25 maggio 2009

il pane

Non è che vogliamo lamentarci sempre, però ora che c'è il sole ci lamentiamo del caldo, ora che sta finendo la scuola e si avvicinano le vacanze ci lamentiamo che ANCORA non è finita e ci trasciniamo davanti ai libri. Appena senti che stai raggiungendo una meta e cominci a prepararti per il meritato riposo, ecco qua arrivare all'improvviso 39 di febbre che costringe il piccolo a letto con dolori di testa e mal di gola. Il tutto da sopportare con un caldo torrido.
E le paure per le interrogazioni da completare, il timore di non farcela, il malessere che prevale. E allora io e il mio piccolo ci siamo ritrovati a casa con un'intera mattinata da gestire tra interrogazione di storia da ripetere per la centesima volta, l'antinfiammatorio da prendere ad orari stabiliti per combattere il malessere. E allora ho pensato che mai come questa mattina c'era bisogno di preparare qualcosa di buono. E quando non hai voglia di mangiare cose dolci, intingoli o cose pesanti, la scelta più giusta è tornare alla cosa più buona che ci sia: il PANE.

Non ho in casa l'impastatrice e da sempre ogni mio tentativo di panificare è risultato vano. Ma tempo fa ho trovato una ricetta facile e invitante creata da Adele e avevo appuntato il post-it sulla mia bacheca, aspettando il momento giusto. Che è arrivato. La facilità dell'esecuzione, il risultato raggiunto, l'economicità della spesa, e la soddisfazione finale, la includono ad honorem tra le ricette del libro per i miei ragazzi.


E questo è il meraviglioso panino caldo farcito con prosciutto cotto, pomodoro, formaggio e basilico che alle 11,30 abbiamo mangiato io e mio figlio. Abbracciati e contenti. E febbricitanti.

Pane veloce

- 500 g di farina tipo 00
- 370 g circa di acqua tiepida
- 1 cucchiaino di miele
- mezzo lievito di birra
- 1 cucchiaino e mezzo di sale fino

In una coppa da lievitazione versare la farina e il sale. Nell'acqua tiepida sciogliere il miele e il lievito di birra e versare il tutto nella coppa, mescolando con una forchetta.
L'impasto deve risultare molle e facilmente 'mescolabile' con la forchetta.
Coprire la coppa e lasciar lievitare per un'ora e mezza circa.

Alla fine della lievitazione, versare l'impasto su una spianatoia o un foglio di carta da forno infarinato e far rotolare la pasta per avvolgerlo di farina e facilitare la lavorazione.
Tagliare l'impasto in 3 pezzi e dandogli velocemente la forma di filoncini con le mani, adagiarli su un tegame da forno (anch'esso foderato con la carta da forno).

Si otterranno così tre filoncini che si metteranno a cuocere in forno a 240° fino a completa doratura.
Da mangiare subito, caldo. Con o senza farcitura.

E penso a chi amerebbe mangiarlo caldo con la Nutella.


SHARE:

15 commenti

  1. è perfetto! complimenti!

    RispondiElimina
  2. E' proprio veloce e buono.
    Brava Anna
    un bacio

    RispondiElimina
  3. ma è davvero fantastico!!! veloce anzi velocissimo.....brava!
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  4. fare il pane in questo periodo di caldo è un po una tortura,ma vedo che ti sei davvero quadagnata la pagnotta!!!

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace per la febbre del piccolo, davvero un brutto momento, con questo caldo!
    Il tuo pane, invece, è semplicemente eccezionale, brava!

    RispondiElimina
  6. quel panino è veramente una tentazione...ti è venuto benissimo...è fragrante!

    RispondiElimina
  7. È bellissimo questo pane, le foto sono da acquolina in bocca, anche se sono a pancia piena!

    RispondiElimina
  8. Aaaaarghhh...è così AnnaCara, spesso quando si vede il traguardo lì a due passi e ci si pregusta quella dolce sensazione di "vittoria", poi capita l'imprevisto a rompere... Spero passi veloce, oggi è il 26, se non mi sbaglio, il 30 è un giorno molto, ma molto speciale per te :) Un abbraccione grande, mitico panozzo che mangerei anche io sdraiata su un'amaca tra una chiacchiera e l'altra con te!

    RispondiElimina
  9. Il profumo del pane che cuoce nel forno, e il suo sapore, mangiato ancora caldo, sono tra le gioie della vita...
    Ne ho sperimentati parecchi tipi, ma la strada è ancora lunga...sto pensando di comprare la map, ma l'ingombro non è da poco!

    RispondiElimina
  10. Fare il pane in casa ha sempre un non so che di magico,il profumo tra le stanze mi riporta alla mente tanti ricordi.Il tuo risultato è davvero eccellente,mi sa che loproverò al più presto.Ti aspetto nel mio blog,ho un premio per te!

    RispondiElimina
  11. sarà stato anche veloce ma è una meraviglia, con il panino è quello che ci vuole

    RispondiElimina
  12. sono una anonimo visitatore del tuo sito, ma quanto tempo dedichi a questo blog, complimenti hai tanto tempo a disposizione, ma non potresti dedicare del tempo alla famiglia, per esempio fare traduzioni a tuo fratello, magari gratis. TVB un ammiratore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro ammiratore anonimo, ma quasi fratello, eheheheh, ti dedico già abbastanza tempo con traduzioni e pane che preparo per il blog..... quindi ... taci

      Elimina
  13. Cara Anna, non ci conosciamo ma ci uniscono la grande passione per il buono, il bello e la terra di origine.
    Ti ringrazio per questa ricetta, impasto e inforno da sempre ma ieri, grazie al tuo consiglio ho fatto un super pane più un pane "a pizza" fantastico. (Lasciato lievitare tutta la notte).
    Che poi l'impasto molto idratato lo usava anche mia madre per fare la pizza, che buona!! Un altro buon modo per pensare a lei.
    Ciao
    Sabino

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI