23 novembre 2009

torta di mele e pinoli al profumo di arancia e limone



E i lavori di ristrutturazione del mio trullo, del mio sogno, continuano. Ogni giorno, il primo pensiero è quello. Andare in campagna e controllare che il conto alla rovescia continui. E tra i maestri della pietra abbastanza latitanti (fanno i preziosi!!! come i parietari e i trullari) brilla un uomo che in maniera modesta e mite, ogni giorno porta avanti il suo compito.  Solitario, sempre sorridente, amante della campagna, che parla ad alta voce e che ogni volta che arrivo mi spiega cosa ha fatto fino a quel momento e cosa farà fino alla fine della sua giornata lavorativa. Per sottolineare che lui lavora e che è anche 'qualificato', anzi come mi ha più volte ripetuto, ha quattro qualifiche. 

Stamattina mi ha chiesto se, alla fine del lavoro poteva venire qui con la sua famiglia a farsi una foto, sotto al mio trullo, per metterlo nell'album dei suoi lavori, da far vedere ai figli quando saranno grandi. E li ho letto l'orgoglio del proprio mestiere, della consapevolezza di  avere delle mani che  'creano', muri e intonaci che sembrano la base di una tela , creano un rifugio, un focolare. Muri che non sono solo muri, ma che diventano case, un qualcosa di cui andare fiero. Mi sono emozionata a questa richiesta e quando, come ogni giorno, son tornata a casa per preparare il termos del caffè da portare sul cantiere, mi è venuta voglia di portargli qualcosa di buono che potesse aggiungere al futuro ricordo un ulteriore sapore di buono. Legato indissolubilmente a questo pezzo di terra a cui sono legati i miei progetti futuri.
Torta di mele e pinoli (al profumo di arancia e limone)

- 270 g di farina
- 100 g di zucchero
- 100 g di latte
- 2 uova
- 3 mele

- 80 g di olio (di semi o di oliva o metà e metà)
- 1 bustina di pane degli angeli
- 1 pizzico di sale
- 1 arancia (scorza grattugiata)
- 1 limone (    "              "           )
 

- una manciata di pinoli
- zucchero di canna


Mescolare prima gli ingredienti solidi ( a parte i pinoli e lo zucchero di canna) e poi quelli liquidi. Versare tutto in uno stampo antiaderente o, meglio, uno stampo Silikomart. Cospargere la superficie di pinoli e zucchero di canna. Infornare a 200° fino a doratura.


Approfitto di questo post per chiedere a chi mi segue e mi legge con piacere (spero) di votare per le due ricette con le quali ho partecipato al contest 'Con le dita nel barattolo'.
Basta cercare verso la fine dell'elenco le due ricette di Anna the Nice e votarle. Grazie a tutte. 




SHARE:

21 commenti

  1. Buona sera Anna! O forse dovrei dire buonanotte data l'ora tarda...ma io adoro queste ore silenziose quando il silenzio ovattato avvolge il mio relax e finalmente il rumore del traffico queta. E quindi eccomi qui a leggerti..peccato ci sia un problema con la visualizzazione delle foto!
    Che meraviglioso scambio di attenzioni e rispetto....valori di un tempo dimenticati e affondati nella quotidiana corsa della vita!
    un abbraccio
    Ps ho fatto il post che parla di me!

    RispondiElimina
  2. PS ho letto la mail...ora ti rispondo...ovviamente è SI GRAZIE! :0)

    RispondiElimina
  3. i lavori ci sono anche da me non nel trullo ma a casa mia... questo mi tiene un pò lontana dalla mia cucina al contrario tuo che magari ti ha dato una spinta in più per coccolare qualcuno... Fantastica sarà stata di sicuro apprezzata!

    RispondiElimina
  4. immagino come sarà stato contento, lui e la sua famiglia!!

    RispondiElimina
  5. COSA DIRE...SEI DIVENTATA IL MIO APPUNTAMENTO QUOTIDIANO.
    DAVVERO COMPLIMENTI

    RispondiElimina
  6. Emozionante la storia di questo lavoratore..decisamente innamorato del suo lavor..ormai sono così pochi e spesso bisogna controllare minuziosamente i lavori che vengono fatti!!hai avuto un bellissimo pensiero a ortare questa torta di Mele, è bellissima e mi sa che nel suo album lo scriverà!!

    ciao Morena

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia questa torta..le darei volentieri un morsettino adesso, se solo potessi averla tra le mani. Un bacione.

    RispondiElimina
  8. mi commuovono certe cose, come l'orgoglio per le cose vere. certo che le sue mani sono miniera d'oro per quello che riescono a fare! la torta dev'essere deliziosa! un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ma lo sai che anche io ho due trulli??
    Mia madre li fece riparare anni fa da un mastro e sono sempre bellissimi....come la tua torta!!!

    RispondiElimina
  10. che bel gesto e che bella torta !

