresca, elegante e molto profumata!
    proprio bella insomma!
    un bacione

    RispondiElimina
  15. Anna, il più delle volte, la maggior parte del tempo si è protesi verso gli altri, si crede che pensare a se stessi significa essere egoisti, quando invece significa amarsi, cosa importantissima per potere dare amore anche a chi ci sta vicino. Capisco questo tuo bisogno di staccare ogni tanto, bisogno che non ti impedisce comunque mai di privare chi ami del tuo sostegno e della tua presenza.
    Il tuo piatto è un piacere sublime sia per il gusto mio che per quello di Luca, purtroppo non posso mangiare in questo periodo le cozze, per quanto le adoro, ma il resto degli ingredienti sì, eccome. Mi sa che sabato ci facciamo questo regalo profumatissimo!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  16. Cara Anna leggerti mi rallegra sempre l'anima, sempre! Credo che questo sia un periodo, per tante di noi, vissuto tra il perdersi e il ritrovarsi....sarà l'atmosfera troppo precaria e grigia, boh! Io comunque se potessi assaggiare il tuo meraviglioso piatto di spaghetti forse non mi ritroverei completamente, ma di sicuro, tornerebbe il sorriso sulle mie labbra....anche ora alle 11 del mattino! :-))
    Un bacio e divertiti con la Pippi e fate tante pazzie insieme!

    RispondiElimina
  17. Dal tuo post affiora una serenità ritrovata e ...contagiosa!
    La ricetta...già copiata-incollata-stampata!
    Al lavoro!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Bella ricetta e bella foto, complimenti!

    RispondiElimina
  19. leggere il tuo post con questo sottofondo di musica bellissima è una tempesta di emozioni... grazie per il cuore e l'amore che metti nei tuoi post, nelle tue parole, nelle tue foto...

    RispondiElimina
  20. Beh, come già per precedenti ricette, rieccomi che torno a dirti com'è andata: una favola!
    Splendida ricetta, semplice ma dal risultato eccellente.
    Grazie ancora una volta!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI