15 maggio 2011

Corso di erbe spontanee



Camminare nei campi e sapere che c'è tutto un popolo sotto i tuoi piedi che può portare gioia e stupore sulla tua tavola, è una sorpresa continua.
Se poi attraverso questo percorso ti accompagna la voce saggia e quasi antica di un professore che ha dedicato il tempo e l'attenzione della sua vita ad osservare, studiare, imparare e divulgare tutto questo, è ancora più affascinante.
E accanto a lui un esperto di erbe che con piglio sicuro indica e spiega che anche il più piccolo di quei fiori nasce da una pianta con tante proprietà....
E se in questo viaggio ci accompagna anche uno chef che sa apprezzare le erbe, portandole sulla nostra tavola, trasformate in piatti semplici ed eleganti, ma antichi e innovativi allo stesso tempo, allora direi che questa compagnia potra viaggiare sicura e tranquilla in un viaggio che riserverà sempre delle sorprese.

Parlo ovviamente del corso di riconoscimento delle piante spontanee che ho organizzato qui a Noci il 12 maggio scorso. I docenti esperti e appassionati, prof. Bianco e prof. Mariani e lo chef Sebastiano D'Onghia, hanno affascinato i partecipanti con la loro professionalità.
Ci è stata trasmessa una grande lezione di vita, in cui dovremmo accorgerci di quanto la natura sia generosa e materna, e quanti doni ci offre in ogni stagione. E' solo che dovremmo avere occhi per guardare ed esperienza per capire e abilità per trasformare tutto questo in doni per la nostra tavola e per la nostra salute.

L'appuntamento si ripeterà sicuramente all'inizio per prossimo anno, per poter osservare in un altro momento della loro vita, non solo quello della fioritura, le piante da raccogliere.
Grazie a tutti i partecipanti che hanno manifestato, con la loro attenzione, tutto il loro consenso e piacere per questa iniziativa.















SHARE:

10 commenti

  1. Che meraviglia di giornata che dev'essere stata..davvero interessantissima, peccato non esserci..
    Complimenti per questa bella iniziativa!
    Ciao e buona domenica ^_^

    RispondiElimina
  2. stupedo reportage!!!
    Piante del nostro territorio che davvero in pochi sappiamo apprezzare e ..con quanta maestria lo chef ha preparato i piatti!!!
    Brava, brava, davvero complimenti per questa iniziativa che ti auguro di ripetere come ti riprometti!!
    Peccato le distanze e gli impegni che mi hanno impedito di condividere con voi questa esperienza fantastica.
    Ma tu sei stata all'altezza di renderci partecipi virtualmente!
    Grazie e baci

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna!!!!!!!!!! non vedevo l'ora di leggere il post con i racconti della giornata meravigliosa che hai organizzato!!!! peccato che ci dividano cosi' tanti chilometri!!! sei una persina fantastica e il solo leggerti mi trasmette la voglia di vivere!!! grazie!
    anna maria

    RispondiElimina
  4. che meraviglia!E' bellissimo poter riconoscere piante commestibili che la natura ci dona!!!Fantastico questo corso!!!

    RispondiElimina
  5. Quel cappellino rosso, ammetto, mi fa impazzire! Deve essere stato davvero molto bello, si vede. Si sente :)

    RispondiElimina
  6. Una stupenda esperienza salutare e odorosa a cui mi sarebbe piaciuto un sacco prendervi parte, perciò ti ringrazio davvero delle foto :)

    RispondiElimina
  7. chissà che bella esperienza!Piacerebbe anche a me poter conoscere queste erbe spontanee ;)

    RispondiElimina
  8. Annina...finalmente arrivo...ho letto ho guardato le foto...e poi le ultime dove siete in quella campagna, la tua campagna ....dove siamo state io e te... dove ho trovato e raccolto un sasso a forma di cuore....Annina voglio venire da te...

    :-)
    Pippi tua sempre sempre tua!

    RispondiElimina
  9. Peccato essere così lontane! Un corso interessantissimo al quale avrei partecipato molto volentieri, sia per le erbe sia per stare con te! Bacioni

    RispondiElimina
  10. Un'iniziativa splendida..un viaggio meraviglioso alla scoperta di sapori..odori..tradizioni che purtroppo il nostro vivere frenetico e sconclusionato ci ha fatto dimenticare.Il rispetto e la deferenza nei confronti della natura magistralmente spiegati da due simpaticissimi e preparatissimi docenti della facoltà di agraria, dei compagni di corso interessantissimi, uno chef d'eccezione che ci ha deliziato con un luculliano manicaretto e un'organizzatrice e 'padrona di casa'semplicemente perfetta!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI