17 febbraio 2010

Girelle di pollo con creme di peperoni, aceto balsamico e menta

Fuori dalla finestra c'è tempesta. Lampioni e antenne ondeggiano pericolosamente e le strade sono inondate di acqua. La gente si è rifugiata in casa e ha alzato la temperatura dei termosifoni per sentirsi protetta e abbracciata dal caldo. Perfino facebook è deserta stasera. Susan Boyle canta in tv e mi incanta davvero. C'è magia nella sua voce. Stasera Sanremo mi fa compagnia. Salto ogni tanto sul tre e mi fanno innervosire le iene che si scagliano contro Bertolaso e torno a Sanremo. Ormai la politica italiana si svolge in salotti in cui la gente deve difendersi da illazioni e accuse, vere o presunte non lo so, ma non si parla più di programmi politici, di emergenze per risollevare la nostra splendida Italia. Come ci siamo ridotti.  Invece di unirsi, unire le forze, le intelligenze, le capacità e trovare soluzioni ai nostri gravi problemi, che ci fanno vergognare di essere italiani quando andiamo all'estero e ci stupiamo come bambini di fronte alla puntualità dei mezzi, alla pulizia delle strade, al senso civico, agli stipendi normali dei politici.... ebbene... no loro spendono soldi a fare investigazioni per sollevare a vicenda scandali, accuse, schifezze, volgarità, senza pensare che nessuno esce vincente da questa storia. Nè gli spiati nè gli spioni.....
Meglio annegare queste riflessioni in un festival di canzoni .... vabbè tanto domani si torna a sperare in un giorno migliore.

Intanto posto questa ricetta veloce e leggerissima, ottima anche da preparare in anticipo e riscaldare al volo nel microonde o in forno caldo.
Girelle di pollo con creme di peperoni, aceto balsamico e menta

- 4 fette di petti di pollo
- 1 peperone rosso
- 1 peperone giallo
- 1 spicchio d'aglio
- foglioline di menta
- glassa di aceto balsamico
- olio extravergine di oliva
- sale

Arrostire in forno i peperoni. Metterli in una busta di plastica alimentare per spellarli con più facilità.
Battere i petti di pollo con un batticarne (o, poggiandoci su un foglio di carta da forno, con una padella), strofinarli con l'aglio come si fa con le bruschette e coprirle singolarmente con una falda di peperone rosso. Spezzettare le foglioline di menta. Salare.
Aiutandosi con la pellicola trasparente arrotolare e formare un 'salsicciotto'  ben sigillato alle estremità. Immergere in acqua bollente e far bollire per 10 minuti circa (o di più se le fette di pollo sono spesse).
Far raffredare e nel frattempo frullare le falde di peperone giallo aggiustando di sale.
In un piatto versare la salsa così ottenuta. Tagliare a fette il pollo e adagiare le 'girelle' nella salsa. decorare con glassa di aceto balsamico, un filo d'olio extravergine di oliva e foglioline di menta.

6 amici:

  1. La penso proprio come te Anna, ma forse sarebbe più facile veder volare un asino che i nostri bei politici alleati insieme per risollevare il paese, piuttosto che impegnati a fare scaricabarile e accusarsi a vicenda! Troppo pessimista? Mah...
    Deliziosa questa ricetta che valorizza il solito petto di pollo. Adoro peperoni e aceto balsamico e il fatto di poterla preparare in anticipo è una bella comodità ^_^
    Un bacio, a presto

    RispondiElimina
  2. e facciamoci del male di prima mattina :-))))

    RispondiElimina
  3. Cara anna, grazie dei complimenti lasciati nel mio blog. Anche io ti leggo spesso anche se non sempre trovo il tempo per lasciare commenti... :-( questa ricetta la trovo deliziosa e proprio ora che ho iniziato una dieta depurativa mi sembra l'ideale per mangiare con gusto ma leggero. Baci e buona giornata

    RispondiElimina
  4. @ federica.... io di solito non esprimo mai opinioni sul mio blog sulla politica, ma a volte sono così stanca e indignata che mi verrebbe voglia di organizzare una rivoluzione. E penso che parteciperebbero in massa tutti gli italiani... lasciamo stare va...

    @ arzach... eh eh .... dai ora preparo una cosa dolce semplice semplice

    @ Elena... questo è davvero un piatto leggerissimo e digeribile....Buona giornata anche a te cara...

    RispondiElimina
  5. anche io ho dato un'occhiatina a Sanremo e Susan boyle mi ha davvero commosso per la sua storia e per la sua voce. nessuno credeva in lei tranne le persone a lei care e lei ha saputo essere grande.
    Grande come il tuo piatto, che presentazione da chef!

    RispondiElimina
  6. Questi post senon sempre più ..squisiti!! Non vedo l'ora di provare anche questa..baci

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie