9 maggio 2009

Crema di asparagi


Qualche anno fa abbiamo comprato un pezzo di terra con un trullo. Quando si decide di acquistare qualcosa, bisogna aspettare il colpo di fulmine. La ragione deve essere messa da parte e bisogna seguire l'istinto. Devi sentire dentro di te che quel posto è speciale, che anch'esso vuole te e che vuole donarti i suoi tesori. Bisogna saper ascoltare un legame profondo, che viene da lontano e da dentro di te.
Così è stato. E da allora in ogni momento dell'anno vado a raccogliere quello che questa terra mi offre. Non mi lascia tornare mai a casa a mani vuote. Cicorielle, bietoline selvatiche ed erbe aromatiche varie, sono sempre li pronte. Frutta quasi in ogni stagione. In questo periodo per esempio sono appena finiti nei dintorni gli asparagi selvatici, ed ecco che cominciano a spuntare, tra le fragoline di bosco, enormi asparagi succulenti, che poi a un certo punto mi stanco di mangiare e devo necessariamente pensare alla maniera di conservare.


Ed è così che nasce la mia crema di asparagi, da usare come condimento per la pasta e da arricchire, volendo, con pancetta croccante o piccoli pezzi di speck, o solo con un pò di parmigiano e un filo d'olio.
Crema di asparagi giganti

- asparagi giganti
- olio extravergine di oliva
- burro
- piccolo pezzo di cipolla
- brodo vegetale
- poca panna liquida
- sale

Lavare gli asparagi in abbondante acqua e privarli della parte dura e legnosa.


In un tegame mettere a rosolare la parte tenera degli asparagi con olio, burro e un piccolo pezzo di cipolla.

Una volta insaporiti, aggiungere un pò di brodo vegetale per ultimare la cottura.
Quando sembrano già morbidi, salare e frullare il tutto aggiungendo un pò di panna liquida per raggiungere la giusta consistenza.
condire con questa salsa meravigliosa un bel piatto di tagliatelle.....
Se invece volete conservarla non aggiungere la panna e versarla nei barattoli e far cuocere a bagnomaria prima di mettere in dispensa.

SHARE:

3 commenti

  1. è deliziosa, ma sono in aria con il pensiero tra le parole che hai cantato...di come ci si lega ad un posto e penso a questi doni che ricevi...un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ti invidio. Tantissimo!!!
    (e sono molto tentata dalla tua crema)
    baci

    RispondiElimina
  3. Lo voglio anch'io il pezzo di terra col trullooo!!!
    Grazie per la partecipazione!

    RispondiElimina

grazie, i vostri commenti sono preziosi.
Purtroppo per ragioni di spam non posso accettare commenti anonimi.
So che capirete. Grazie

TEMPLATE BY pipdig | CUSTOMIZATION BY SARA BARDELLI