    RispondiElimina
  11. Ciao! prendiamo una fettina di questa ottima torta: semplice e cn un morbido impasto! buonissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  12. avere un sogno realizzabile è qualcosa di raro, ti auguro di godertelo al meglio
    1 bacio

    RispondiElimina
  13. @ paola...il nostro futuro è nelle mani di chi sa investire nei rapporti umani... sono il nostro bene più prezioso.

    @il cucchiaiodoro... il rinnovamento di qualcosa e soprattutto di una casa è sempre importantissimo e costruttivo. Segna l'inizio di un nuovo progetto di vita.

    @ Paola... io spero che la sua famiglia sappia quanto sia bravo quest'uomo. fra un pò la cooscerò e vi racconterò.

    @Annabel... grazie cara, mi fa molto piacere che le mie parole ti facciano compagnia.

    @ morena... in effetti ci sta mettendo il cuore e se lo merita.

    @ essenzadicannella... peccato che sia finita in 10 minuti... eh eh

    @kosenrufu... persone così ti fanno pensare che in fondo il mondo non è poi così brutto... c'è ancora da sperare.

    @Mammazan... dai vieni giù che organizziamo un incontro tra blogger nei trulli

    @ Ale... a volte basta poco...

    @manu e silvia... è davvero morbida e profumata

    @pinar... grazie di cuore un bacio anche a te

    RispondiElimina
  14. Ciao Anna,
    è la prima volta che ti scrivo ma ti leggo sempre...ed ogni volta è un'emozione grandissima...sei una persona meravigliosa e mi fai pensare tanto ad una terra che ho nel cuore, il Salento (anche se tu sei moooolto più a nord!)...ma i colori, i profumi ,i sapori ed i valori che descrivi sempre mi ricordano la terra d'origine di mia madre, dove torno ogni anno.
    E quando parli di Roma invece mi fai pensare alla città dove vivo, e che ho nell'altra metà del cuore! E di questa città sei riuscita a percepire anche le tradizioni, gli scorci, i tramonti, i tetti....tutto ciò che va oltre il caos e l'inquinamento che altri si limitano a vedere, anche io a volte.
    Grazie per tutto quello che scrivi sempre, oltre che per le tue ricette fantastiche.
    Detto questo...la tua torta di mele mi ispira molto, vorrei provarla...ma non sono mica brava come te! ;) mi aiuti con i tempi? fino a doratura...quanto tempo più o meno? inoltre dalla foto mi sembra bassina, quindi devo utilizzare uno stampo di che diametro? Grazie ancora! Daniela

    RispondiElimina
  15. Anna..e anche questa ricetta l'ho fatta...mi stai facendo tornare la voglia di cucinare...ma sempre con un tocco personale!!!
    Cmq anche questa ricetta facilissima da fare e gustosissima....la consiglio a tutti....

    RispondiElimina
  16. @ Daniela ... Ciao e grazie delle belle cose che mi hai detto. Innanzitutto se vuoi puoi anche scrivermi sulla mia mail così posso mandarti subito la risposta. Lo stampo che ho usato è di circa 26 cm. Quindi per farla venire più alta puoi usare uno stampo più piccolo. Ma dato che questo è un dolce veloce da preparare altrettanto veloce da finire, accompagnato magari da un buon thè, io lo lascerei morbido e sottile. Poi deve restare in forno circa 20/30 minuti, ma il tempo non lo metto mai perchè dipende dal tipo di forno. Quindi sia le temperature che i tempi sono soggettivi. Doratura significa che non deve essere nè bianco giallino (che significa che è crudo), nè marroncino (che significa che è bruciato). Deve essere di un bel miele dorato. spero di esserti stata utile.

    RispondiElimina
  17. AnnaCara, sai perchè mi piace tanto il tuo blog? Perchè ci leggo dentro delle cose bellissime. E sono bellissime perchè vengono vissute da te e rielaborate come solo tu sai fare. Adoro leggere quello che fai, quello che vivi, le tue giornate, i tuoi stati d'animo, ed immaginarti nella tua vita. E a fine racconto, leggere cosa prepari di belle e di buono per chi ami. Non cambiarlo mai il tuo blog così bello.

    RispondiElimina
  18. una torta cosi magnifica per la prima colazione,il profumo di arancia e limone mi fa iniziare meglio la giornata

    RispondiElimina
  19. Grazie Anna...troppo gentile...ti chiami pure come la mia mamma ;)
    La farò prestissimo questa torta....sembra deliziosa!
    Daniela

    RispondiElimina
  20. Questo post me l'ero perso!! Che bella l'immagine di questo lavoratore così fiero del suo lavoro! E di te, che gli porti questa incredibile torta...Un'immagine d'altri tempi!

    RispondiElimina
  21. Anna ho fatto la tua torta! che dire...buonisima...si scioglie in bocca...e che profumo!!!Grazie ancora! Daniela

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI