27 giugno 2010

Torta croccante con cuore di albicocche


Racconto di un giorno di questa estate 2010.
Il calcio è andato. Il caldo anche. 
C'è solo una danza di nuvole e sole e vento che ci regala a turno brivido di freddo, speranza di estate e turbinio di capelli sul viso.
Ieri abbiamo toccato per la prima volta la sabbia di questa stagione che ancora non vuole decollare. Il mare ancora molto arrabbiato per essere invitante. Ma ostinati con le nostre sdraio, asciugamani, libri, panini, macchina fotografica e camicia a maniche lunghe, siamo rimasti nel vento di mare che più che accarezzarci sembrava voler sfidare la nostra pelle ad accapponarsi e calmarsi.
Eppure così siamo rimasti a lungo e alla fine un pò di sole, a dispetto delle nuvole, è venuto fuori anche sul viso.
Soddisfatti e affamati siamo tornati a casa, dopo essere passati a comprare cozze e pesce vario per la cena.

Da tempo aspettavo un'occasione per preparare di nuovo una torta che avevo in mente.
Una torta morbidissima, crosta croccante fuori e cuore aspro e dolce di albicocca dentro.
Ho notato che ogni anno cambiano le mie preferenze per la frutta. L'anno scorso desideravo fichi e fioroni. Quest'anno solo albicocche. Non so perchè ma, per il loro colore caldo e il sapore dolce e aspro allo stesso tempo, ne compro di continuo e preparo di continuo anche questa torta.
Buona tiepida, buona fredda, buonissima nel latte anche dopo qualche giorno. Se arriva a ... qualche giorno...


Torta croccante con cuore di albicocche

- 150 di zucchero
- 150 di margarina
- 3 uova
- 280 g di farina
- buccia grattuggiata di 1 limone
- 1 pizzico di sale
- 1 bustina di lievito per dolci
- 1 bicchiere piccolo di latte
- albicocche
- granella di zucchero
- zucchero a velo


In un pentolino far rosolare le albicocche tagliate in quattro con una piccola noce di burro e 1 cucchiaio di zucchero.
In una coppa lavorare la margarina e lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida.
Grattuggiare direttamente nella coppa la buccia di un limone.
Aggiungere uno alla volta le uova e poco a poco  anche la farina e il pizzico di sale.
In un bicchiere di latte sciogliere il lievito per dolci e versarlo nell'impasto.
Imburrare e infarinare una teglia per dolci e versare l'impasto. Disporre sull'impasto le albicocche e 'pasticciarle' per incorporarle.
 

Spargere abbondante granella di zucchero e infornare a circa 200°-220° fino a doratura.
Far raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo.

 
SHARE:

23 commenti

  1. Il mare era molto arrabbiato, quanto mi è piaciuta questa immagine. Anche io non vedo l'ora di sciogliermi dentro l'abbraccio liquido del mare, ancora non sono riuscita a farlo, neppure a sentire la sabbia tra i piedi, rovente ed intrigante. Mi manca il mare, mi manca la prima vera giornata d'estate.
    Quest'anno per noi è l'anno delle pesche e dei meloni, oh anche dei frutti di bosco, ieri ne abbiamo comprata un'intera cassettina, una follia del momento. Comunque cercheremo di non perderci nemmeno un frutto. Le albicocche non le abbiamo ancora mai comprate, ma un po' perchè ce ne hai parlato, un po' perchè quella torta ha l'aspetto di una di quelle cose golose che faticano ad arrivare al giorno dopo, ce n'è venuta voglia!
    Un abbraccio
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. Noi fin'ora ci siamo accontentate del sole del giardino di casa, ma al mare è tutta un'altra cosa: la spiaggia ed il suo profumo, il mare ed il suoco colore...eh si, ancora sono solo un miraggio! Ma che buona questa torta! Croccantina fuori ed un cuore morbido all'albiocca dentro: semplice e delicata, le notre preferite!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. Anche io quest anno sono albicocca dipendente e pure io desidero il caldo sulla pelle ma non arriva quello tosto :(

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna!
    E' vero, questa estate ci fa penare! Il desiderio del sole che quasi brucia sulla pelle salata dal mare è grande. Al mattino, anzi all'alba apro la finestra e scruto il cielo e guardo gli alberi, per scorgere un segno premonitore che mi faccia organizzare una mattina al mare che ho a meno di cento metri ma che mi è celato alla vista. E ancora oggi, alla fine di giugno,nè l'aria, nè gli alberi mi indicano che sarà possibile andarci....mi consolerò preparando questo dolce? Mi organizzo...ma se la giornata si "apre"....prendo la borsa e scappo al sole!
    bacibaci e buona settimana


    p.s.
    che foto!!!!

    RispondiElimina
  5. Buongiorno, Anna! Non conoscevo il tuo blog, l'ho scoperto per caso stamattina e lo trovo... non so come dire... delizioso? Divento subito tua sostenitrice, così non ti perdo d'occhio. Ora mi spulcio per benino i tuoi post. Dimenticavo: questa torta è fantastica! :-)

    RispondiElimina
  6. deve essere una bomba! sono in piena fase albicocche, le adoro! anche se purtroppo quelle che ho preso l'ultima volta al mercato non erano così mature e esuccose come avrei tanto desiderato...ora devo pensare di farci qualcosa, così non riecso a mangiarle...però x questa torta mi sa che occorre qcosa di + maturo, giusto?

    RispondiElimina
  7. Che bella questa torta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  8. buonissima questa torta alla frutta1

    RispondiElimina
  9. Gioia mia...anche io quest'anno non ho ancora toccato la sabbia...un po' il tempo brutto...un po' la mia non voglia di mare...insomma ancora niente!!
    Il dolce tesoro è splendido e poi è con il mio frutto preferito!! Amo la carnosità della sua polpa...il suo colore arancio...il suo sapore e profumo...peccato che non ci siano per tutto l'anno!!!
    un abbraccio grandissimooooooo

    RispondiElimina
  10. :-).....prima di lasciarti un commento devo dire che ogni volta che sento questa bellissima canzone di Tom Waits ....mi commuovo.... va bhè ;-) ...prima giornata di mare per te cara Anna :-) e la tua foto è bellissima con quelle nuvolette che si specchiano sui tuoi occhiali, i tuoi meravigliosi capelli.. lo sai che io te li invidio....liberi al vento, e questo dolce.... vorrei tanto essere stata lì con te a chiacchierare accarezzando la sabbia con i piedi.... :-)
    un bacino
    Pippi

    RispondiElimina
  11. @ luca & sabrina... io non amo molto l'estate, ma all'arrivo di questa stagione è inevitabile provare un desiderio irrefrenabile di bagni e di mare. E' decisamente rigenerante. Ma proprio perchè l'acqua è fredda... per quello mi piace da impazzire e non a casa di solito faccio prestissimo i primi bagni. Ma solo con il mare calmo.

    @ manu e silvia... vuoi mettere il profumo degli scogli e delle onde che ri rifrangono!!!!!!

    @ Elga... no elga, il caldo tosto no ti prego. Io divento una mongolfiera... mi gonfio da morire e sto male

    @ annaferna... fortunata te che vivi in quello splendore di città che è Trani... mamma mia che bellooooo

    @ Lucia... non so da quali percorsi sei arrivata qui, ma sappi che sei la benvenuta e ti ringrazio per i complimenti. Graditissimissimi...

    @ Germana e mary... bella e buona davvero, non so perchè non vede mai l'alba del giorno dopo...

    @ Lidia...pare che quest'anno sarà sempre così, quindi armiamoci di coraggio e andiamo a fare il bagno nell'acqua fredda... Io preferisco gustarle nella loro stagione, altrimenti non le amerei così...

    @ Pippi... ci abbiamo dato abbondantemente su fb in fatto di progettini ... n'è veroooooo?

    @ Castagna... mi sa che fondiamo il club dell'albicocca... io ho usato quelle mature, ma siccome le devi saltare velocemente in padella con zucchero e pochissimo burro credo che anche quelle un pò acerbe si insaporiscano bene.

    @

    RispondiElimina
  12. Il mio albero brulica di albicocche....ti copio immediatamente la ricetta....P.S. anche qui a Roma l'estate non vuole decollare.....attendiamo con pazienza....mille baci, Anna.

    RispondiElimina
  13. Che buone le albicocche. E che bella la tua torta. Mi hai fatto venire una fame...
    Senti, se ti va passa da me, c'è un contest che, a te che ami leggere, potrebbe interessare. Con incontro finale con una scrittrice (che ci legge). Ciao!!

    RispondiElimina
  14. ho fatto una torta simile recentemente se ti va puoi fare un salto nella mia cucina http://biscottirosaetralala.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. Ecco quale morte dare alle mie albicocche...deliziosa la crosticina in superficie.Bell'idea

    RispondiElimina
  16. Ti ho trovata per caso e mi sono incantata guardando le foto delle tue meraviglie, complimenti davvero!

    RispondiElimina
  17. ciao, ho beccato il tuo blog per caso girovagando, per caso ho notato questa torta, e siccome adore le albicocche ho deciso di farla, durante l'esecuzione della ricetta ho pensato esattamente che dovevi essere pazza, perchè l'impasto era troppo liquido (e sì perchè ho letto dopo che il bicchiere di latte doveva essere piccolo!)ho pensato di nuovo che eri pazza quando ho messo il forno a 220° ed ho dubitato sempre fino a quando l'abbiamo assaggiata, allora i mugolii di godimento si sono sentiti nella stanza! è piaciuta a tutti indiscutibilmente ha un solo unico difetto una fetta non basta si mangia fin che finisce, le cosce di mia figlia ringraziano lei decisamente no! ma ringraziamo tutti noi per il bel regalo che ci hai fatto, le albicocche erano mature e dolcissime si sono in parte trasformate in marmellata che colava dai bordi, insomma una delle migliori torte fatte in casa. ciao fabri

    RispondiElimina
  18. @ Anonimo... ringrazio anch'io moltissimo per il tuo commento che, si vede, è stato scritto ancora in preda al godimento della torta.
    Sono contenta perchè questo è il risultato che desidero ottenere dalle mie ricette, dal mio blog e dai lettori che passano di qui.
    Per quanto riguarda tua figlia visto che il suo è un problema comune, pensasse a stare bene e a godere di questi piccoli lussi che la vita ci offre. Magari una fetta piccolina, ma non se ne deve asslutamente privare, altrimenti ci diventa triste....
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
  19. Ecco.... mi incanto fra le foto, mi veleggia l'anima, sorrido, gioco con i pensieri... e dove inciampo?
    Su una torta!
    Oinoi come faremo?.....
    Volevo dirti ad ogni post quanto mi fa bene stare qui da te... e invece in modo molto prosaico ti commento dicendoti che questa la faccio subitissimo!
    Perdono....
    Più dell'onor potè la gola!

    nasinasigolosi

    RispondiElimina
  20. wow Anna! :) che voglia........ adoro le albicocche :)

    RispondiElimina
  21. questa torta è fantastica!!!..la copio sicuramente!

    RispondiElimina
  22. ho fatto la tua torta, sapore spettacolare, non mi e' venuta la croccantezza mannaggia!
    hai un segreto? grazie ,
    hai un blog bellissimo
    monica

    RispondiElimina
  23. Cara Monica,
    abbonda con la granella di zucchero e vedrai che compattandosi viene croccantissima...
    Fammi sapere.
    Alla prossima
    A

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI